homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

«Pomodoro da industria, la stagione è a rischio»

Allarme lanciato da Confagricoltura Piacenza: «Siccità in campo e scarsa attenzione in stabilimento mettono a rischio la stagione»

Confagri: «Siccità in campo e scarsa attenzione in stabilimento mettono a rischio la stagione»»

C'è preoccupazione per l'andamento della campagna del pomodoro da industria. Il perdurare della terribile combinazione di siccità ed elevate temperature sta compromettendo le rese di prodotto in campo e condizionando il regolare svolgimento della campagna di lavorazione, fortemente compressa. A questo si deve purtroppo aggiungere anche la scarsa attenzione e valorizzazione della materia prima avviata alla trasformazione, che anzi viene, spesso senza motivo, oltremodo penalizzata e deprezzata.

Enrico Chiesa, presidente di Confagricoltura Piacenza, di concerto con Guglielmo Garagnani, presidente di Confagricoltura Emilia Romagna, hanno invitato l'organizzazione Interprofessionale del Pomodoro del Nord Italia e gli organi di controllo ad essa correlati, a vigilare sulla regolare applicazione delle regole condivise affinché per i produttori, oltre al danno della siccità e ai maggiori costi di produzione sostenuti per il massiccio ricorso all'irrigazione, non si aggiunga anche la beffa della decurtazione del prezzo della materia prima, per effetto dell'anomala applicazione dei parametri qualitativi a tutto vantaggio della trasformazione.

«A tal fine - aggiunge Giovanni Lambertini, presidente regionale dei produttori di pomodoro di Confagricoltura - trovano conferma tutte le critiche che, a tempo debito, abbiamo espresso sull'accordo raggiunto ad inizio anno che, come previsto, ha posto le basi per un allora potenziale, ma oggi purtroppo reale, crollo dei ricavi degli agricoltori».

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • balle! lo sanno tutti che c'è una sovraproduzione ;il problema, se mai, è la qualità sempre più scadente a causa dell'uso scriteriato di pesticidi. purtroppo ci sono troppi agricoltori ignoranti.

  • Ma basta con la stagione del pomodoro a rischio,non se ne può più,mettete le scatolette a 10euro l'una e facciamola finita......

Notizie di oggi

  • Politica

    «Troppi minori stranieri da gestire? Quelle di Cugini sono lacrime di coccodrillo»

  • Cronaca

    Lascia l'appartamento in affitto e abbandona armi e munizioni. Denunciato 62enne

  • Cronaca

    Sfondano il vetro e fanno razzia di sigarette. Ennesimo colpo al bar di Roncaglia

  • Incidenti stradali

    Selva di Ferriere, esce di strada in auto: ferito 57enne

I più letti della settimana

  • «Copador, profondo rosso. E i soci che dicono?»

  • Corsi medico-sanitari: boom di domande all’Università di Parma

  • Cereali: produzioni abbondanti e di qualità, prezzi in picchiata

  • Mercato immobiliare, in ripresa le compravendite a Piacenza nel 2015: più 3,3%

  • Fusariosi, parte da Piacenza lo studio per curare la patologia che colpisce l’aglio

  • Aflatossine: un seminario per prevenire i problemi

Torna su
IlPiacenza è in caricamento