homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

«Vivo in un buco da 3 mesi». La città che nessuno vuole vedere

Inchiesta esclusiva de IlPiacenza.it. Abbiamo percorso la pista ciclabile lungo i binari della vecchia ferrovia per Bettola nel cuore della città. Ecco cosa abbiamo trovato

Il buco nel muro dove dormono le persone nel sottopasso (Foto Gatti)

«Mi chiamo Ihya, ho 48 anni, sono malato e vivo qui dentro da 3 mesi». Chi parla è un uomo marocchino che dopo la fine del suo matrimonio con una donna italiana vive e dorme da tutto inverno in poco più di un metro quadrato in mezzo ai rifiuti e al degrado più totale. Ma non siamo chissà dove, siamo a Piacenza. Siamo però nella zona più degradata della città. Siamo in un posto di cui pochi sanno l'esistenza. E' un mondo parallelo, sotteraneo. Un posto che nessuno può o vuole vedere.

LA REAZIONE DEL CANDIDATO SINDACO DELLA LEGA NORD MASSIMO POLLEDRI

IL SOPRALLUOGO NELLA PIACENZA DEL DEGRADO: IL FILMATO

Siamo in via dei Pisoni, ma non quella in superficie ma in quella "sotterranea". Siamo sui binari della vecchia Littorina per Bettola. Siamo in un luogo che i piacentini forse non conoscono pur passandoci sopra decine e decine di volte. Un luogo deliberatamente ignorato da molte amministrazioni comunali. Un luogo che è alle porte del centro, a pochi metri da via Colombo (che il Comune sta riqualificando) a pochi metri da Piazzale Roma e via La Primogenita, ogni giorno trafficate da centinaia e centinaia di auto.

Parallela alla pista ciclabile, lasciata al più totale abbandono e della quale parleremo più avanti, ci sono questi binari. E' c'è la "casa" di ques'uomo. Non ci accorgiamo subito di lui, perchè a nessuno verrebbe mai in mente che in un buco nel muro qualcuno possa dormire. Quello di cui però ci accorgiamo subito è che siamo di fronte ad un vero e proprio scandalo. Ci sono centinaia di bottiglie di alcolici vuote e rotte, rifiuti di ogni genere, biciclette, siringhe usate, copertoni, bancali, tappeti, vestiti, scarpe, un carrello di ferro di un supermercato, bidoni in ferro etc. Tutto questo disseminato per decine e decine di metri sui binari fino al loro termine, ossia in fondo a via dei Pisoni, dove c'è il parcheggio dei pendolari.

La concentrazione maggiore di spazzatura si trova esattamente sotto il chiosco di panini e bibite. Viene da pensare che chi prende da bere lì poi getti le bottiglie vuote giù sui binari. Nel nostro cammino troviamo anche una carta di identità e una tessera sanitaria. Nel vecchio sottopassaggio ce n'è per tutti i gusti, cavi elettrici, tubi, muri scrostati, pali in ferro arruginiti e pericolanti, cartelloni della Soprintendenza per i beni archeologici dell'Emilia Romagna, resti di presenza umana (segno inequivocabile che in questo posto la gente ci vive o ci passa del tempo), murales, graffiti, disegni, oltre ai rifiuti "classici" ovviamente. Ci andiamo verso le 3 del pomeriggio. C'è il sole. Sulla pista ciclabile che passa esattamente parallela ai binari in un'ora sono passate 2 bici e 2-3 persone in tutto. E viene quasi spontaneo dire: «Per forza, visto lo stato in cui è».

La pista ciclabile inizia esattamente in via dei Pisoni accanto a quel caseggiato di cui ci eravamo occupati qualche tempo fa, passa sotto via Colombo, per poi arrivare in via IV Novembre all'incorcio con via Patrioti. La pista da una parte ha i binari e dall'altra quel cantiere edile (abbandonato da anni) che ha portato alla costruzione di quel complesso residenziale rosso che si affaccia su piazzale Roma. Cantiere nel quale si può facilmente accedere perchè non c'è niente che ne delimiti i confini (come si vede dalle fotografie). Questa stradina che dovrebbe essere usata dai pedoni e dalle bici è stata lasciata andare: ci sono buche, pali di ferro arrugginiti e rifiuti di ogni tipo, e scorre nel sottopasso della ex Littorina per Bettola.

E viene quindi da chiedersi: Quanta gente può avere il coraggio di passarci di sera (ma anche di giorno)? Forse è meno rischioso passare nel traffico in superficie. Perché a pochi metri dal centro, ma anche se fossimo in periferia varrebbe lo stesso discorso, si è permesso che si creasse un luogo di degrado e insicurezza come questo? Perché nessuno vede (o vuole vedere) quanti rifiuti ci sono?

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (25)

  • Vivi in un buco? Forse nel tuo paese stavi meglio. Nessuno ti ha chiesto di venire e non sei stato portato qui su navi negriere. Tanti saluti, chiudi la porta quando esci

  • Non capisco come ci si accorga solo ora del degrado sia umano che ambientale in cui siamo costretti a vivere. Ma nelle altre città o paesi fuori dal nostro credete che questo non accada? Avete mai provato a prendere un treno e a guardare fuori dal finestrino nell'imminenza di arrivare in una qualsiasi città, non solo in Italia. Questa è l'economia, la globalizzazione; quel che non serve si butta, compresi esseri umani. Ciò che non produce reddito non serve a nulla. Ci può essere un sindaco sceriffo ma non farà altro che spostare il degrado nelle città vicine. Credo che la soluzione, per quanto utopica, sia quella di non voltare la testa sempre dall'altra parte. E diffidare da chi grida al lupo solo nell'imminenza delle elezioni.

    • quindi secondo il tuo ragionamento Berlusconi non può avere nessuna colpa riguardo la crisi,che è un fenomeno mondiale? uhm

      • Riguardo la crisi della finanza sicuramente no. No è così però riguardo la crisi italiana, che non è solo finanziaria. Da noi la crisi è molto più grave che in altri paesi. Ha sempre dichiarato che da noi la crisi era solo propaganda comunista...... Durante il suo governo il debito pubblico è aumentato del 30%.  Ha pensato solo e sempre ai fatti suoi, senza entrare nel merito che fossero o non fossero leciti. Ha lasciato che la corruzione e l'illegalità dilagasse. Ha incoraggiato gli evasori fiscali.   Si è attorniato di personaggi corrotti e a dir poco spregevoli. Ha preso per i fondelli milioni di italiani, che gli avevano creduto, con colossali balle.  E' meglio che mi fermi qui. Lasciamo perdere gli schieramenti politici. Non si tratta di dx o sx. Ma in europa la dx ha ben altro spessore.   

        • il tuo post è emblematico hai scritto (su scala italiana) le stesse cose che si possono scrivere di Reggi su scala piacentina dimostrando,una volta di più,che ragioni da ultrà

  • Se sui binari hanno trovato 1 barbone.. se vanno all'interno del complesso industriale abbandonato di fronte al parcheggio borgofaxall, ne trovano molti altri....leggo le solite tiritere di chi vorrebbe difendere l'indifendibile... ma un sindaco di una città, di che cosa si dovrebbe mai occupare se non risanare il degrado di zone come queste ? queste persone sono vere e proprie bombe batteriologiche che di giorno vivono in mezzo agli altritrasmettendo malattie e quant'altro...complimenti a chi ha realizzato il servizio.

  • Brutale brutale, se il tipo e' li' da 3 mesi, il giornalista e' arrivato tardi e quindi a maggior ragione tutto il resto. Ma qualcuno pensa forse che i sindaci abbiano la macchina per fare soldi ? Qualcuno pensa forse che la Moratti girasse per Quartoggiaro sola soletta ? Non ci gira Pisapia. Oppure che Alemanno frequenti i sottopassi del Grande Raccordo Anulare ? Mai l'ha fatto Rutelli. Di cosa c'e' da meravigliarci ? In piazza Duomo un negozio vendeva da anni e anni e oggi sappiamo che nessuno lo conosceva all'Agenzia delle entrate.... e quelli son pagati per trovarli. Non facciamo i qualunquisti, e diamo un occhio anche alla donna italiana che lo ha sposato e poi gli ha voluto talmente tanto bene, che nemmeno si e' preoccupata di dove e' finito a dormire.

    • oh eccolo,è arrivato il servo con motivazioni incredibili eh pistolino passo,è ovvio che si attacca il sindaco ma lo si fa a nome della giunta che presiede,capisco che il vostro amatissimo aveva troppo da fare in giro per l'Italia (record di km con auto blu,ricordiamolo),ma su quelle cacchio di sedie al municipio siedono fior di cervelloni che il @#?*%$ per la città lo possono pure muovere..

  • Avatar anonimo di mackita mackita
    mackita mackita

    palazo ufzzi =piacenza 74

  • Avatar anonimo di ugo
    ugo

    Cleo mi ha questo perchè ho messo due condor cme avatar!Da ragazzo leggevo Tex che arrivava sparava ai condor e salvava il malcapitato preso di mira dai rapaci. Può sembrare una pirlata ma io spero che nel nostro paese che di queste storie è pieno arrivi un Tex a fare piazza pulita.Sindaco sei il capo e lì c'è sporcizia, ma manda qualcuno in giro a vedere questa città che sta precipitando in una sorta di terra di nessuno.Non si può solo dire che la situazione è grave ma migliora, non si può dire che ci sono i bravi stranieri e 5 o 6 delinquenti. Bisogna intervenire prima che sia troppo tardi,bisogna che la città trovi le sue difese verso questa delinquenza.

    • D'accordo Tex, io allora sarò Kit Carson!

  • il sindaco Reggi non ha tempo per queste quisquilie, deve occuparsi di far costruire il "suo" palazzo uffici , però ci sono le circoscrizioni che a qualcosa dovrebbero servire, visto che i consiglieri "dovrebbero" conoscerlo il loro quartiere visto che ci vivono? nessuno dei residenti ha mai segnalato questo degrado? e il famoso giornale locale, aspetta che siate voi de Il Piacenza a documentare questo scempio? ah noooo il giornale locale deve procurarsi le condoglianze per i defunti con relativa foto. Questo si che rende

    • Lucilla, ma IlPiacenza E' UN GIORNALE LOCALE. E come tale deve occuparsi di ciò che crede o no? Non c'è mica solo la Libertà a Piacenza (e meno male!) ;)

      • e meno male si, ma se non erro anche libertà è un giornale locale; non credo proprio che venga letto da un milanese o un palermitano

  • Innanzi tutto complimenti per il servizio.... Mi sorge spontanea una domanda: "ma questa era mica la città , vantata da Reggi e compagni, a misura di bambino??? ". Io i bambini lì non lì manderei ma di certo potrebbero addentrarcisi da soli All'insaputa dei genitori.... e se poi succedesse un incidente? Il problema è che questa amministrazione è troppo intenta ad operare in quei pochi luoghi dove passano le persone che gli daranno il voto, ma del resto che accade non in primo piano se ne fregano. Dire che nascondono lo sporco sotto il tappeto mi pare una metafora azzeccata. Bravo sindaco pensa pure a palazzo uffici.

  • Tutto ció accade nella civile Piacenza nell'anno 2012. Completamente colonizzati da varie razze indefinite (vedasi via Campagna ieri)...

  • Nessuno gli ha detto di venire a Piacenza. Stava a Rabat....e nessuno se ne accorgeva

    • Dimostriamo per una volta che lo abbiamo a cuore. Paghiamogli un biglietto di sola andata per casa. Non è bello dormire in un tunnel quando ci sono -20°C.

    • che commento del ca....

      • sara' pure un commento del ciulla , ma e' anche l'amara realta . ormai non ce ne' piu manco  per i nostri.........non solo per chi viene da rabat . fra un po' diiremo "se  restava a bettola o a marsaglia non finiva a vivere li ....

      • io aspetto che arrivi il servo di Reggi a dire che non è colpa del sindaco se ci sono situazioni così orribili a 2 passi dal centro (ma c'era da far su la cavallerizza,non si poteva controllare anche lì..)

    • io pensavo ai piacentini che tra breve (se non cambiano le cose) andranno a fargli compagnia...

  • Che tristezza... Ma è la realtà, e tutto ciò mi lascia perplesso

  • Occhio non vede, cuore non duole...

  • Bel servizio; speriamo sia anche utile.

Notizie di oggi

  • Politica

    «Troppi minori stranieri da gestire? Quelle di Cugini sono lacrime di coccodrillo»

  • Cronaca

    Lascia l'appartamento in affitto e abbandona armi e munizioni. Denunciato 62enne

  • Cronaca

    Sfondano il vetro e fanno razzia di sigarette. Ennesimo colpo al bar di Roncaglia

  • Incidenti stradali

    Selva di Ferriere, esce di strada in auto: ferito 57enne

I più letti della settimana

  • Appartamento in fiamme, 74enne muore carbonizzata. Carabiniere salva un'anziana invalida

  • Si ribalta con l'auto in via Motti, ferito un uomo

  • Piacentina vittima del terremoto: donna trovata sotto le macerie di Amatrice

  • Via Conciliazione, proseguono i lavori per il nuovo supermercato

  • Scontro tra un'auto e una moto: ferito un uomo

  • Violento tamponamento a Gossolengo, auto finisce fuori strada: tre feriti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento