Credito, calano i mutui ma prestiti in crescita

In Emilia-Romagna nel primo semestre 2019 il numero di richieste di nuovi mutui e surroghe ha fatto segnare un calo del 7,6% rispetto allo stesso periodo del 2018. Il calo è generalizzato, con l'unica eccezione di Reggio (+0,2%); le province con le contrazioni più sostenute sono Piacenza e Parma, -15,5% e -14,3%. A Bologna la flessione è stata pari a -9,8%. Lo rivela l'ultimo aggiornamento del Barometro Crif delle richieste di mutui e prestiti. Per quanto riguarda il numero di richieste di prestiti finalizzati all'acquisto di beni e servizi (come auto e moto, arredo, elettronica ed elettrodomestici, ma anche viaggi, spese mediche, palestre ecc), l'Emilia-Romagna ha fatto segnare nel primo semestre una crescita pari a +8,5% sullo stesso periodo del 2018. Rimini guida il ranking regionale con un aumento del +19,3%, seguita da Piacenza (+16,4%), Ravenna (+11,8%) e Parma (+10,0%). A Bologna l'incremento si è fermato al +8,1%. Anche per i prestiti personali, nel semestre l'Emilia-Romagna ha fatto registrare una crescita delle richieste rilevate, +3,7% sullo stesso periodo 2018, incremento più contenuto rispetto al livello nazionale (+6,3%). In regione, Modena è risultata la provincia con la crescita più consistente, +7,5%, seguita da Rimini (+6%) e Forlì-Cesena (+4,7%). A Bologna la crescita è stata pari a +3,7%. All'estremo opposto della classifica regionale Parma, sostanzialmente stabile (+0,1%). «Le previsioni per i prossimi mesi - anticipa Simone Capecchi, executive director di Crif - fanno ipotizzare un possibile rallentamento della spesa delle famiglie, in particolare per i consumi di beni durevoli, che potrebbe riflettersi sul ritmo di crescita delle richieste di prestiti, cui si contrappone un progressivo recupero da parte dei mutui di acquisto, mentre quelli di surroga sono destinati a ridursi ulteriormente».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Falciata mentre soccorre un automobilista, grave una ragazza

  • Dal Po affiora un cadavere nella diga di Isola Serafini

  • Sfigurata nello scontro mortale, per il riconoscimento servirà il test del Dna

  • Si ustiona con una pentola d'acqua bollente, gravissima

  • Resta grave la 23enne falciata da un’auto: sottoposta nella notte a un delicato intervento chirurgico

  • Con il tir sfonda il guard rail e precipita dal viadotto nel deposito Seta: è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento