Usura, truffa, ricettazione: imprenditore in carcere, dovrà scontare 4 anni e 8 mesi

Agazzano. Nel corso della pluriennale carriera il 69enne imprenditore si è reso responsabile di diversi reati, tra i quali spiccano l’usura, la truffa, l’appropriazione indebita, la ricettazione, le minacce e, da ultimo, la bancarotta fraudolenta

Immgine di repertorio

Nella tarda mattinata del 22 luglio i carabinieri di Agazzano hanno eseguito un ordine di carcerazione emesso nei giorni scorsi dalla Corte d’Appello di Firenze nei confronti di un imprenditore agazzanese 69enne. L’uomo, nella sua lunga carriera di imprenditore, si era reso responsabile di molteplici reati contro il patrimonio e la disciplina fallimentare. Dopo gli inizi da commerciante di auto nel Piacentino, l’imprenditore aveva investito e mosso ingenti capitali nel ramo immobiliare su Milano, divenendo anche socio di alcuni famosi marchi del commercio. Nel corso della pluriennale carriera il 69enne imprenditore si è reso responsabile di diversi reati, tra i quali spiccano l’usura, la truffa, l’appropriazione indebita, la ricettazione, le minacce e, da ultimo, la bancarotta fraudolenta e, più in generale, i reati contro la disciplina del fallimento. L'uomo è stato arrestato e portato in carcere dove dovrà scontare 4 anni e 8 mesi.

Potrebbe interessarti

  • Requisiti Reddito di cittadinanza, come fare domanda e quali regole rispettare

  • I trucchi per avere abiti perfetti senza stiratura, anche durante le vacanze

  • Perché smettere di stirare? Vantaggi e consigli

  • Ricetta della sangria, consigli per un aperitivo estivo

I più letti della settimana

  • Migliaia di rotoballe divorate dalle fiamme nella notte, nel rogo muoiono anche alcuni bovini

  • Arrestata per omicidio a Ravenna, a Piacenza era già finita nei guai per stalking e resistenza

  • Omicidio in piadineria a Ravenna, la coppia è di Travo

  • Cade da una scala, muore operaio

  • Grave dopo la caduta dal secondo piano

  • Travolto in bici da un furgone, grave un bambino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento