Lavoratori dei multiservizi e pulizie, sciopero nazionale per il rinnovo del contratto

La delegazione piacentina

Sciopero nazionale e manifestazione nella giornata del 31 maggio a Roma per i lavoratori dei settori delle pulizie e dei servizi integrati/multiservizi. Oltre 600mila lavoratori si fermano per lo stop indetto dai sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti. L’obiettivo è «chiedere un salario dignitoso, diritti e tutele contro la precarietà e lo sfruttamento e per chiedere interventi legislativi sugli appalti, che garantiscano regole certe, trasparenza, legalità e servizi di qualità». I lavoratori si ritroveranno in piazza Bocca della Verità anche per reclamare il rinnovo del contratto nazionale, scaduto ormai da oltre 72 mesi, e per chiedere innanzitutto di essere considerati per l’importante lavoro che svolgono. Si tratta di quei lavoratori «che nessuno vede e pochi considerano, che permettono tutti i giorni a tutti i cittadini di utilizzare ospedali, scuole, tribunali, uffici, banche, poste, caserme, svolgendo servizi essenziali che permettono il funzionamento e il decoro di tali attività«, affermano i sindacati.

Potrebbe interessarti

  • Prurito dopo la doccia: allergie e possibili motivazioni

  • Perché smettere di stirare? Vantaggi e consigli

  • Come tenere lontano i parassiti dagli animali domestici

  • Smartphone, occhio al virus FinSpy

I più letti della settimana

  • Cade da una scala, muore operaio

  • Grave dopo la caduta dal secondo piano

  • Rissa tra due famiglie poi spunta un coltello: ferito un uomo

  • Scontro in curva tra una moto e un furgone: feriti due giovani

  • Travolto da un'auto sulla Castellana, gravissimo un ciclista

  • Tre chili e mezzo di cocaina purissima nell'armadio: «Ecco la droga per la movida piacentina»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento