giovedì, 30 ottobre 5℃

Rdb, in tribunale si decide il futuro. A breve la nomina dei commissari

E' cominciato il percorso che porterà i commissari giudiziali alla Rdb. Con probabilità saranno tre le persone che dovranno dire al Tribunale se la storica azienda di Pontenure potrà continuare a produrre oppure dovrà fallire. I tempi sono stretti

Giacomo Londra 13 luglio 2012
1

E’ cominciato il percorso che porterà i commissari giudiziali alla Rdb. Con probabilità saranno tre le persone che dovranno dire al Tribunale se la storica azienda di Pontenure potrà continuare a produrre oppure dovrà fallire. I tempi sono stretti, anche perché sono dettati dalla legge: entro 60 giorni si saprà che fine farà la Rdb.Il primo passo si è svolto questa mattina, 13 luglio, davanti al collegio dei giudici del Tribunale rappresentato dal relatore Giuseppe Bersani, da Marina Marchetti e da Maurizio Boselli, alla presenza del presidente del Consiglio di amministrazione della Rdb, Giampio Bracchi. I commissari - è probabile che siano tre - sono stati nominati dal ministero delle Attività produttive, anche a causa della grandezza dell’azienda e della gravità della situazione occupazionale che ha messo a rischio 800 posti di lavoro.

Annuncio promozionale

A dare il via libera al loro ingresso saranno i giudici, che oggi si sono riservati la decisione. Una decisione che, però, dovrebbe arrivare entro 24 ore.I commissari giudiziali avranno un mese di tempo per stendere una relazione nella quale indicheranno se l’azienda è in grado, in tutto o in parte, di continuare l’attività. Il contenuto della loro analisi sarà poi consegnato ai giudici, i quali decideranno se ammettere la Rdb all’amministrazione straordinaria. In caso di risposta affermativa, i commissari giudiziali renderanno conto del loro operato direttamente al ministero.Se, invece, il Tribunale dichiarerà lo stato di insolvenza, per la Rdb si apriranno le porte del fallimento.

Pontenure
crisi economica

1 Commenti

Feed
  • Avatar di Al Buslaner

    Al Buslaner che tristezza, non era fino a ieri una "eccellenza" piacentina?

    il 15 luglio del 2012