Vendeva borse di marca taroccate, condannato a sei mesi

Un senegalese di 63 anni accusato di ricettazione e contraffazione. Era stato fermato dalla Finanza che gli aveva sequestrato 10 borse. La difesa: merce di scarso valore che non avrebbe ingannato i clienti

Dieci borse taroccate di Liu Jo, Prada e Gucci gli sono costate sei mesi di reclusione e 800 euro di multa e la confisca. E’ la condanna del giudice Laura Pietrasanta a un senegalese di 63 anni, che era stato fermato dalla Guardia di finanza mentre vendeva la pelletteria, stesa su un telo per terra, vicino al Duomo. Il pubblico ministero, Sara Macchetta, aveva chiesto sei mesi e 400 euro di multa, mentre il difensore, l’avvocato Carlo Bordi, l’assoluzione o il minimo della pena. Si è concluso, l’11 aprile, il processo nei confronti dell’immigrato che nel giugno del 2014 era stato trovato in possesso di una decina di borse - con false griffe e che vendeva a circa 30 euro l’una - e accusato di contraffazione e ricettazione. Un fenomeno che sembra quasi sparito dalle strade, anche se alcuni anni fa era molto presente. Un fenomeno legato all’importazione dall’estero di materiale di marca contraffatto che ha provocato tanti danni ai commercianti e alle aziende di produzione di pelletteria. Il senegalese, un venditore abusivo che aveva numerosi precedenti penali e condanne sempre per gli stessi reati, era stato fermato dai finanzieri dopo una segnalazione arrivata al 117. Se per il pubblico ministero la responsabilità dell’uomo era chiara, per la difesa non si poteva parlare di ricettazione perché il grado di arroccamento delle borse era basso e non poteva trarre in inganno l’acquirente. Bordi ha chiesto anche di considerare l’ipotesi più lieve del reato perché si trattava di merce di scarso valore.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Non male. se uccidi una persona ti rilasciano il giorno dopo ma se vendi oggetti taroccati ti fai 8 mesi di carcere. questo mi preoccupa molto.

  • Ci sono molti siti per cui esiste la stessa cosa... Questi poveracci lo fanno per sopravvivere. Andate su vova...A loro è concesso ?

  • Il fenomeno non è affatto sparito (vedi via xx settembre la domenica) si sono solo fatti più furbi scappando all'arrivo della forza pubblica per ricomparire esattamente 10 minuti dopo.

Notizie di oggi

  • Attualità

    Così tornerà a splendere l’ex chiesa di San Lorenzo

  • Economia

    Dall'Europa oltre un milione di euro per portare i salumi Dop in Francia e Germania

  • Cronaca

    Quasi un etto di droga e undici mila euro in contanti, 26enne in manette

  • Cronaca

    «Fino a quando il prefetto non fissa un incontro non scendiamo dal tetto»

I più letti della settimana

  • Blitz della finanza in un negozio cinese, sequestrati 40mila euro di prodotti potenzialmente nocivi

  • Molestie su una bambina, arrestato un 55enne. Nei guai anche un'addetta ai servizi sociali

  • Sta per diventare padre ma la polizia lo arresta: deve scontare sei anni per decine di reati

  • Perde il controllo dell'auto e si schianta contro il guard rail, ferite due donne

  • Sta facendo manutenzione e trova tre chili di marijuana nel vano dell'ascensore

  • Cede la banchina e un tir esce di strada: Statale 45 chiusa per ore

Torna su
IlPiacenza è in caricamento