Condifesa: «Ancora tempo per le polizze agevolate ma gli agricoltori devono affrettarsi»

Ancora pochi giorni per le assicurazioni agevolate agricole,«anche se è possibile che venga concessa una proroga dal Ministero per il ritardo delle semine e dei trapianti per il pomodoro, a causa delle abbondanti piogge di questo mese»

Sfolcini e Cavanna

Ancora pochi giorni per le assicurazioni agevolate agricole, ma è necessario affrettarsi «anche se - ricorda il direttore di Condifesa, Stefano Cavanna - è possibile che venga concessa una proroga dal Ministero per il ritardo delle semine e dei trapianti per il pomodoro, a causa delle abbondanti piogge di questo mese».

Il clima è cambiato: è un dato di fatto ed oggi le assicurazioni agevolate con il contributo fino al 70% del costo agevolato, devono diventare una consuetudine per gli agricoltori che vogliano tutelare il proprio reddito perché contro i danni dalle continue avversità, la professionalità e la tecnologia devono essere supportate anche da questi strumenti assicurativi.

«Certamente - ricorda il presidente, Gianmaria Sfolcini - dobbiamo rilevare con soddisfazione una maggiore attenzione da parte degli agricoltori a mettere in copertura fin da subito le produzioni agricole, ma vorremmo che l’utenza si ampliasse ulteriormente».

«Assicurarsi in tempo - ribadisce Cavanna-  serve al produttore ad avere meno giorni scoperti dalle garanzie; ricordiamo a chi ancora è abituato ad assicurare in ritardo, che i costi relativi alla polizza sono gli stessi, sia per chi assicura dal momento di semine e trapianto, sia per chi invece decide di aspettare. Pertanto consigliamo di attivarsi il prima possibile per cercare e scegliere la migliore copertura per i prodotti coltivati. Naturalmente Condifesa, in questo lavoro di consulenza, è a disposizioni degli agricoltori per chiarire eventuali dubbi ed effettuare i confronti necessari tra le proposte delle diverse compagnie. Ad oggi sono stati firmati accordi con oltre 10 compagnie assicurative ed altri sono in fase di stipula».

Sono molti ricorda ancora Cavanna gli associati che, quest’anno, scelgono di assicurare anche le avversità catastrofali (gelo-brina, alluvione e siccità); «anche se le ultime piogge hanno affievolito la preoccupazione, quella della siccità, restano altre preoccupazioni; anche il rischio gelo è sentito da diversi nostri associati in riferimento ad alcune produzioni o trapianti precoci».

Ma le polizze agevolate al 70% coprono ben 9 opzioni. Concernono rischi atmosferici come grandine, vento forte, eccesso di pioggia, bombe d’acqua, colpo di sole, sbalzo termico, sovente attivo in questa stagione. Si invitano quindi tutti gli agricoltori ad approfondire questa materia, in modo tale da capire esattamente i costi di polizza e le condizioni, per gli specifici prodotti, valutando bene l’entità del contributo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Treno di pendolari colpito dal carrello di un treno merci, quattro feriti

  • Tre acconciature da fare prima di andare a letto per avere boccoli morbidi e voluminosi al mattino

  • Gazzella dei carabinieri travolta da un'auto durante un controllo

  • A 17 anni scappa dalla polizia e si schianta contro il guard rail

  • Travolto da un'auto mentre va al lavoro, grave un uomo

  • Spunta un quadro nel giardino della Ricci Oddi, è identico al Klimt

Torna su
IlPiacenza è in caricamento