La facoltà di Agraria festeggia 60 anni con 17 nuove borse di studio

Per festeggiare i suoi 60 anni di ricerca e formazione (1953-2013) la facoltà di Agraria punta sui giovani. E lo fa sostenendo il talento delle menti migliori, degli studenti più motivati, favorendone lo sviluppo formativo grazie a numerose borse di studio

Il professo Lorenzo Morelli

Per festeggiare i suoi 60 anni di ricerca e formazione (1953-2013) la facoltà di Agraria punta sui giovani. E lo fa sostenendo il talento delle menti migliori, degli studenti più motivati, favorendone lo sviluppo formativo grazie a numerose borse di studio che, affiancandosi a quelle già previste per studenti e laureati, vanno ad arricchire le opportunità di accesso alla formazione di qualità delle ragazze e dei ragazzi che hanno saputo dimostrare di meritarselo. Per le matricole delle lauree triennali della facoltà di Agraria sono infatti disponibili 9 borse di studio Borse di studio “Philip Morris Italia s.r.l. - Coldiretti” del valore di € 2.500 riservate a studenti meritevoli che si iscriveranno ai corsi di laurea triennale in “Scienze e Tecnologie agrarie” e “Scienze e Tecnologie alimentari” della sede di Piacenza e Cremona, mentre per i nuovi iscritti alle lauree magistrali in “Scienze e Tecnologie agrarie”, “Scienze e Tecnologie alimentari” ed “Economia e gestione del sistema agro-alimentare - Agricultural and food economics” (il corso è tenuto in lingua inglese), sono previste 8 borse di studio annuali del valore di  € 3.500 ciascuna (6 borse di studio “Philip Morris Italia s.r.l. - Coldiretti” e 2 borse “Mario Gusmaroli”).

«Ci è sembrato il modo migliore per festeggiare il traguardo del sessantesimo raggiunto dalla facoltà di Agraria della Cattolica – sottolinea il preside, prof. Lorenzo Morelli – Oltre ad una serie di manifestazioni, che prenderanno il via il prossimo 15 ottobre con la visita del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Francesco Profumo, e che proseguiranno per tutto l’anno accademico, la facoltà si è fatta promotrice dell’attivazione di queste borse  per consentire agli studenti meritevoli e “motivati” di avvicinarsi al mondo agro alimentare e di entrare a far parte di una struttura, fra le prime in Italia e in Europa, che da 60 anni sviluppa ricerca e formazione al servizio dei cittadini».

«Abbiamo voluto che questa opportunità fosse equamente distribuita tra le matricole delle triennali e delle magistrali: esprimo un sentito ringraziamento a tutti gli enti che in questi anni, ancora oggi e mi auguro in futuro, hanno creduto e continueranno a credere nella qualità del lavoro che portiamo avanti attraverso la facoltà di Agraria, prima facoltà dell’Università Cattolica sorta per volontà di Padre Gemelli, a Piacenza». Una facoltà storica proiettata al futuro. I bandi delle Borse sono consultabili al seguente link: http://piacenza.unicatt.it/2578.html

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore travolta da un tir, stava andando a lavorare

  • Dal Po affiora un cadavere nella diga di Isola Serafini

  • Travolta in bici da un tir, muore una donna

  • Travolti da un'auto dopo un incidente: tre feriti, uno è un carabiniere

  • Si ustiona con una pentola d'acqua bollente, gravissima

  • «Dacci i soldi per tornare nel nostro Paese», parroco strattonato e rapinato in canonica

Torna su
IlPiacenza è in caricamento