Edificio abbandonato in via Roma diventato rifugio per stranieri

Un edificio di via Roma in stato di semi abbandono era divenuto nelle ore notturne il rifugio improprio di un gruppo di stranieri. A notarlo alcuni residenti della zona che hanno presentato un esposto alla Polizia Municipale. Gli agenti del Comando di via Rogerio sono intervenuti nei giorni scorsi attivando specifici servizi di monitoraggio e osservazione

Un'immagine di un giaciglio nell'edificio

Un edificio di via Roma in stato di semi abbandono era divenuto nelle ore notturne il rifugio improprio di un gruppo di stranieri. A notarlo alcuni residenti della zona che hanno presentato un esposto alla Polizia Municipale. Gli agenti del Comando di via Rogerio sono intervenuti nei giorni scorsi attivando specifici servizi di monitoraggio e osservazione, procedendo anche al controllo dello stabile la cui porta d’ingresso e le inferiate sono risultate divelte.

La presenza di immondizia e coperte sia all’interno dell’alloggio che nell’aria cortilizia hanno confermato l’utilizzo dello stabile come rifugio da parte di alcuni soggetti sconosciuti e non rintracciati al momento del controllo. Il proprietario dell’edificio è stato quindi diffidato a provvedere alla chiusura degli accessi, per la custodia e vigilanza dei beni immobili non occupati.

Potrebbe interessarti

  • Requisiti Reddito di cittadinanza, come fare domanda e quali regole rispettare

  • I trucchi per avere abiti perfetti senza stiratura, anche durante le vacanze

  • Perché smettere di stirare? Vantaggi e consigli

  • Ricetta della sangria, consigli per un aperitivo estivo

I più letti della settimana

  • Migliaia di rotoballe divorate dalle fiamme nella notte, nel rogo muoiono anche alcuni bovini

  • Arrestata per omicidio a Ravenna, a Piacenza era già finita nei guai per stalking e resistenza

  • Omicidio in piadineria a Ravenna, la coppia è di Travo

  • Cade da una scala, muore operaio

  • Grave dopo la caduta dal secondo piano

  • Travolto in bici da un furgone, grave un bambino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento