Oil & Gas, il sottosegretario De Micheli: «Bene la proposta di Camisa sulle reti d'impresa»

«La proposta del presidente di Confapindustria Piacenza Cristian Camisa va nella direzione giusta, quella del rafforzamento di un settore industriale che resta strategico per nostro territorio, nonostante le difficoltà contingenti legate al crollo del prezzo del petrolio»

Paola De Micheli

"La proposta del presidente di Confapindustria Piacenza Cristian Camisa di creare una rete di imprese locali dell'Oil & Gas va nella direzione giusta, quella del rafforzamento di un settore industriale che resta strategico per nostro territorio, nonostante le difficoltà contingenti legate al crollo del prezzo del petrolio". Lo afferma il Sottosegretario all'Economia Paola De Micheli, che risponde alla sollecitazione di Camisa, per affrontare con una logica di sistema e di alleanze tra imprese il delicato momento dell'economia internazionale.

"Ho sempre pensato - aggiunge Paola De Micheli - che la tradizione produttiva dell'Oil & Gas radicata nella nostra provincia fosse un caposaldo non solo del nostro presente industriale, ma anche del futuro. Per questo, in occasione della visita a Piacenza di Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi, con gli infaticabili amici del PoGam, abbiamo lanciato due progetti che riguardano la formazione e l'innovazione del settore. La congiuntura economica legata alle basse quotazioni del greggio hanno messo in difficoltà molte imprese che operano in questo campo, ma questa situazione, legata a fattori geopolitici sovranazionali, costituisce uno stimolo ulteriore ad agire per rafforzare il comparto.

Nei prossimi mesi avvieremo la scuola di alta formazione, in collaborazione tra PoGam, produttori ed Eni, per i tecnici e gli operatori dell'Oil & Gas a Cortemaggiore, per consolidare il ruolo chiave del nostro territorio nello sviluppo di questo comparto produttivo. Stiamo procedendo anche sul versante dell'innovazione, per la creazione a Piacenza un "cluster" industriale sulla base di altri modelli già avviati in altri settori nel nostro paese. Anche in questo caso con la collaborazione dei grandi player nazionali e internazionali, come Eni e Saipem, le aziende, le università e i poli di ricerca. L'obiettivo è quello di organizzare un lavoro specifico sull'innovazione e sui servizi per mettere in atto il trasferimento tecnologico tra tutti i livelli di impresa, in questo ambito c'è anche l'opportunità di intercettare i finanziamenti europei. Nelle prossime settimane saremo in grado di dettagliare meglio queste novità".

"In questo contesto - conclude il Sottosegretario - sono favorevole alla proposta avanzata dal presidente di Confapindustria Camisa, che auspica la creazione di una o più reti di imprese dell'Oil & Gas per offrire una gamma di servizi integrati e per candidarsi insieme su uno scenario mondiale sempre più competitivo. In questo settore possiamo anche allargare i nostri spazi al resto dell'Emilia Romagna. Sono convinta che la strada delle alleanze sia quella da intraprendere non solo per superare questo difficile frangente economico, ma soprattutto per rilanciarsi e valorizzare un patrimonio industriale che a Piacenza è fatto di competenze produttive di eccellenze imprenditoriali".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Furgone si ribalta dopo lo schianto con un'auto. Ferita una 21enne incastrata nell'abitacolo

    • Incidenti stradali

      Ubriaco entra in tangenziale contromano e travolge un'auto. Ferita una 25enne

    • Cronaca

      Fusione Comuni. Caminata, Nibbiano e Pecorara domenica al voto per il referendum

    • Politica

      Trespidi, Barbieri e Rizzi: ecco chi spicca per fiducia nel sondaggio. Ma la partita si gioca sul tema sicurezza

    I più letti della settimana

    • Due allevatori piacentini nella nuova campagna tv di McDonald’s

    • Diserbo ecologico, nuovi riconoscimenti per le invenzioni della Tecnovict di Pianello

    • Codacons, un nuovo sportello per i piacentini

    • Enel, a Piacenza stop alle chiamate ai potenziali nuovi clienti

    • L'occhio elettronico di Enel vola sul Piacentino: 1112 chilometri di linee elettriche sotto osservazione

    • Alla Faggiola di scena le eccellenze dell’agro-alimentare di qualità del territorio

    Torna su
    IlPiacenza è in caricamento