Ennesimo arresto per Zuffada: evade dai domiciliari per telefonare

Marco Zuffada ancora nei guai: imputato per stalking e molestie, avrebbe dovuto trovarsi in casa agli arresti domiciliari. I carabinieri invece stamattina lo hanno sorpreso in una cabina telefonica di via Gobetti. Forse già lunedì la direttissima, stavolta rischia il carcere

Ancora guai per Marco Zuffada, il piacentino di 38 anni noto per i suoi guai giudiziari dovuti alle varie accuse di stalking e molestie nei confronti di ragazzine minorenni. E noto anche perché ha sempre dimostrato di essere un po' allergico agli arresti domiciliari. Già qualche volta infatti è stato sorpreso dai carabinieri di Piacenza mentre era fuori casa, quando invece avrebbe dovuto trovarsi tra le quattro mura della sua abitazione.

Questa mattina, 1 gennaio,  infatti è arrivato per lui l'ennesimo arresto per evasione. Stavolta i carabinieri della stazione Levante lo hanno trovato mentre telefonava bellamente da una cabina telefonica. La pattuglia stava infatti transitando in via Gobetti (siamo nella zona di via Manfredi, vicino all'abitazione di Zuffada) quando ai militari dell'Arma non è certo sfuggito il volto a loro ben noto di quell'individuo che stava telefonando dal posto pubblico. Mentre invece avrebbe dovuto essere in casa visto che risulta ancora sottoposto alla detenzione domiciliare.

L'ARRESTO - Per lui sono scattate inevitabilmente le manette e ora si trova nella cella di sicurezza della caserma dei carabinieri in via Beverora. Probabilmente già lunedì mattina verrà processato per direttissima, ma ora - dati gli altri precedenti sempre per evasione - si potrebbe profilare sempre di più per lui la detenzione in carcere alle Novate. Sarà il giudice a decidere in merito anche a questo aspetto al termine della direttissima. L'avvocato di fiducia, il piacentino Francesco Monica, al momento si è limitato a dire di essere in attesa di vedere gli atti dell'arresto, e vedere di chiarire quali fossero le reali intenzioni del suo assistito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'incubo è finito", Dino De Simone è stato ritrovato: sta bene

  • Tre acconciature da fare prima di andare a letto per avere boccoli morbidi e voluminosi al mattino

  • Travolto e ucciso in bici mentre tornava dal lavoro nei campi

  • Falciato sulle strisce da un'auto pirata, grave un uomo

  • «Sono fuggito dopo aver investito quell'uomo». Si costituisce il pirata di Vigolzone

  • Travolto da un'auto mentre va al lavoro, grave un uomo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento