«Usb è un sindacato scomodo. Ci vogliono dividere ma non arretreremo di un passo»

Gls e Gesc avrebbero deciso di spostare il personale impiegatizio della sede di via Riva di Montale nelle sedi di Assago e San Giuliano. Presidio e sciopero davanti alla prefettura di Usb: al tavolo organizzato l'azienda non si è presentata

Sergio Bellavita, Roberto Montanari e Maria Teresa Chiarello e i lavoratori di Gls

Gls e Gesc avrebbero deciso di spostare il personale impiegatizio della sede di via Riva di Montale nelle sedi di Assago e San Giuliano in Lombardia entro metà luglio. Motivazione? "Accentramento nell'area milanese". Ma i quaranta lavoratori coinvolti non ci stanno e con il sindacato autonomo Usb si sono opposti. «E' una decisione folle, vuol dire ripensare da zero la nostra vita, senza motivazioni apparenti», fanno sapere visibilmente irritati.

Per questo motivo, dopo lo sciopero davanti all'hub il 21 marzo, al quale hanno partecipato anche gli operai del magazzino, nella mattinata del 4 aprile si sono presentati in Prefettura dove era stato convocato un tavolo per affrontare la problematica legata alla decisione dell'azienda, con i lavoratori Maria Teresa Chiarello, Sergio Bellavita di Usb e Roberto Montanari (Rifondazione Comunista) ma dei dirigenti Gls e Gesc nemmeno l'ombra.  Dopo quasi due ore di confronto tra il prefetto Anna Palombi e i delegati sindacali, il gruppo si è spostato in piazza Cavalli dove è stato ricevuto dal sindaco Paolo Dosi, al quale hanno chiesto di prendere posizione. 

«La decisione dell'azienda è gravissima. E gravissimo è anche il fatto che non si siano presentati ma che abbiano fatto sapere che incontreranno il prefetto in un altro momento. Sappiamo che stanno facendo colloqui individuali e così cercano di dividerci. Il nostro sindacato è scomodo, e Gls non vuole sedersi al tavolo perché sanno che la nostra posizione è irremovibile. Non faremo nessun passo indietro. I lavoratori non si spostano», hanno dichiarato i rappresentanti di Usb. 



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Falciata mentre soccorre un automobilista, grave una ragazza

  • Dal Po affiora un cadavere nella diga di Isola Serafini

  • Sfigurata nello scontro mortale, per il riconoscimento servirà il test del Dna

  • Si ustiona con una pentola d'acqua bollente, gravissima

  • Furgone centrato da un'auto travolge un ciclista e si schianta contro un muro: tre feriti

  • Con il tir sfonda il guard rail e precipita dal viadotto nel deposito Seta: è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento