lunedì, 22 settembre 20℃

Accordo territoriale per il polo produttivo di sviluppo territoriale a vocazione logistica

Vatidone, la firma in Provincia tra l'assessore Barbieri, il presidente Trespidi e il sindaco di Castelsangiovanni Capelli. «Se le Amministrazioni lavorano in modo congiunto le risposte per il territorio arrivano»

Redazione 9 luglio 2012

E’ stato siglato ufficialmente in Provincia l’accordo territoriale “Barianella” tra la Provincia di Piacenza e il Comune di Castelsangiovanni relativo al polo produttivo di sviluppo territoriale a vocazione logistica della Valtidone.A sottoscrivere l’intesa sono stati il presidente della Provincia Massimo Trespidi, l’assessore provinciale alla Programmazione territoriale Patrizia Barbieri e il sindaco di Castelsangiovanni Carlo Capelli. Unanime la soddisfazione per il risultato raggiunto.

«Un risultato – ha precisato l’assessore Barbieri – che dimostra come gli strumenti di pianificazione rappresentino anche una risposta di sviluppo economico verso il territorio».L’accordo, si diceva, riguarda il recepimento del polo all’interno del nuovo Piano strutturale comunale del Comune di Castelsangiovanni. «Si tratta – ha spiegato il sindaco Capelli – di un momento importante che consente di chiudere l’approvazione del piano e di iniziare la nuova fase di programmazione (Rue e Poc) che darà spazio a nuove forme di investimento edilizio. In un momento di recessione le istituzioni, con il particolare impegno della Provincia, sono riuscite a dare risposte concrete offrendo un’opportunità di sviluppo ad ampio respiro e proiettata verso i prossimi 20 anni».

«Se le Amministrazioni – ha aggiunto l’assessore Barbieri – lavorano in modo congiunto le risposte per il territorio arrivano. Ricordo che i parametri perequativi utilizzati sono identici per tutti i comuni: non esistono differenze a livello territoriale». «Questo accordo – ha concluso il presidente Trespidi dimostra nei fatti l’utilità delle Province oltre ad essere un esempio concreto di azione amministrativa nei confronti di una comunità del territorio».

Annuncio promozionale

L'accordo, che aveva superato il voto del Consiglio provinciale (con la sola astensione dell’opposizione) e del Consiglio comunale di Castelsangiovanni, è stato preceduto da una serrata fase di concertazione e condivisione dei contenuti del progetto con i Comuni di Castelsangiovanni, Sarmato, Borgonovo, Ziano, Pianello, Nibbiano, Caminata, Pecorara, Agazzano e Piozzano. Tra le misure previste dal Piano territoriale di coordinamento provinciale (Ptcp) per rendere compatibile la previsione del polo, sono stati previsti il concorso alla realizzazione della Tangenziale Est di Castelsangiovanni e il concorso all'implementazione della rete ecologica provinciale. 

Carlo Capelli
Castel San Giovanni
polo logistico

Commenti