A Borgonovo si brinda a ortrugo nella prima tappa del Valtidone Wine Fest

Un successo senza precedenti ha aperto la quarta edizione del Valtidone Wine Fest - come da tradizione inaugurato a Borgonovo in abbinamento con la sagra della Chisöla, la focaccia coi ciccioli prodotto De.Co. del comune della Val Tidone - prima delle tappe di Ziano, Nibbiano e Pianello.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

Un successo senza precedenti ha aperto la quarta edizione del Valtidone Wine Fest - come da tradizione inaugurato a Borgonovo in abbinamento con la sagra della Chisöla, la focaccia coi ciccioli prodotto De.Co. del comune della Val Tidone - prima delle tappe di Ziano, Nibbiano e Pianello.

Dopo l’anteprima di giovedì sera, con il concerto di ghironda con musica e canti tradizionali e popolari, nella splendida cornice del cortile interno del Castello di Castelnovo, il Valtidone Wine Fest si è trasferito nel fine settimana nel capoluogo valtidonese, prima per gli aperitivi a base di ortrugo nei bar aderenti, sabato sera, e poi per la manifestazione vera e propria della domenica, arricchita da un fitta serie di appuntamenti e iniziative.

Il Presidente della Provincia, Massimo Trespidi, insieme al Sindaco di Borgonovo, Roberto Barbieri e i rappresentanti delle amministrazioni comunali della Val Tidone, ha tagliato ufficialmente il nastro, ricordando l’importanza della manifestazione, voluta quattro anni fa dall’ente provinciale per promuovere il vino e i territori di questa parte del piacentino. Dopo la premiazione della Tenuta La Pernice di Maria Poggi Azzali, vincitrice del Premio Eccellenza 2013 per il miglior ortrugo dell’anno – portandosi a casa il dipinto appositamente confezionato dal maestro Francesco Summo – si è passati alla degustazione vera e propria.

Sotto il tendone del Wine Fest si sono quindi presentate ben 26 cantine e aziende agricole della Val Tidone, che hanno potuto far conoscere i propri deliziosi vini a un pubblico numeroso ed entusiasta. Ospite d’onore della manifestazione un prestigioso vino proveniente dall’Abruzzo, il Montonico della Cantina La Quercia che ha incantato i palati degli appassionati.

Il piacere del buon bere, ma anche del conoscere il lavoro delle nostre cantine, la passione per la terra e per il nostro territorio hanno caratterizzato tutta la giornata, grazie anche alle degustazioni guidate da sommelier professionisti.

“E’ una manifestazione in continuo crescendo – ha sottolineato il Sindaco Barbieri – La presenza di così tanta gente, ma anche l’interesse che avvertiamo da parte di turisti che hanno prenotato nelle nostre strutture ricettive per gustarsi l’evento e anche della stampa specializzata, ci conferma della bontà della nostra scelta di voler valorizzare insieme i vini della Val Tidone. Ringrazio le cantine, i produttori che oggi sono presenti, l’Amministrazione provinciale che ha creduto in questo evento, tutta l’Amministrazione di Borgonovo e gli uffici per il prezioso lavoro al fine della perfetta riuscita della manifestazione”.

Mentre nell’Auditorium della Rocca si è potuta visitare per tutta la giornata la mostra pittorica del Maestro Mario Attili e mentre i bar di Borgonovo si preparavano per un’altra serata di aperitivi Happy Ortrugo, il Valtidone Wine Fest guardava già al prossimo appuntamento, domenica prossima, 8 settembre, a Ziano, per Sette Colli in Malvasia.

Torna su
IlPiacenza è in caricamento