“Un futuro da imprenditori”: sfida tra business plan, per scegliere la miglior idea d’impresa

Gli studenti della Laurea Magistrale in Gestione d’Azienda e del Master in Management Internazionale M-Mint si sfideranno davanti a una giuria di esperti del mondo bancario, delle pubbliche amministrazioni, dell’impresa e delle professioni. I 4 migliori progetti saranno ammessi alla Global Social Venture Competition, i cui vincitori potranno presentare il loro progetto a Berkley nell’aprile 2014

Appuntamento martedì 17 dicembre, dalle ore 14.30, nell’Aula E dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, dove si disputerà la gara tra i 115 studenti coinvolti e la loro idea imprenditoriale.

Per il terzo anno consecutivo l’evento conclusivo del Corso di Business Development tenuto dal professore Fabio Antoldi vede gli studenti della Laurea Magistrale in Gestione d’Azienda e del Master in Management Internazionale M-Mint gareggiare davanti ad una commissione di esperti, per dimostrare di aver imparato come formalizzare in maniera efficace, all’interno di un documento fondamentale come quello del Business Plan, scelte strategiche di medio – lungo termine, con particolare riferimento allo start up, cioè all’avvio, di una nuova impresa. I progetti che gli studenti hanno proposto si caratterizzano tutti per la forte valenza innovativa e per la presenza di una componente di sostenibilità ambientale e sociale.

Davanti ad una giuria formata da rappresentanti del mondo bancario, della ricerca, delle pubbliche amministrazioni, dell’impresa e delle professioni, verranno presentati in sessioni parallele ben 24 diversi progetti imprenditoriali elaborati dagli studenti. Dal settore alimentare a quello dell’Igiene e della Salute della persona, dalla Green Economy al comparto della Cosmesi, le idee che verranno presentate spaziano nei settori più diversi. Non mancano iniziative imprenditoriali inerenti il settore High Tech e quello delle Apps per smart phones, ma non viene trascurato il settore manifatturiero, per il quale, in alcuni casi, i gruppi di studenti hanno anche realizzato prototipi fisici del proprio prodotto. Per rendere più efficacie la comunicazione, qualche team di futuri imprenditori si è poi cimentato nella realizzazione di brevi video illustrativi per spiegare il valore della loro innovazione nel potenziale mercato di vendita.

L’evento si concluderà con la proclamazione dei quattro progetti migliori, che verranno ammessi alla fase italiana della Global Social Venture Competition, una competizione internazionale tra giovani imprese o idee di impresa che mira a formare nuovi imprenditori capaci di sviluppare contemporaneamente valore sociale e/o ambientale e profitto, e che mette in palio la possibilità di presentare il progetto a Berkeley nel mese di aprile 2014.

Questa iniziativa della facoltà di Economia e Giurisprudenza ha l’obbiettivo di incoraggiare i giovani a mettere in gioco il valore sociale, la propria creatività e le proprie energie nell’intento di dare forma e far crescere le nuove imprese nella prospettiva globale di uno sviluppo economico sostenibile.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Misterioso appuntamento per scambiarsi 35mila euro, rapinatori cinesi ancora senza identità

  • Cronaca

    Omicidio di via Nasolini, Mazzarelli condannato a 14 anni e due mesi

  • Cultura

    La Salita al Pordenone chiude in bellezza, ma verrà aperta in occasioni di straordinaria importanza

  • Politica

    «Evitare i tagli della Pac e difendere la qualità del Made in Italy»

I più letti della settimana

  • Folle inseguimento con la polizia, rapinatori si schiantano con l'auto rubata

  • Travolto all'incrocio sfonda il parabrezza e finisce nell'auto: gravissimo un ciclista

  • Piomba a tutta velocità sulle auto in sosta, ferito un 30enne

  • Scopre l'ex moglie in auto con un sacerdote: finisce in rissa

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, gravissima una donna

  • «Ho rischiato di essere travolta dai rapinatori». E i cittadini applaudono la polizia: «Grazie»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento