Piacenza Expo, nel 2018 aumentati visitatori ed espositori: «Alziamo la cresta»

Approvato all’unanimità il bilancio dell’ente fiere. Due ipotesi per l’1% in vendita della Regione: un nuovo investitore, o redistribuito dall’ente fiere ai soci attuali. Nel 2019 si sta cercando di avere il campionato nazionale dei pizzaioli. Cavalli: «Ci vogliono portare via eventi, ma anche noi lavoriamo per portarne di nuovi. Piacenza sta alzando la cresta». Per “Colorè” una “tolla” di prodotti agroalimentari del territorio

Giuseppe Cavalli, amministratore unico di Piacenza Expo

È stato approvato all’unanimità il bilancio 2018 di “Piacenza Expo”, l’ente fieristico piacentino. Tutti i soci hanno dato il loro assenso al documento che presenta i numeri del consuntivo dell’anno scorso, anno pari che vede perciò la presenza di “Geofluid”, la più importante fiera che tradizionalmente “sistema” i conti anche per gli anni dispari. Il fatturato è stato di 2 milioni e 837mila euro, in aumento del 24% rispetto al 2016, ultimo anno pari, quando fu di 2 milioni e 276mila. In crescita anche l’utile di esercizio, salito dagli 111mila euro di tre anni fa a 294mila euro, con un aumento di 182mila (ben 165%). Sono aumentati anche gli espositori, dai 2046 del 2017, ai 2403 del 2018. I visitatori passano dai 149mila del 2017 ai 166mila, mentre nel 2016 erano 115mila.

Soddisfatto dei numeri l’amministratore unico Giuseppe Cavalli, che guida l’ente dal 2017. «Ho potuto constatare la marcia in più che volevo trasmettere ai miei collaboratori, ci ho creduto immediatamente in questa struttura. Lo slogan “più fiera, più Piacenza” che dà più economia, sta dando risultati. Se si investe, si hanno risultati. Ho cercato di gestire quello che mi sono trovato e migliorare le cose, ad esempio i servizi igienici che erano fatiscenti e vetusti. Ho messo mano al piazzale esterno, dove è stata rifatta l’asfaltatura. Ho allargato la recinzione così c’era più spazio espositivo esterno per gli espositori del calcestruzzo». A Cavalli preme sottolineare il dato di espositori e visitatori. «Nessun altro riversa così tante persone a Piacenza e sul territorio. Come Piacenza Expo-4-2suggerito e proposto dal sindaco Patrizia Barbieri vogliamo fare ancora più squadra e coinvolgere la fiera con la città. Perciò abbiamo progettato una nuova guida su Piacenza, che – grazie alla collaborazione di partner e sponsor dell’ente – ci ha portato in dote 28mila euro in più per rimpinguare il bilancio». Nel 2018 la governance dell’ente fiere ritiene fondamentale, oltre a Geofluid, l’apporto di Apimell, Seminat, Buon Vivere. «”Piace.Eat” – riflette Cavalli - l’abbiamo spinta a tutti i costi e devo ringraziare gli attori principali che ci hanno scommesso, è andata abbastanza bene, anche perché tutto l’agroalimentare piacentino ha partecipato». Così l’anno pari porta un tesoretto utile a sistemare i conti del 2019. Sarà l’ennesimo anno dispari in perdita? «Contiamo di andare sotto di 250mila euro – precisa l’amministratore - meno rispetto ai quasi -420mila euro del 2017».

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'incubo è finito", Dino De Simone è stato ritrovato: sta bene

  • Dino De Simone non si trova, le ricerche proseguono senza sosta

  • Tre maestre arrestate per maltrattamenti sui bambini all'asilo

  • Travolto e ucciso in bici mentre tornava dal lavoro nei campi

  • Falciato sulle strisce da un'auto pirata, grave un uomo

  • Quattro feriti nel frontale sulla Provinciale: auto a canale e pick-up ribaltato

Torna su
IlPiacenza è in caricamento