Usb scende in piazza: «Protestiamo per i licenziamenti discriminatori alla Gls»

La protesta "Schiavi mai", organizzata da Usb, Unione sindacale di base, partirà da piazza Cavalli alle 11 del 31 gennaio

Immagine di repertorio

Domenica 31 gennaio l'USB (Unione sindacale di base) indice a Piacenza la manifestazione "Schiavi mai" con partenza alle 11 da piazza dei Cavalli contro i «licenziamenti discriminatori in atto nello stabilimento GLS e il lavoro precario in tutto il settore della logistica». 

«Un gruppo di lavoratori migranti - si legge in una nota di Usb - da anni attivo nelle lotte per i diritti dei lavoratori della logistica, viene licenziato perché non si piega alle decisioni dell’azienda. Contemporaneamente lo stabilimento GLS di Piacenza viene ridimensionato e 50 lavoratori a tempo determinato vengono mandati a casa. Il tutto non in presenza di una reale contrazione delle attività, ma come provvedimento contro i lavoratori che si ribellano».

«Nei confronti dei lavoratori della logistica - continua la nota - per la stragrande maggioranza migranti, si vuole continuare ad adottare un sistema discriminatorio che non tiene conto dei contratti e della legislazione sul lavoro. Un sistema senza diritti, nel quale si cerca di cancellare anche la dignità di chi lavora. Per questo domenica 31 gennaio è importante una risposta chiara: mai schiavi, no ai licenziamenti contro gli attivisti sindacali, no al precariato come forma di controllo sui lavoratori».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore travolta da un tir, stava andando a lavorare

  • Dal Po affiora un cadavere nella diga di Isola Serafini

  • Travolta in bici da un tir, muore una donna

  • Travolti da un'auto dopo un incidente: tre feriti, uno è un carabiniere

  • Si ustiona con una pentola d'acqua bollente, gravissima

  • «Dacci i soldi per tornare nel nostro Paese», parroco strattonato e rapinato in canonica

Torna su
IlPiacenza è in caricamento