Borbone di Parma, celebrazioni e conferimento degli ordini dinastici della Reale e Ducale Casa

Alla principessa Luisa Irene il titolo di Marchesa di Castell’Arquato. Poi serata di gala al castello di Rivalta

Ogni anno la Reale e Ducale Casa di Borbone Parma, rinnova il senso di appartenenza al territorio ed evidenzia le radici nella storia antica delle città di Parma e Piacenza e della nazione, con eventi quali il conferimento di ordini e insegne e per rinnovare l’impegno alla realizzazione degli ideali che accomunano coloro che si riconoscono nei valori rappresentati dalla Casa, in particolare con opere culturali e benefiche. I principi Carlo Saverio e Annemarie di Borbone Parma, duchi di Parma e Piacenza, unitamente alle figlie, principesse Luisa Irene e Cecilia Maria, saranno presenti alle cerimonie, dove saranno conferite le onorificenze dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio (autorizzate all'uso dalla Repubblica Italiana ai sensi della legge 3 marzo 1951 numero 178): a Parma venerdì 29 settembre 2017 e a Piacenza il giorno successivo, sabato. A Parma - dove sono programmati incontri, visite e funzioni concluse con un cocktail - il Duca, nel corso del Capitolo Generale dei Cavalieri, conferirà importanti nomine tra le quali alla Principessa Luisa Irene il titolo di Marchesa di Castell’Arquato e alla Principessa Cecilia Maria il titolo di Contessa di Berceto. Queste nomine - evidenzia il capo del cerimoniale avvocato Guido Agosti- vogliono essere un segno tangibile di un legame con un territorio: infatti il Principe Carlo Saverio, concedendo un titolo che fa parte del suo patrimonio dinastico familiare, vuole sottolineare il collegamento che esiste con questi territori e con le persone che li abitano. Questi antichi titoli feudali parmensi e piacentini, oggi intendono rappresentare i due territori di Parma e di Piacenza, la pianura e la montagna, l’asse Est-Ovest della via Emilia, e l’asse Nord–Sud verso il mare, con luoghi di particolare eccellenza storica, artistica e turistica. I motivi che spingono i Duchi di Parma e Piacenza a questa scelta, nascono dal fatto che sentono di fare  parte di questa terra e desiderano sempre di più trasmettere ai loro figli quelle che sono le loro radici, gli immutati sentimenti verso questa terra, mantenere e fare crescere un legame, che è soprattutto un rapporto fra persone e la loro storia. La Famiglia Ducale sarà sabato 30 settembre alle ore 10.20 nel Municipio di Castell’Arquato per  un incontro con il Sindaco Ivano Rocchetta e per una visita alle bellezze del borgo.

BENEMERENZE E ONORIFICENZE PIACENTINE

Alle ore 17 a Piacenza nella sala dell’anticamera del Trono Palazzo Farnese, avverrà la cerimonia dei conferimenti a coloro che hanno conseguito meriti personali verso la Real Casa di Borbone Parma o che, con la propria professione, hanno acquisito particolari meriti verso le Civiche Comunità di Parma e Piacenza o anche in ambiti internazionali. Riceverà la Medaglia di benemerenza la Signora Carolina Franceschetti. Saranno insigniti come Cavalieri dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio diversi esponenti della nobiltà piacentina, italiana ed europea, fra i quali i marchesi Ubertino e Galvano Landi di Chiavenna, le nobili, Francesca, Ludovica, Caterina dei conti Zanardi Landi di Veano, il conte Francisco de Sousa Coutinho de Calheiros, la nobile Maria Teresa dei Conti Manfredi. Riceveranno l’importante onorificenza anche esponenti delle autorità locali e forze dell’ordine fra i quali il dott. Salvatore Arena, Questore di Piacenza, il dott. Stefano Vernelli, dirigente della Digos della Questura di Piacenza, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Piacenza Colonnello Daniele Sanapo, il dott. Piero Romualdo Vergante, Comandante della Polizia Municipale di Piacenza, il dott. Massimiliano Campomagnani, Vicecomandante della Polizia Municipale di Piacenza, il Capitano dei Carabinieri Giuseppe Fiore di Fidenza, la dottoressa Marilena Razza, Vice Prefetto della Prefettura di Piacenza, il Maresciallo Maggiore dei Carabinieri Marco Orlando, Don Emanuele Massimo Musso, l’ing. Artemio Affaticati, il dott. Angelo Ghiretti. Sarà infine nominato Commendatore del medesimo Ordine il dott. Bruno Pavesi. Riceverà infine il prestigioso riconoscimento, della Medaglia della “Carità Coraggiosa” in argento, l’Associazione Nazionale Carabinieri di Piacenza. Tale onorificenza, istituita nel 1836, vuole premiare azioni di carità e di coraggio fatte a scapito della propria sicurezza personale, in circostanze di qualsiasi pubblica calamità, oltre che per l'impegno e la dedizione verso gli altri. Alle ore 18.30, nella basilica di San Sisto sarà celebrata dal Vescovo Mons. Gianni Ambrosio, la Santa Messa per i Cavalieri degli Ordini Dinastici, presente anche il vescovo Giorgio Corbellini. Infine, alle ore 20.30, nel Castello di Rivalta, gentilmente ospitati dalla contessa Franca Zanardi Landi di Veano Ardissone si svolgerà una serata di gala per sostenere le iniziative di solidarietà e cultura della Associazione Cavalieri Ordini Dinastici della Real Casa di Borbone Parma, di cui è presidente il conte Orazio Zanardi Landi di Veano.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Che notizie.mi ha svoltato,la,giornata.sapere che nel 2017 c'è ancora qualcuno che gioca a fare il conte o il marchese mi fa ridere

Notizie di oggi

  • Attualità

    Il “basulon” della montagna piacentina: «In alcune frazioni vado per una sola persona»

  • Attualità

    “Montagna viva”, l'Appennino piacentino merita un futuro

  • Politica

    Elezioni del Consiglio provinciale, ecco i candidati di centrodestra e centrosinistra

  • Cronaca

    Lite con il controllore sul bus e droga negli slip: patteggia e torna libero, era già stato espulso

I più letti della settimana

  • Inciampa al buio, cade da un muretto e muore sul colpo

  • Auchan, San Rocco si difende: «Piacenza non ha voluto partecipare alla discussione»

  • Tragico schianto contro un tir, muore 52enne

  • Si schianta contro un tir e muore

  • «Piacenza non ha una classe dirigente all'altezza, troppo rissosa e autoreferenziale»

  • Esce per andare a lavorare e si trova la Bmw senza volante e cruscotto

Torna su
IlPiacenza è in caricamento