Via dei Pisoni: cede il cric, giovane muore schiacciato dal furgone

Non c'è stato nulla da fare per salvare la vita di un egiziano di 29 anni che nella tarda mattina del 31 luglio è morto schiacciato dal peso di un furgone nel parcheggio di via dei Pisoni, dietro a Borgofaxhall

Il luogo dell'incidente in via dei Pisoni

Non c’è stato nulla da fare per salvare la vita di un egiziano di 29 anni che nella tarda mattina del 31 luglio, è morto schiacciato dal peso di un furgone nel parcheggio di via dei Pisoni, dietro il centro commerciale di Borgofaxhall. Il giovane, Mohamed Abdelmakim, stava cercando di aggiustarlo e si era infilato sotto il mezzo dopo averlo sollevato con un cric che però ha ceduto all’improvviso.

Il peso della parte anteriore del furgone ha schiacciato il suo torace, uccidendolo quasi sul colpo. Alcune persone hanno udito le sue grida di aiuto e in una decina sono riusciti a sollevare il veicolo quel tanto che è bastato per estrarlo, ma dopo pochi minuti è morto mentre i soccorritori del 118 cercavano di rianimarlo. Delle indagini si stanno occupando gli agenti della squadra volanti e i colleghi della scientifica che hanno effettuato i rilievi e posto il mezzo sotto sequstro. La tragedia è avvenuta poco dopo mezzogiorno. Il giovane, che sembra fosse esperto in motori, è stato chiamato da un amico che aveva un Fiat Ducato fermo nel posteggio di via dei Pisoni. Il mezzo aveva un avaria al motore, e il 29enne è arrivato per vedere di riuscire ad aggiustarlo.

Sospettava che il guasto fosse nella parte inferiore del motore, e ha deciso di sollevare il Ducato con un cric e di andare sotto a dare un’occhiata, iniziando prima con lo smontare la ruota di sinistra per poi levare altri bulloni. Nel frattempo il proprietario del mezzo si è allontanato per una decina di minuti, e quando è tornato ha visto ce il cric aveva ceduto e le gambe dell’egiziano che spuntavano da sotto il vano anteriore. Insieme ad altre persone che si trovavano nel posteggio in quel momento sono riusciti a sollevare di peso la parte anteriore del mezzo, riuscendo a estrarre il corpo dell’uomo che si lamentava ancora. E’ stato subito avvertito il 118 che ha inviato l’automedica e l’ambulanza della Pubblica assistenza Croce bianca.

Nel frattempo l’egiziano aveva perso conoscenza e il suo cuore era andato in arresto, e sono quindi iniziate le manovre di rianimazione. Ma non sono servite purtroppo a nulla. Lo schiacciamento al torace era stato troppo profondo e il 29enne è morto. Mentre sul posto arrivavano le volanti della polizia, il passaparola ha fato arrivare anche decine tra amici e parenti del giovane, che era molto conosciuto. Viveva a Piacenza insieme al cugino, mentre pare che nel suo paese d’origine avesse una moglie e un figlio piccolo.

 

Potrebbe interessarti

  • Downburst: un fenomeno pericoloso e sempre più frequente

  • «Pendolari "sequestrati" sul nuovo treno Rock»

  • Le proprietà benefiche dove non te le aspetti: il gin tonic

  • Animali domestici, norme da rispettare e diritti e doveri dei proprietari

I più letti della settimana

  • Travolta da un treno nella notte, muore a 25 anni

  • Auto si ribalta nel canale dopo il frontale con un furgone: tre feriti, uno grave

  • Europei di Motonautica, incidente per il campione Alex Cremona: è grave

  • Si dà alla fuga dopo lo schianto, rintracciato dai carabinieri: è grave

  • Choc anafilattico dopo un morso, 36enne d'urgenza al pronto soccorso

  • Sei cani rinchiusi in mezzo a feci, rifiuti e senza acqua, la Polizia Locale li salva tutti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento