Usb blocca la Tnt per ore nella notte: più di settanta tir costretti a rimanere nell'hub

Fino a notte inoltrata circa cinquanta persone hanno bloccato i tir in uscita impedendo a più di settanta mezzi pesanti di poter proseguire il turno. Protestano per il licenziamento, ritenuto ingiusto, del loro iscritto Saad. Sul posto le volanti della polizia, la Digos, la scientifica e i carabinieri del Radiomobile

I lavoratori davanti all'hub Tnt (foto Gatti)

Blocco delle merci interno all'hub Tnt in strada dei Dossarelli nella serata del 6 novembre. Fino a notte inoltrata circa cinquanta persone iscritte a Usb e lavoratori del magazzino, hanno bloccato i tir in uscita impedendo a più di settanta mezzi pesanti di poter proseguire il turno. Protestano per il licenziamento, ritenuto ingiusto, del loro iscritto e collega Saad perché "ha superato il periodo di comporto (il limite di giorni di malattia consentiti dal CCNL). Illegittimo perché é stato assente a causa dell'investimento da parte di un'auto in viale Dante qualche mese fa (evento che non viene computato in base all'articolo 63 del  contratto collettivo nazionale di lavoro  trasporto merci e logistica), discriminatorio  perché per altri 4 lavoratori nelle sue stesse condizioni quattro mesi fa non è stata assunta alcuna analoga sanzione". E ancora: "La sua colpa è quella di essere iscritto a Usb". Nella giornata del 6 novembre abbiamo incontrato il prefetto Maurizio Falco - spiegano Roberto Montanari e Riad Zigdane - gli abbiamo spiegato l'evolversi della vertenza ma non ci fermeremo anche se giudichiamo in maniera positiva le aperture del provider circa il non licenziamento dei lavoratori colpiti da contestazioni disciplinari".  Hanno allestito un gazebo, acceso un fuoco, e sotto la pioggia battente bloccato i tir per ore. Qualche camionista ha chiesto di poter uscire ma non è stato accontentato: "da qui non si esce". Sul posto gli agenti delle volanti, la Digos con la scientifica e i carabinieri del Radiomobile. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una coop creata per truffare lo Stato e fare soldi, 135 dipendenti senza contributi: scoperta maxi evasione

  • Si pente della droga e in confessione ne lascia un chilo e mezzo al parroco

  • Rapinato e picchiato sotto casa

  • Piacenza e provincia: gli eventi da venerdì 18 a domenica 20 ottobre

  • Lo abbraccia e lo rapina del Rolex da 30mila euro

  • Cade e batte la testa su una lamiera, grave una donna

Torna su
IlPiacenza è in caricamento