Opportunità di lavoro in tribunale per i lavoratori in difficoltà

E' stata sottoscritta questa mattina una convenzione per l'utilizzo di lavoratori socialmente utili titolari del trattamento di Cassa integrazione salariale straordinaria mobilità presso il Tribunale di Piacenza e i Giudici di pace di Piacenza e Borgonovo

E' stata sottoscritta questa mattina, nella Sala della Giunta provinciale, una convenzione per l'utilizzo di lavoratori socialmente utili titolari del trattamento di Cassa integrazione salariale straordinaria e di indennità di mobilità presso il Tribunale di Piacenza e i Giudici di pace di Piacenza e Borgonovo. La Convenzione è stata sottoscritta dal presidente Trespidi e dal presidente del Tribunale Antonio Tucci, dal Giudice di Pace di Piacenza rappresentato dal Giudice di Pace Coordinatore Luigi Cutaia e dal Giudice di Pace di Borgonovo Val Tidone rappresentato dal Giudice di Pace Coordinatore Giulio Cesare Grassini. Naturalmente presente l'assessore Andrea Paparo. "Si tratta di un'altra importante iniziativa per contrastare la situazione di crisi che sta colpendo l'economia del territorio provinciale - ha detto il presidente Trespidi - che ha importanti conseguenze anche sotto il profilo occupazionale.

LE INIZIATIVE - La Provincia ha avviato, in un quadro di collaborazione inter-istituzionale e di concerto con le parti sociali, una serie di iniziative volte, tra l'altro, a mantenere spendibili le competenze professionali dei lavoratori colpiti dalla crisi stessa ed attenuare i possibili effetti sociali correlati a situazioni di sospensione o perdita del lavoro". Dopo la convenzione siglata nei giorni scorsi con la Procura della Repubblica, stamani è stato sottoscritto il nuovo Protocollo con il Tribunale che prevede l'utilizzo di sette lavoratori presso il Tribunale di Piacenza, di due presso il Giudice di Pace di Piacenza e di uno presso il Giudice di Pace di Borgonovo Val Tidone ; "Il Tribunale di Piacenza - ha detto il dottor Tucci - al fine di far fronte a difficoltà organizzative e gestionali, ha avanzato richiesta di applicazione di personale ai sensi del D.Lgs. 468/97 e ha condiviso l'opportunità di concorrere a fornire una risposta alle problematiche occupazionali utilizzando lavoratori in Cassa integrazione o mobilità. L'iniziativa darà un contributo notevole al Tribunale, il cui organico è fortemente sottodimensionato". L' attività socialmente utile non determina l'instaurazione di un rapporto di lavoro e non comporta la perdita del trattamento straordinario di CIGS né la sospensione e la cancellazione dalle liste di mobilità; Le mansioni riguardano la movimentazione, fotocopiatura, scansione informatica, classificazione e fascicolazione atti. Il titolo di studio richiesto è la licenza media inferiore ma è indispensabile l'uso del personal computer.

I BENEFICI - I lavoratori utilizzati, percettori di trattamenti previdenziali saranno impegnati per l'orario settimanale corrispondente alla proporzione tra il trattamento stesso e il livello retributivo iniziale, calcolato al netto delle ritenute previdenziali ed assistenziali, previsto per i dipendenti che svolgono attività analoghe presso il soggetto utilizzatore e comunque per non meno di 20 ore settimanali e per non più di 8 ore giornaliere; La durata dell'incarico non potrà superare i 6 mesi, eventualmente rinnovabili per un massimo di altri sei (in ogni caso il lavoratori i lavoratori che hanno fruito del rinnovo di sei mesi , dovranno essere necessariamente sostituiti, al termine del periodo di rinnovo, da altre persone). L'incarico non implica l'instaurazione di un rapporto di lavoro con l'ente utilizzatore, né potrà eccedere la durata del trattamento di Cassa Integrazione o mobilità in godimento. La Provincia si impegna a preselezionare tramite i propri Centri per l'Impiego i destinatari finali della convenzione, i cui nominativi e relativi curricula verranno trasmessi agli uffici del Tribunale che provvederanno a loro insindacabile giudizio alla selezione finale.

I REQUISITI - I requisiti preliminari richiesti ai lavoratori in Cassa Integrazione o mobilità sono la volontarietà e la corrispondenza fra le competenze possedute e i requisiti richiesti dalla professionalità dell'Ente; I lavoratori individuati dovranno possedere i requisiti delle qualità morali e di condotta irreprensibile, di cui all'art. 35, c. 6 DLGS 165/01, nonché sottoscrivere un documento formale in cui si impegneranno a garantire la riservatezza degli atti e dei documenti trattati e il rispetto della privacy delle persone coinvolti. La valutazione sul possesso del requisito delle qualità morali e di condotta irreprensibile dovrà essere svolta dall'Ufficio Giudiziario che concorre allo svolgimento del progetto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

INFORMAZIONI - Terminata la selezione, il Tribunale di Piacenza si impegna a comunicare al Centro per l'Impiego i nominativi dei lavoratori individuati come idonei e da inserire. Le richieste dei lavoratori dovranno essere presentate, secondo il modello predisposto dalla Provincia e reperibile presso i Centri per l'Impiego della Provincia di Piacenza: dal 14 luglio 2010 ed entro e non oltre il 30 luglio 2010 . per informazioni: CPI Piacenza tel. 0523795747-0523795745 CPI Fiorenzuola tel. 0523982394 CPI Castel San Giovanni tel. 0523882478 CPI Bobbio tel. 0523936268 e- mail: sportellolavoratori@provincia.pc.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco, prima litiga con il buttafuori poi picchia i carabinieri e li manda all'ospedale: arrestato

  • Tragico tamponamento fra Tir, autista muore schiacciato nella cabina

  • Camionista ucciso a Fiorenzuola, sul tir dell’imputato 8 coltelli

  • «Al pascolo non mi manca nulla, volevo questa vita all'aria aperta»

  • Sestri Levante, piacentino riempito di botte per un cellulare

  • Schianto all'incrocio tra via Martiri e via Boselli, due feriti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento