Cooperazione sociale, rinnovato il contratto nazionale: a Piacenza settore da oltre 2500 lavoratori

I sindacati: «Consegneremo i nuovi minimi contrattuali all'ispettorato provinciale del lavoro»

Lavoratori e lavoratrici che hanno a che fare con le parti più “estreme” e più fragili della società: bambini e anziani. A Piacenza sono tra i 2.500 e i 2.800 i lavoratori interessati dal rinnovo del contratto collettivo nazionale della Cooperazione sociale, che dopo sette anni di “vacanza” è stato rinnovato alla fine di maggio dai sindacati confederali e dalle principali centrali cooperative. I contenuti dell'intesa sono stati illustrati in una conferenza stampa in sala Guido Rossa in Camera del Lavoro da Giovanni Baiardi (Fp Cgil), Alberto Canepari (Cisl Fp) e Gianmaria Pighi (Uil Fpl). Sette anni, dicevamo, che il CCNL era scaduto. Dopo lunghe trattative la pre-intesa è stata sottoposta ai lavoratori piacentini nei mesi di marzo e aprile, mentre a maggio è arrivata la sigla finale dopo il via libera della base. Sono oltre 400mila in Italia i lavoratori interessati, poco meno di 3mila a Piacenza. “E' un contratto atteso da diversi anni, tuttavia la mobilitazione prosegue – hanno spiegato i dirigenti sindacali – perché l'8 giugno è prevista una manifestazione unitaria a Roma: è stato siglato il CCNL 2017-2019, e a dicembre, quindi, sarà di nuovo in scadenza. Invitiamo i lavoratori a partecipare alla mobilitazione, alle assemblee e informarsi presso il proprio sindacato di riferimento. La posta in gioco è alta, e si può fare tanto” hanno spiegato Baiardi, Pighi e Canepari.

PARTE ECONOMICA

Nello specifico, il contratto prevede 300 euro lordi una-tantum di indennità per il periodo di vacanza contrattuale: 200 erogati a giugno e 100 a luglio. L'aumento è nell'ordine di 80 euro a regime per la categoria C-1, a regime da settembre 2020 e i cui primi effetti si vedranno a novembre 2019. “Andremo all'Ispettorato territoriale del lavoro per consegnare le tabelle dei nuovi minimi contrattuali. Al di là dei controlli, che vanno fatti, invitiamo pubblicamente già da oggi committenze pubbliche e private a tener conto del rinnovo contrattuale: occorre prevedere, nelle gare di appalto, i nuovi compensi orari perché in un comparto che opera con bambini, anziani e disabili la qualità dei servizi passa dalla soddisfazione dei lavoratori e puntando sulla qualità ad emergere saranno le cooperative più 'serie', ossia quelle che rispettano appieno accordi e contratti e che erogheranno, di conseguenza, i servizi migliori. Per questo richiamiamo tutti al rispetto rigoroso dei contratti nell'elaborazione delle gare d'appalto”.

PARTE NORMATIVA

“Una battaglia di civiltà è stata vinta” hanno commentato i tre sindacalisti. “I giorni di malattia relativo a cure salvavita come la chemioterapia è stato tolto dal periodo cosiddetto di 'comporto', oltre al quale il datore può lasciare a casa il lavoratore”. Inoltre, i tempi di vestizione saranno considerati, con il nuovo contratto, tempi di lavoro. Per quanto riguarda la previdenza integrativa, la quota a carico del datore di lavoro è passata dall'1 all'1,5 per cento. Pensione integrativa più alta senza oneri per i lavoratori, quindi, grazie al rinnovo di Cgil, Cisl e Uil.

CONTRATTO TERRITORIALE

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A livello provinciale i sindacati hanno ottenuto dal 2007 un “elemento retributivo territoriale”, ossia una sorta di premio di risultato che verrà erogato nel mese di agosto - la cui entità sarà definita a breve in base alla media dell'andamento economico di alcune realtà-campione. “Auspichiamo che le centrali cooperative intendano agire i nuovi strumenti che rilanciano la contrattazione territoriale: conosciamo le realtà del territorio e vorremmo, punto su punto, migliorarla grazie alle nuove possibilità di contrattazione decentrata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco, prima litiga con il buttafuori poi picchia i carabinieri e li manda all'ospedale: arrestato

  • Tragico tamponamento fra Tir, autista muore schiacciato nella cabina

  • «Al pascolo non mi manca nulla, volevo questa vita all'aria aperta»

  • Sestri Levante, piacentino riempito di botte per un cellulare

  • Schianto all'incrocio tra via Martiri e via Boselli, due feriti

  • Valtrebbia, domenica di controlli e sanzioni sulla Statale 45 e nel fiume

Torna su
IlPiacenza è in caricamento