«Un dialogo costruttivo con l’Ausl per migliorare sempre più il servizio in agriturismo»

Gianpietro Bisagni

«Un dialogo costruttivo con l’Ausl per migliorare sempre più il servizio in agriturismo». Esordisce così Gianpietro Bisagni, presidente di Agriturist Piacenza ed Emilia Romagna, in relazione all’incontro tecnico-formativo che si terrà in Confagricoltura lunedì 19 marzo, dalle 9,30 alle 12,30, dedicato ad approfondire tematiche sanitarie e rivolto agli operatori agrituristici. «Gli associati - continua Bisagni - hanno fatto esplicita richiesta di trattare argomenti quali il nuovo piano di prevenzione della salmonellosi avicola, le macellazioni aziendali avicole, la normativa che consente lo street-food alla produzione primaria, le criticità sanitarie legate alla conservazione e alla lavorazione degli alimenti. Queste tematiche costituiranno l’ordine del giorno che toccherà anche altri aspetti legati al settore, assecondando le richieste di chiarimento degli intervenuti». A rispondere ai quesiti sarà Gabriele Cialfi, veterinario che si occupa di igiene degli alimenti di origine animale all’Ausl di Piacenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Sarebbe interessante - riflette Bisagni - condividere anche le statistiche relative ai controlli effettuati negli ultimi anni nelle strutture agrituristiche e conoscere le casistiche che hanno rappresentato le maggiori criticità. Crediamo che questi momenti di incontro tra istituzioni e operatori possano incrementare livello di preparazione di quest’ultimi, con ricadute positive sulla qualità e sulla correttezza del loro lavoro, garantendo la sicurezza alimentare delle nostre produzioni». Agriturist Piacenza esprime apprezzamento per la disponibilità accordata e che valorizza l’approccio secondo cui le attività che riguardano i LEA (livelli essenziali di assistenza) non si limitano a funzioni di vigilanza e controllo ma garantiscono anche mansioni di prevenzione, assistenza e supporto.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbanda con il tir e viene sbalzato dalla motrice: gravissimo camionista

  • Un matrimonio in sospeso ma l'attività appena inaugurata riparte: Marco e Elisa, osti a Rompeggio

  • Dramma della solitudine: trovata senza vita in casa dopo tre mesi

  • Dall'inferno del Covid al ritorno a casa, ecco i vigili del fuoco che hanno vinto il virus

  • Carabinieri chiamati per una lite trovano il bar pieno di gente, multa e locale chiuso

  • Covid-19: Piacenza piange altre due vittime, solo due i contagiati in più

Torna su
IlPiacenza è in caricamento