Seta, a Piacenza 500mila passeggeri in più nel 2016

Consenso unanime dei soci sulla gestione attuata dal Consiglio di Amministrazione. Nel 2016 cresciuti i passeggeri (+4,5%), acquistati ed immessi in servizio 112 autobus, effettuati ed avviati investimenti per oltre 18,5 milioni di euro. Condivisa anche la proposta di aumento di capitale, che sarà perfezionata nelle prossime settimane

Si è tenuta ieri presso la sede di Modena l’assemblea dei soci di Seta spa, convocata per esaminare lo stato di avanzamento del Piano Industriale 2016-2018. La relazione del Presidente Vanni Bulgarelli ha evidenziato le azioni più rilevanti messe in atto dal Consiglio di Amministrazione, finalizzate a perseguire i principali obiettivi indicati dai soci, e i risultati raggiunti sia sul piano economico sia su quello gestionale, nonché le criticità ancora presenti. L’assemblea ha espresso pieno apprezzamento per il lavoro svolto. E’ stata altresì illustrata e condivisa la proposta avanzata dal Consiglio di Amministrazione di aumento gratuito di capitale sociale da 11.997.658,56 euro a 13.997.268,32 euro. Tale proposta sarà formalmente perfezionata nelle prossime settimane, una volta conclusi gli iter formali di approvazione da parte degli organi istituzionali di alcuni soci.

PASSEGGERI + 4,5% E MAGGIORI INCASSI PER 1 MILIONE DI EURO

Sul fronte del servizio erogato e della qualità dell’offerta, il Presidente Bulgarelli ha relazionato ai soci sul sensibile incremento dei viaggiatori registrato nel 2016: complessivamente -  nei tre bacini provinciali serviti di Modena, Reggio Emilia e Piacenza - i mezzi Seta hanno trasportato 57.834.605 passeggeri, con un aumento di oltre 2,5 milioni di viaggiatori (+4,5% rispetto al 2015). Sia a Modena sia a Reggio Emilia si sono registrati oltre un milione di passeggeri in più, mentre a Piacenza l’aumento è stato di circa 500mila viaggiatori. Questo incremento ha ovviamente avuto effetti positivi sugli incassi da titoli di viaggio, cresciuti di 1 milione di euro, di cui la metà circa derivante dalle maggiori quantità vendute ed il resto equamente attribuito alla lotta all’evasione ed alle manovre tariffarie attivate a Modena e Reggio Emilia. Tale aumento della domanda ha evidenziato anche l’esigenza di potenziare alcune corse, compatibilmente con le risorse disponibili da parte delle agenzie, per ridurre gli affollamenti. Le indagini delle agenzie di Modena e Reggio Emilia sulla soddisfazione dei clienti confermano inoltre il positivo giudizio (7,2) da parte dell’utenza.

INVESTIMENTI: 18,5 MILIONI DI EURO IN MEZZI E TECNOLOGIE PER LA SICUREZZA

Nel 2016 sono stati acquistati ed immessi in servizio 53 autobus Euro 5, ai quali vanno aggiunti ulteriori 12 mezzi Euro 5 di prossima consegna e 47 autobus nuovi Euro 6 la cui consegna è già iniziata. E’ inoltre stata avviata l’installazione di sistemi di videosorveglianza a bordo dei mezzi urbani di Reggio Emilia e Piacenza, mentre a Modena sono già presenti da oltre dieci anni. Complessivamente, gli investimenti decisi e già avviati nel 2016 e che avranno effetti anche nel 2017 ammontano a 18,5 milioni di euro. Il Presidente Bulgarelli ha voluto inoltre sottolineare l’impegno per la manutenzione del parco mezzi, che ha comportato un investimento complessivo di 5,9 milioni di euro tra costi diretti e costi per ricambi, al fine di garantire la sicurezza e l’affidabilità degli autobus, tenuto conto che il necessario completo rinnovo di una parte della flotta richiederebbe una terapia d’urto di spesa oggi non praticabile.

GESTIONE DEL PERSONALE: ASSUNTI 58 DIPENDENTI, 900MILA EURO IN PREMIO DI RISULTATO

“Il personale e la qualità dell’impegno nel lavoro costituiscono la risorsa essenziale per un’azienda di servizi: per questo Seta nel 2016 ha proceduto alla selezione e preparazione professionale di 58 nuovi dipendenti, di cui 47 autisti” ha ricordato Vanni Bulgarelli. Tale complessivo rafforzamento ha prodotto una riduzione delle ore complessive di straordinario (-6,4% a Modena, -1,3% a Reggio Emilia, -12,1% a Piacenza) ed una riduzione delle ore di assenza a Reggio Emilia e a Piacenza, mentre si registra un aumento a Modena. Nel 2016 Seta ha avviato l’applicazione del nuovo Contratto nazionale di categoria, atteso da sette anni, che a regime comporterà un maggior costo di circa 2 milioni di euro l’anno ed aumenti medi di 100 euro al mese per ogni dipendente. Nell’ambito del tavolo aperto per definire l’armonizzazione contrattuale sollecitata dai soci pubblici è stato inoltre raggiunto un accordo con le organizzazioni sindacali sul trattamento economico dei nuovi assunti, con il riconoscimento di un aumento di 80 euro al mese. In aggiunta a queste due misure, grazie alla nuova impostazione del sistema incentivante definito dalla Direzione aziendale, nel 2016 l’ammontare complessivo del premio di risultato corrisposto ai dipendenti è cresciuto del 25% rispetto al 2015, attestandosi ad oltre 900 mila euro.

“In conclusione – ha dichiarato il Presidente di Seta – il Consiglio di Amministrazione ritiene conseguito l’obiettivo fondamentale del risanamento del quadro economico-finanziario dell’azienda, che va tuttavia consolidato e rafforzato. E’ chiara la consapevolezza che questi risultati sono frutto anche di favorevoli condizioni esterne (prezzo dei carburanti, fiscalità), forse non replicabili nel 2017. Lo sforzo condotto e da proseguire, quindi, è quello di mettere l’azienda nelle condizioni più favorevoli possibili, non solo per condurre al meglio i servizi assegnati, ma soprattutto per affrontare, con auspicabile successo, le gare per l’affidamento del servizio, che saranno svolte prossimamente nei bacini provinciali di nostra competenza, dalle quali dipende il futuro dell’azienda. Un sentito ringraziamento va al lavoro del personale che ha reso possibili tali risultati”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • A parole sembrerebbe un' azienda modello, eppure...........53 autobus messi in servizio? A Piacenza non se ne vedono!!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    «Uccidere il cinghiale? Scelta da incompetenti e incivili. Noi avremmo risolto senza sparare»

  • Cronaca

    «Gli invasi sono necessari, ma mai mettere l’ambiente contro l’economia»

  • Cronaca

    Addio a Stefano Rodotà, ideatore del Festival del Diritto

  • Incidenti stradali

    Cade in bici e batte la testa, grave un uomo a Vernasca

I più letti della settimana

  • Siccità, concesso lo stato di emergenza nazionale a Parma e Piacenza: in arrivo 8,6 milioni di euro

  • All'Itas Raineri è tempo di diplomi, sette studenti diventano enotecnici

  • Emergenza siccità, vertice in prefettura con il ministro dell'Ambiente Galletti

  • Fondazione di Piacenza e Vigevano, eletti i vicepresidenti

  • «Carenza medici, più borse di studio per la formazione». Le richieste dell'Ordine dei Medici

  • La finanza internazionale ci condiziona: «Colpa sua la distruzione dell’immobiliare e delle banche locali»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento