Consorzio Piacenza Alimentare: tanti progetti per valorizzare i prodotti del territorio

Un aperitivo di fine estate nella prestigiosa cornice dell’ex chiesa di Sant'Agostino. Lo ha organizzato il Consorzio Piacenza Alimentare per un incontro non solo dei soci ordinari e sostenitori, ma anche con le istituzioni

Un aperitivo di fine estate nella prestigiosa cornice dell’ex chiesa di S. Agostino a Piacenza. Lo ha organizzato il Consorzio Piacenza Alimentare per un incontro non solo dei soci ordinari e sostenitori, ma anche con le istituzioni, un momento di confronto ed approfondimento quindi con tutte le associazioni di categoria ed i Consorzi piacentini di tutela e promozione, i quali hanno avuto un’ulteriore possibilità di conoscersi e di confrontarsi anche con il nuovo presidente del Consorzio Piacenza Alimentare, Emanuele Pisaroni, insediatosi lo scorso giugno.

Per l’occasione sono state presentati gli eventi in corso tra cui vanno menzionati gli appuntamenti internazionali già in calendario, tra cui la prossima fiera ANUGA di Colonia (dal 5 al 9 ottobre), cui seguiranno Bellavita a Londra a novembre, ed altri importanti appuntamenti quali il Foodex Tokyo, Cibus Parma, PLMA Amsterdam per citare solo i primi mesi del 2020.

Conduttori d’eccezione della serata sono stati Edoardo Raspelli e la giornalista di Food, Sara Colonna. Presente per l’occasione anche la troupe televisiva di Rete 4 della trasmissione “Parola di Pollice Verde” di Luca Sardella che ha raccolto le testimonianze dei produttori per realizzare una puntata speciale dedicata al Consorzio e a Piacenza. La puntata dedicata ai prodotti piacentini andrà in onda a novembre sulla rete Mediaset con alcuni minuti trasmessi anche all’interno di “Striscia la notizia”. “Anche questo- ha detto Pisaroni- è un mezzo per promuovere la nostra provincia. 

Dopo i saluti del sindaco di Piacenza, Patrizia Barbieri (una progettualità condivisa, crescere in sinergia investendo nella formazione) e del presidente dalla Camera di Commercio di Piacenza Alfredo Parietti (noi sempre al fianco del Consorzio per la sua crecita), si è svolta una tavola rotonda coordinata da Edoardo Raspelli con Sara Colonna nel corso della quale Emanuele Pisaroni, presidente Consorzio Piacenza Alimentare ha parlato dell’attività e dei progetti del Consorzio, mentre il vice presidente Stefano Perini ha illustrato gli sviluppi del progetto portato avanti dal Consorzio e finanziato dalla Camera di Commercio di Piacenza “Destinazione Piacenza” che ha come obiettivo l’individuazione e la messa in atto di una strategia di sviluppo turistico del territorio di Piacenza attraverso i produttori e le loro eccellenze, incentivando il turismo enogastronomico, un dibattito nel corso del quale è intervenuto anche il giornalista e gourmet Giorgio Lambri.

La suggestiva ex-chiesa di S. Agostino, imponente edificio cinquecentesco progettato da Bernardino Panizzari, più grande persino del Duomo di Piacenza, è stata anche la cornice dell’esposizione dei prodotti dei soci del Consorzio, esalatati dal sapiente gioco di luci predisposto da Davide Groppi. Prodotti di qualità che sono stati anche la base del ricco menu predisposto dallo chef dell’Osteria del Morino di Caorso.

Insomma un momento di incontro particolarmente gradito ed affollato per un Consorzio in perenne crescita. E’ stato ricordato che il Consorzio Piacenza Alimentare nato nel 1980 per avviare il processo di internazionalizzazione delle piccole e medie imprese piacentine del comparto agroalimentare, interessate ad esportare i loro prodotti di strada ne ha fatta già molta. Attualmente comprende infatti quasi un centinaio di aziende, ambasciatrici di differenti settori merceologici ed è il consorzio per l’export agroalimentare più grande d’Italia. Il Consorzio infatti non annovera solamente produttori delle più note eccellenze enogastronomiche del territorio come vini, salumi e formaggi, ma include anche produttori di farine, conserve di frutta e verdura, salse, condimenti, conserve di pomodoro, pasta fresca, prodotti da forno, prodotti dolciari, liquori, caffè e tanto altro. Numerose sono le iniziative che il Consorzio studia e pianifica ogni anno per sostenere l’internazionalizzazione delle aziende, dalla partecipazione alle fiere di settore più importanti a livello internazionale agli incontri con buyer e operatori commerciali stranieri.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una coop creata per truffare lo Stato e fare soldi, 135 dipendenti senza contributi: scoperta maxi evasione

  • Sbalzato dall’auto che si ribalta nel campo, muore un 51enne

  • Si pente della droga e in confessione ne lascia un chilo e mezzo al parroco

  • Rapinato e picchiato sotto casa

  • Presidente del Vigolo aggredito a bastonate e rapinato, è grave

  • Cade e batte la testa su una lamiera, grave una donna

Torna su
IlPiacenza è in caricamento