Facoltà di Agraria: la ricerca internazionale punta sui giovani

La Cattolica di Piacenza si aggiudica il bando della Fondazione Cariplo per il reclutamento di giovani ricercatori. Oggetto della ricerca l'impatto dei pesticidi chimici e naturali sull'agricoltura

I ricercatori della facoltà di Agraria della Cattolica

La Facoltà di Agraria si è aggiudicata il bando di concorso con cui la Fondazione Cariplo mette a disposizione risorse economiche per avviare progetti di ricerca internazionali con il coinvolgimento di giovani ricercatori. Attraverso il progetto presentato dalla facoltà della Cattolica di Piacenza, il cui responsabile è il professor Marco Trevisan, direttore dell'Istituto di Chimica Agraria ed Ambientale, verrà studiato l’effetto che i pesticidi di origine chimica e naturale hanno in agricoltura: impegnati in questo studio saranno Edoardo Puglisi, ricercatore e coordinatore operativo del progetto, e Sotirios Vasileiadis, post-doc (ovvero detentore di una borsa post dottorato), della facoltà di Agraria dell’Università Cattolica di Piacenza e altri due giovani dottorandi italiani che saranno selezionati all'interno di scuola di dottorato Agrisystem. Il gruppo sarà guidato da Dimitrios Karpouzas, dell’Università di Thessaly uno dei più autorevoli ricercatori internazionali sul tema dell’impatto dei pesticidi in agricoltura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il progetto “Composti agrochimici naturali e di sintesi: impatto ecologico sull’ecosistema suolo e degli effetti sulle produzioni vegetali”, consentirà ai giovani ricercatori di acquisire competenze trasversali e multidisciplinari, poiché svolgeranno attività nei settori della chimica, della microbiologia e delle biotecnologie. Un’iniziativa d’eccellenza che porterà a un duplice risultato: la creazione di un gruppo altamente produttivo di giovani ricercatori guidati da un prestigioso ricercatore straniero, capace di contribuire all’implementazione della qualità della ricerca applicata in agricoltura e contemporaneamente promuovere un’ottimizzazione delle produzioni vegetali nel territorio italiano attraverso lo studio e il confronto tra pesticidi di origine chimica e naturale, sia a livello di laboratorio che di campo, per ultimo valutare gli effetti che questi hanno  sulla struttura e la funzionalità del suolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il ragno delle banane sbarca in Europa: ecco una delle creature più velenose del mondo

  • «L'ho vista inciampare e cadere a terra», tragedia in piazza Duomo: muore una donna

  • Sbanda con il tir e viene sbalzato dalla motrice: gravissimo camionista

  • Esce di strada e si ribalta piu volte nel campo, 24enne all’ospedale

  • Dà fuoco alla tenda di un senzatetto mentre lui dorme: «Sono vivo per miracolo»

  • Dramma della solitudine: trovata senza vita in casa dopo tre mesi

Torna su
IlPiacenza è in caricamento