Amazon, Giuseppe Tonani è il primo dipendente italiano a raggiungere la pensione

Residente nel lodigiano, venne assunto nel 2011 a 59 anni poco dopo l’apertura del centro di Castelsangiovanni

Giuseppe Tonani

Attivo dal 2011, quello di Castelsangiovanni è il primo centro di distribuzione realizzato da Amazon in Italia. Oggi il sito del piacentino coglie Tonaniun nuovo primato, dato che il primo dipendente dell’azienda in Italia a raggiungere la pensione è impiegato proprio nel sito emiliano: Giuseppe Tonani, ex elettricista residente nel lodigiano, a fine mese concluderà la propria carriera lavorativa avendo raggiunto i limiti di età per la meritata pensione.   L’inizio del percorso lavorativo di Giuseppe in Amazon coincide con i primi mesi di attività del centro di distribuzione di Castello. A causa della crisi economica, nel 2010 la società dove lavorava è stata messa in liquidazione e si è ritrovato disoccupato a 59 anni. Giuseppe non si è perso d’animo ed ha ricominciato a cercare lavoro candidandosi per varie posizioni in diverse aziende finché, nell’agosto del 2012, gli è stato offerto un lavoro presso il sito nel piacentino.  La sua esperienza in Amazon è iniziata ricoprendo il ruolo di packer, occupandosi quindi di imballare e preparare gli ordini per la spedizione ai clienti. Dopo alcuni mesi su indicazione del suo manager, resosi conto delle sue competenze, gli è stato proposto di occuparsi delle attività di piccola manutenzione del magazzino. «Il mio trascorso lavorativo da elettricista mi ha permesso di dare un piccolo contributo all’espansione dello stabilimento di Castel San Giovanni - commenta Giuseppe, che negli anni ha visto crescere il sito piacentino, in linea con lo sviluppo del network logistico dell’azienda nel Paese.  «Ero il più vecchio qui dentro e ho sempre lavorato fianco a fianco insieme a colleghi anche molto più giovani senza che la Tonani-2differenza di età sia mai stata un ostacolo nello svolgimento delle nostre mansioni. Qui in Amazon, quando mi veniva affidato un compito, mi è sempre stato lasciato ampio spazio di manovra su come portarlo a termine: la mia esperienza e preparazione sono sempre state riconosciute» - conclude Giuseppe. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio porta il coniuge trans a prostituirsi: «Arrotondiamo il bilancio familiare», denunciati

  • Coronavirus, la curva rallenta ma ci sono ancora 25 morti: in tutto 447 da inizio epidemia

  • La situazione nei comuni del Piacentino aggiornata al 25 marzo

  • La situazione nei comuni piacentini aggiornata al 24 marzo

  • «Un anziano ammalato di Covid in gennaio a Piacenza potrebbe essere il paziente 1». Inchiesta di Report in una clinica piacentina

  • Covid-19: Piacenza piange altri 30 morti in un giorno. I contagi rallentano

Torna su
IlPiacenza è in caricamento