Open day Terrepadane a Piacenza: il party con New Holland

Novità assoluta è il primo cingolato a bassa potenza omologato stradale. Orari di apertura dell’Open Day: sabato 23 dalle 10 alle 17.30 e domenica 24 dalle 9.30 alle 13

Gatti e Crotti

Appuntamento importante per il Consorzio Agrario Terrepadane che nel finesettimana, il 23 e il 24 novembre, ospiterà il “Party con New Holland”, che si svolgerà, in occasione dell’ormai tradizionale Open Day nella Sede Macchine di via dell’Agricoltura a Piacenza. Un evento sempre molto atteso che rappresenterà l’occasione per lanciare alcune promozioni di New Holland, di cui, in occasione del Party, verranno fornite agli interessati tutte le informazioni.  

I visitatori potranno ammirare anche il trattore T5.105 con i cingoli posteriori (per ridurre il compattamento del terreno) che rappresenta una novità assoluta, in quanto è il primo trattore a bassa potenza omologato stradale.

Gli orari di apertura dell’Open Day: sabato 23 dalle 10 alle 17.30 e domenica 24 dalle 9.30 alle 13.

Terrepadane è reduce dall’appuntamento con la tradizionale Fiera Autunnale di Codogno nel Lodigiano, che ha rappresentato una vetrina privilegiata per i mezzi tecnici e per l’offerta dei mangimi del Consorzio.

Dalla filiera del nocciolo l'accordo tra Terrepadane e Lusuco

E dalla promozione della filiera del nocciolo nasce l’accordo tra il Consorzio Agrario Terrepadane e la società cooperativa agricola Lusuco di Alseno, socia di Conserve Italia (i cui prodotti vengono infatti commercializzati principalmente con i marchi di “Valfrutta” e “Cirio”).  Ad annunciarlo sono il presidente di Terrepadane Marco Crotti e il presidente di Lusuco Tiziano Gatti.

L’intesa vuole innanzitutto per offrire nuove opportunità alle imprese con la coltivazione del nocciolo, di cui, in base all’accordo raggiunto, oltre a fornire i mezzi tecnici ai soci Lusuco, Terrepadane gestirà il ritiro, l’essicazione e la movimentazione del prodotto raccolto, mentre Lusuco si occuperà della commercializzazione principalmente all’industria dolciaria Ferrero.

«Al riguardo Lusuco – spiega il presidente Gatti – ha in essere una convenzione con la Ferrero e quindi la collaborazione con Terrepadane rappresenta un’opportunità importante. Veniamo da un anno complicato, con le colture che tradizionalmente trattiamo, ovvero mais dolce, pisello e borlotto che hanno sofferto le condizioni climatiche. E quindi, la filiera del nocciolo può rappresentare una nuova possibilità di diversificazione, crescita e sviluppo per le nostre imprese. Siamo soddisfatti – aggiunge Gatti – di lavorare a fianco di Terrepadane, una realtà ben radicata nel territorio con un occhio sempre molto attento all’innovazione».

In virtù di questo accordo, nel 2020 il Consorzio fornirà a Lusuco tutti i mezzi tecnici anche per la coltivazione delle altre colture trattate, vale a dire appunto mais dolce, pisello e fagiolo borlotto.

Dalla distribuzione delle sementi ai prodotti fertilizzanti e di difesa: il Consorzio Agrario gestirà quindi la fornitura dei soci Lusuco nei territori in cui opera, ovvero Piacenza, Lodi, Cremona, Parma e Reggio Emilia, per un totale di circa 2mila ettari.

Il presidente Crotti spiega che la collaborazione rientra appieno nella strategia di Terrepadane: «Il percorso che abbiamo intrapreso vuole sì fornire mezzi tecnici sempre all’avanguardia, ma anche indirizzare a sbocchi di mercato le nostre imprese. Un impegno dal campo alla tavola che vede Terrepadane giocare sempre un ruolo importante. I contratti di coltivazione che offriamo–ricorda Crotti - rappresentano uno strumento per accompagnare l’azienda agricola nelle scelte delle varietà da seminare, nelle tecniche agronomiche da adottare e nella vendita dei prodotti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzino finisce in Po, un passante si butta e lo salva appena in tempo

  • Ricoverato uomo affetto da meningococco , l'Asl: «Per chi è entrato in contatto serve la profilassi»

  • Nella notte fatti saltare due bancomat in pochi minuti, commando in fuga

  • «Su Tik Tok combatto il bullismo: la vita è più importante di chi ci odia perché diversi»

  • «Il mito della Lancia Delta non passerà mai di moda»

  • Rischia di soffocare per un boccone, salvato dai carabinieri

Torna su
IlPiacenza è in caricamento