Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bascherdeis 2017, destinazione meraviglia. Vernasca capitale degli artisti di strada

Dal 28 al 30 luglio il borgo dell'alta Valdarda ospiterà artisti provenienti da tutto il mondo

 

Il tredicesimo festival internazione degli artisti di strada si svolgerà a Vernasca dal 28 al30 luglio. 

Di seguito il programma completo. 

 
Le compagnie artistiche presenti all'edizione 2017 di Bascherdeis saranno 61, composte da artisti provenienti da 14 diverse nazioni (Germania, Israele, Sud Africa, Argentina, Francia, Brasile, Serbia, Cile, Australia, Uruguay, Messico, UK, Usa e, ovviamente, Italia), per un totale di 218 spettacoli.
Eccone un piccolo assaggio. E' solo una scelta casuale e parziale che ci proponiamo di integrare giorno dopo giorno per farvi conoscere in anticipo le peculiarità artistiche di ciascun singolo o gruppo.
Alla fine della pagina sono disponibili per il download il programma completo di Venerdì 28, Sabato 29 e Domenica 30 luglio con orari delle esibizioni. A breve sarà pure disponile la mappa delle  esibizioni aggiornata.
Attenzione: per esigenze Organizzative o di Sicurezza, il programma indicato potrà subire piccole variazioni senza preavviso. In tal caso ce ne scusiamo sin d'ora.
BAGUNÇO: Brasile, Francia - Funky
Nati da un incontro casuale durante le grandi parate del carnevale di Rio de Janeiro, i Bagunço hanno un sound energetico e irriverente tale

 da poter fondere gli intensi ritmi brasiliani con l’energia del jazz, del funky e del rock.
Dal 2013, i sei brasiliani e i due francesi che compongono questo gruppo hanno lavorato per sviluppare la propria anima teatrale e l’abilità di improvvisare nelle strade e nei music club Brasiliani.
Impossibile definirli semplicemente una jazz band o una brass marching band: la multi-strumentale band Bagunço accompagna il pubblico verso un viaggio unico dentro la nuova scoppiettante scena Indie di Rio.
Assorbiremo la loro energia sabato 29 e domenica 30 luglio
 BUCKET BUTCHERS: Italia - Percussioni
Bucket Butchers sono un duo di percussionisti formato da Marco Zaninello (

Appaloosa) e Luca Leone (Mum Drink Milk Again, Hypercluster). Il progetto nasce ad Aprile 2015 e trova la sua dimensione espressiva nello spettacolo da strada. A maggio si esibiscono per la prima volta a Pisa e da li intraprendono un lungo percorso di performance per tutta la penisola che è ancora in attività. Il set è composto da materiali di vario genere non comunemente usati come percussioni: secchi, padelle e parti di metallo.
Fremeremo ad ogni loro colpo  sabato 29 e domenica 30 luglio
 
THE TROUBLE NOTES: Germania, Uk, Usa - Gypsy fusion
Il trio berlinese è composto dal violino di Bennet Cerven, dalla chitarra di Florian Eisenschmidt e dalle percussioni di Oliver Maguire. Un violino incantevole, spesso suonato a ritmi molto veloci, si intreccia con il groove del cajón ed una chitarra ritmica. Insieme creano il suono unico della band.
La loro musica è “ispirata da tutto ed è per tutti”.
Balleremo in una incredibile atmosfera gypsy sabato 29 e domenica 30 luglio
 KALLIDAD: Australia - Rock / Thrash Flamenco

I Kallidad mescolano flamenco, metal, rock e molti altri generi musicali in un mix strumentale eccitante, dalle sonorità tribali e potenti. Grazie anche ai loro volti dipinti nello stile messicano del “Giorno della Morte”, il loro spettacolo dal vivo continua ad interessare ed attrarre spettatori da una parte all’altra dell’Australia, dell’Asia e dell’Europa. Le occasioni per esibirsi sono le più svariate, dai grandi festival come lo Splendour in the Grass ed il Falls Festival, ai trance festival nei boschi, ai concerti metal, fino ai picnic folk per famiglie. I tre amigos sanno creare sonorità e vibrazioni che accontentano spettatori di ogni età e provenienza, senza compromettere minimamente il loro sound.
 Ci ecciteremo con la loro musica sabato 29 e domenica 30 luglio
 
EMIAN PAGANFOLK: Italia - Celtica / Pagan Folk
Dalla Cultura dell'area Celtica a quella del Nord Europa, passando per Ballate Medievali e Canti Sciamanici: la musica degli EMIAN è una sintesi tra ling

uaggi folk nord-europei e mediterranei, un ammaliante canto che rapisce lo spettatore, accompagnandolo su cime innevate, in boschi incantati e lungo fiordi scandinavi, per ritrovare, infine, nell'Io più profondo, un sentore arcaico e selvaggio che l'uomo ormai ha perso da tempo, il tutto in perfetta sintonia con il Cosmo.
 Ci ammalieranno sabato 29 e domenica 30 luglio
 
 
LOQI (The Teqnobusker): Italia - Elettronica
“Seduto a terra. Circondato da sintetizzatori, tastiere e drum machine, effetti, elementi acustici, voce.


Quando la musica non è esibirsi per impressionare, ma per lasciarsi impressionare.
E ciò che mi impressiona lo racconto, e in questa veste lo faccio coi suoni, improvvisando sul canovaccio della mia esperienza.
Potrei essere dolce componendo una delicata atmosfera ambient, o potrei anche spettinare i presenti con una cassa dritta degna della migliore Berlino.
Potrei prepararti a quello che farò, ma io stesso lo scopro sul momento.
La scaletta non la decido, ma mi si rivela gradualmente dall'istante in cui inizio a comporre.
Se vuoi suonare con me avvicinati, forse potrei lasciartelo fare.”
Saremo coinvolti dalla sua improvvisazione  venerdì 28, sabato 29 e domenica 30 luglio
 
PAOLO BORGHI: Italia - Hang drum
Ipnotica, rilassante e raffinata. La musica di Paolo Borghi, musicista emiliano, trasporta il pubblico in un tunnel emozionale e distensivo. Seduto, con le gambe incrociate, le sue mani volano e saltellano sull’Hang, uno strumento a percussioni inusuale. L’Hang è stato creato in Svizzera, nel 2000, da due artigiani di Berna (nel dialetto della città significa “mano”). È composto da due semisfere appiattite in acciaio temperato, come due scudi che uniti gli conferiscono una forma ad ufo. L’artista emiliano ne possiede quattro diverse versioni, differenti per tonalità. 
 La sua formazione da autodidatta gli ha permesso di sperimentare in modo ingegnoso le potenzialità esclusive del suo strumento, per un risultato estasiante. I suoni metallici, ma caldi e delicati, affascinano gli spettatori, attratti dalle insolite musicalità della performance. Diplomato in Musicoterapia a Firenze, unisce tecniche musicoterapiche con improvvisazioni melodiche, per un vortice di sensazioni inaudite. Finalista ad Italia’s Got Talent 2012.
 Ci lasceremo ipnotizzare dai suoi suoni emozionali sabato 29 e domenica 30 luglio
 
EMPATEE DU WEISS: Italia - Ska-Jazz

Empatee Du Weiss è un progetto che nasce nell’ottobre del 2010 dall’idea di creare nuova musica strumentale sperimentando particolari incontri di generi.
Il gruppo reggiano, dopo svariate ricerche tra componenti, sperimentazioni e prove, è ad oggi composto da 7 musicisti di diversa estrazione musicale; sezione ritmica e sezione di fiati creano una mescolanza di sonorità che prende l’irriverenza dello ska, la ricercatezza del jazz, il caos delle musiche balcaniche e la tranquillità del reggae per creare spettacoli da ballare e da curiosare, lasciandosi trasportare dalle atmosfere che si vengono a creare per empatia fra il pubblico e i musicisti.
Sentendo la loro musica non riusciremo a stare fermi  sabato 29 e domenica 30 luglio
 
DHAP & DANK : Italia - Beatbox + Freestyle Rap

Dhap (Danilo Puzello, classe 1983) sulla scena dalla fine dei 90, inizia il suo percorso come emcee e freestyler, per poi dedicarsi principalmente allo HUMAN BEATBOXING, ovvero l'arte di riprodurre vocalmente i suoni della batteria e di altri strumenti creando vere e proprie basi musicali, anche con l'utilizzo di Loop Station. E' organizzatore del primo raduno italiano di beatboxer e rappresentante italiano al raduno mondiale di Berlino. Da diversi anni suona sui palchi insieme a Dank Mc (Fabio Carima, classe 1981), da anni considerato uno dei migliori FREESTYLER del panorama nazionale, vincitore di svariate competizioni di freestyle in tutta Italia, cultore della pura improvvisazione (senza trucchi di sorta) con la quale ama intrattenere e coinvolgere il pubblico presente (di qualunque estrazione, ambiente, e gusto musicale), rendendolo parte integrante dello spettacolo. Ne scaturisce uno show fresco e originale in cui si mescolano le due discipline del Freestyle e dello Human Beatbox dal grande potenziale creativo.
Ci lasceremo coinvolgere dalla loro creatività  sabato 29 ( solo Dhap) e domenica 30 luglio (Dhap +Dank)
 NICOLETTA FILELLA: Italia, Uk, South Africa - Swing
Nicoletta Filella, originaria di Milano, è un’acclamata pianista, compositrice e cantautrice di formazione classica. I suoi 

componimenti originali – vero mix di generi e sonorità – combinano elementi di musica balcanica, classica, flamenco e jazz, utilizzando strumenti acustici e vintage dal tessuto musicale caldo per creare un’atmosfera sognante. Per il suo nuovo album di brani inediti ha collaborato con artisti come la Kočani Orkestar (Macedonia), Merlin Shepherd (UK) ed il produttore di fama internazionale Joe Gibb; la sua musica viene trasmessa nelle radio delle maggiori emittenti britanniche, così come di New York ed europee, e suoi brani hanno fatto da colonna sonora per film e video indipendenti. La sua performance molto intima, fatta di piano e voce, ospiterà anche il contributo di due artisti internazionali, Bruce Stevens (Sudafrica) al basso tuba e all’ukulele, e Jarvis Daniel (UK) alla chitarra flamenca. Le performance del suo gruppo nella formazione più estesa hanno registrato il tutto esaurito, inclusi gli speciali live broadcast presso le prestigiosa Radio Popolare del Teatro del Verme di Milano e i tour in tutta Europa, a New York e nel Regno Unito. 
Davvero il meglio della musica internazionale e cinematografica.
Saremo intimamente estasiati sabato 29 e domenica 30 luglio
 
GIO EVAN: Italia - Cantautore / Poesia

Gio Evan è un artista italiano poliedrico: scrittore e poeta, filosofo, umorista, performer, cantautore e artista di strada. Durante gli anni che vanno dal 2007 al 2014 intraprende viaggi che lo portano in India, in tutta Europa e in tutto il Sud America, con l'aiuto di una bicicletta. Grazie a queste esperienze impara le sue arti, costruendosi così una personalità molto forte e complessa. Si avvicina al surrealismo (da lui definito “sopra al reale”), al nonsense, al gioco sacro, alla parola-terapia e al lavoro sull’anima tramite le potenze dell'arte.
Il suo ultimo spettacolo INOPIA è un inno alla fragilità, è la rivincita dei nerd, un vero e proprio spettacolo dove vengono consegnate le medaglie di uomo dell’anno agli indifesi. Dove si celebra l’esile, l’essere vulnerabile. Gio trascina lo spettatore e si spoglia, con esso, per condurlo all’accettazione di essere indifesi: è questa una delle formule per la felicità. Mostrarsi privi di protezione, di sovrastrutture inutili, è il percorso che conduce al sentirsi liberi, liberi anche di incontrare l’altro. Di aprirsi all’altro.
Ci apriremo al mondo con lui sabato 29 e domenica 30 luglio
 NARROW TERENCE : Francia - Folk Lo-fi / Stoner Rock
Narrow Terence è il frutto della visione di due fratelli autodidatti (Antoine e Nicolas PUAUX), con lo sguardo rivolto verso lo stesso 

obiettivo: "Comporre canzoni coltivando l'arte e l'eleganza decadente,  affascinante ma pericolosa." Con le loro composizioni taglienti e le rimarcate melodie passionali,  i due fratelli poli-strumentisti definiscono i contorni chiaroscuri di Narrow Terence, curioso personaggio immaginario dall’anima dannata ed il fascino da vecchio frequentatore di bar. Mescolando suoni violenti e canzoni “possedute”, la band ha debuttato ad inizio carriera cantando le sue odi alle donne e all’alcol, "causa e soluzione di qualsiasi problema."
Apprezzeremo la loro eleganza decadente  sabato 29 luglio
 
LOCANDA DE BARDI: Italia - Manouche / Latina / Canzoni d’autore

"La Locanda De Bardi è un complesso musicale con il buon appetito per la musica, l’arte e la cultura. Come nella Camerata Fiorentina si cadenzano parlate, canto, generi musicali, voglia di creare e di conoscere. Si sceglie la locanda come habitat artistico riproducendo l’atmosfera caratteristica del Bistrot parigino, le spiagge di Rio e gli orizzonti del Bel Paese con le note d’autore. Ricolorando la Camerata De Bardi e la più classica delle locande, siamo pronti ad ospitare musicisti, fotografi ed autori."
Saremo tutti ospitati nella loro locanda artistica domenica 30 luglio
ZASTAVA ORKESTAR : Italia - Balkan
La Zastava Orkestar è la vera street balkan/maremmana...dal 2002 porta in giro in Italia ed in tutta Europa il suo travolgente sound

balkan pieno di influenze toscane. Mezzi a disposizione? Musica, cuore, sorrisi e un mix scoppiettante di giocoleria e gag.
Avete voglia di staccare dalla quotidianità? ballare? e perchè no, bere qualcosina? Inutile dilungarsi...per capire dovrete inevitabilmente essere presenti ad un live!
Stay tuned...con la Zastava Orkestar tutto può succedere.
Saremo travolti dalla loro allegria sabato 29 luglio
 PEPPE MILLANTA & BALKAN BISTRO’ : Italia - Balkan
La Peppe Millanta & Balkan Bistrò è una piccola orchestra di fiati che balcanizza, disordina e scompiglia tutto ciò che incontra, restituendo a chi li ascolta questo modo di viaggiare per vie traverse nel mondo della musica, avendo come unica bussola la curiosità e la voglia di stupirsi e di stupire.
Ci disordineremo assieme a loro domenica 30 luglio
ORCHESTRINA VICO VECCHIO: Italia - Tradizionale
L’Orchestrina Vico Vecchio è una foto in bianco e nero dei primi del ’900, è un viaggio nello spazio-tempo musicale, dove il passato 

si mescola col presente perdendosi tra valzer e groove dance. L’Orchestrina Vico Vecchio propone, con strumenti desueti e insoliti, un repertorio molto ampio fatto di rivisitazioni in chiave folk di canzoni pop, grunge ed elettronica; è un trio ma sembrano molti di più.
Faticheremo a contarli  sabato 29 e domenica 30 luglio
 
MR DYVINETZ: Cile - Rue Cyr

Francisco Rojas - Mr. Dyvinetz - lavora come acrobata professionista da ormai 13 anni esibendosi in manifestazioni ed eventi di livello mondiale.
Nell’arco degli anni ha lavorato in festival di arti di strada, teatri, gala, eventi privati. Da qualche anno ormai ha deciso di dedicare la sua grande esperienza professionale al mondo della Rue Cyr, con la quale sta presentando il suo show mondiale. La performance è un misto di processi tecnici, di fusione tra l’artista e l’estensione del suo corpo, che prende vita nella ruota, e con essa si muove e gira intorno a noi.
Con un controllo perfetto dell’attrezzo, Mr. Dyvinetz gira nello spazio a 360°, eseguendo contemporaneamente figure acrobatiche e di ballo sorprendenti.
Combinando la difficoltà di equilibrio, l’impatto visivo, e l’assoluta professionalità, ci offre un numero bellissimo, unico ed emozionante.
Ci farà girare la testa sabato 29 e domenica 30 luglio
 JASHGAWRONSKY BROTHERS: Italia - Musica & Humor
Non bisogna scherzare con il ritmo, e i fratelli Jashgawronsky lo sanno molto bene! Dal 2000 stanno correndo su e giù per portare 

la loro musica in ogni angolo del mondo, imbattibili inventori di bizzarri strumenti musicali! Possono facilmente passare attraverso i tutti i generi, sapendo che nessun incidente potrà interrompere la loro performance e che ridere è il miglior antidoto per lo stress della vita moderna. Altamente consigliato ad un pubblico da sei a ottanta anni!
Rideremo a crepapelle dei loro “strumenti musicali domestici” domenica 30 luglio

CIRQUE TANGO: Argentina - Acrobazia, tango, humor

La compagnia Cirque Tango è composta da Laura del Mar e Dario Ayala, artisti di circo specializzati in acrobatica aerea e tango. Presentano il loro spettacolo "Un Tango Mas",nel quale gli attrezzi tradizionali dell'acrobatica aerea si combinano con il tango e la comicità.
Tra le acrobazie e la sensualità del Tango, lui si innamora della ballerina e scopre che lo spettacolo è solo una scusa per sedurla.
Lo spettacolo sta per finire e, anche se i suoi tentativi sembrano fallire, forse con l'aiuto del pubblico, un po' di fortuna e un tango di più, riuscirà nel suo intento.
Una esibizione per tutto il pubblico, pieno acrobazie circensi, tango e umorismo.
Ci faremo coinvolgere dalla loro sensualità acrobatica sabato 29 e domenica 30 luglio.
 
QUETZALCOATL FIRE: Messico – Spettacolo col fuoco
Percussionisti amanti del fuoco, i QUETZALCOATL FIRE rievocano un rituale. Il ritmo e la danza ci trasportano ad una terra senza

 tempo. Non è uno spettacolo sul fuoco, è un rito che ha come attore principale il fuoco. Una sublimazione del mistero della lontana Mesoamerica. Quetzalcoatl era la divinità del serpente piumato considerato il dio della stella del mattino. Questi artisti riporteranno antichi riti nella notte più scura illuminando i nostri occhi per aspettare l’alba di un nuovo giorno.
Arderemo con loro sabato 29 e domenica 30 luglio

IZIMAGIC DUO: Italia/Francia - Spettacolo magia/illusione

Sul palco una città, una normale città con i suoi suoni, le sue strade. E nel traffico rumoroso emerge una figura, un uomo che sta andando al lavoro leggendo il suo giornale. Ma in questa atmosfera urbana succede qualcosa, la magia si fa strada a piccoli passi trasformando semplici oggetti quotidiani in sorprendenti illusioni. Senza distogliere lo sguardo il pubblico rimarrà impressionato fino all'ultimo.
Uno spettacolo che mostra come stupire con la magia sia possibile attraverso la manipolazione di piccole cose accompagnate da un filo di sottile ironia ed anche con le grandi illusioni di sempre.
Ci stupiranno sabato 29 e domenica 30 luglio
 
MR. COPINI: Cile – Giocoleria, monociclo e humor
All'inizio del 2002 Mr. Copini ha fatto la sua prima incursione nel campo delle discipline circensi di giocoleria, che lo hanno portato a 

viaggiare in tutto il mondo esibendosi in tendoni da circo e vari scenari. Le sue abilità in termini di improvvisazione e la connessione con il pubblico sono aumentati con l'esperienza in diversi teatri e festival. Tutto l'apprendimento accumulato durante il viaggio attraverso diversi paesi del mondo gli è servito per creare un personaggio multidisciplinare, sorprendente e divertente.
Migliaia di persone in oltre 30 paesi del mondo hanno riso e applaudito a questo incredibile mix di circo, rock, improvvisazione, umorismo universale e un sacco di energia.
Ci faremo contagiare dalla sua humorenergia sabato 29 e domenica 30 luglio
 
Giuseppe Libé: Italia – musica cantautoriale (e non solo)

Il giovane ed acclamato cantautore piacentino si avvicina alla chitarra e alla musica rock già giovanissimo e forma le prime band, dove veste i panni di cantante e chitarrista. Da queste esperienze nascono le prime composizioni: canzoni piene di rabbia e voglia di riscatto. Più tardi i gusti si spostano in maniera preponderante verso il mondo dei cantautori, senza dimenticare il rock.
Incoraggiato dall’incontro con i Nomadi, Libé si concentra sulla stesura di nuovi brani. Nascono canzoni che raccontano la vita della provincia italiana al tempo della crisi: i sogni provinciali, le feste di paese, gli amori dietro l’oratorio, le macchiette, i vitelloni, le belle segretarie.
Ci ha incantati nelle ultime edizioni di Bascherdeis e lo farà ancora domenica 30 luglio

MONSIEUR DAVID: Italia - Teatro dei piedi
Monsieur David è un artista all’eterna ricerca della libertà che vede l’Arte come opportunità di scoperta della propria cassetta degli

 attrezzi interiore per poter dar vita ad un’esistenza soddisfacente, che faccia star bene il proprio spirito e coloro che ci sono vicini. Un’impronta inconfondibile che ha lasciato in tutti gli spettacoli della Feet Theater Company, di cui è fondatore e direttore: “Feet Theater”, “Feet Melody” e “Feet Fantasy”. Oltre ai rispettivi tour nazionali, Monsieur David ha anche partecipato con le sue produzioni ad alcune delle rassegne teatrali più importanti d’Italia, fra cui il Mojoca Festival ed il Roma Fringe Festival.
Tra altri riconoscimenti, Monsieur David ed il suo “teatro del piede” hanno ricevuto il Premio Righetto-Unità d’Italia per il cortometraggio “Fiaba tricolore”, con Eugenio Tanfani alla regia, ed il Premio al miglior spettacolo NOpS Festival 2016 per “Feet Storyboard”.
Ammireremo i suoi piedi in aria sabato 29 e domenica 30 luglio
 
MOSCHE DI VELLUTO GRIGIO: Italia - Musica folk/punk

Possono essere considerati i beniamini del popolo nottambulo del Bascherdeis.
Le Mosche di Velluto Grigio sono uno dei gruppi folk punk italiano di maggior successo, avendo venduto oltre diecimila copie dei loro album tutti interamente autoprodotti, “auto pubblicati” ed “auto distribuiti”.
La loro musica presenta moltissimi riferimenti alla musica popolare irlandese e non, svariando da travolgenti brani di punk rock come Il Marinaio di Limerick e Fiore di Maggio a ballate come Vinésa e Bonnie & Clyde, fino a comprendere malinconici brani come Eilé e A Sud.
Amanti del folk irlandese e delle ballate malinconiche rilette in chiave punk, gli MVG hanno dato vita ad una nuova proposta musicale italiana, schierati sotto la bandiera combat e anti folk.
Li accoglieremo con il solito entusiasmo Venerdì 28, Sabato 29 e Domenica 30 luglio.
 
EWAN COLSELL: Scozia - Giocoleria con motosega ed altri oggetti
Ewan presenta per il vostro piacere un passeggiata tra le gabbie di un menagerie di divertimenti vari: alcuni che arrivano dalla

strada, alcuni dal teatro, ma tutti di un mondo parallelo. Il suo repertorio comprende elementi così diversi come le delicate sfere di cristallo, e la spaventosa motosega, il tutto a volte accompagnato con la dolce musica, altre con esplosioni violenti. Ewan balla tra i ruoli del clown, del circus freak, del giocolieri e del mimo, senza mai fermarsi per essere identificato.
Tremeremo per i suoi arti sabato 29 e domenica 30 luglio
 
 
 
 
CLAP CLAP CIRCO: Uruguay/Argentina - Circo tradizionale, hula-hop

"Gulp" è il secondo spettacolo della compagnia Clap Clap Circo. In meno di due anni questa nuova produzione ha calcato i palcoscenici e le piazze di più di 50 festival in tutto il mondo.
Con un'impronta fortemente teatrale ed un immaginario da break show, lo spettacolo ruota intorno ad un elisir magico che inizialmente sembra non avere poteri ma piano piano comincia a fare effetto rendendo i due protagonisti in grado di eseguire un crescendo numeri di illusionismo e di circo tradizionale. Fino all'incredibile ultimo numero di hula-hop.
Ci delizieranno sabato 29 e domenica 30 luglio
 
Cie DARE D'ART: Francia - Circo contemporaneo
Sul dorso di umorismo non convenzionale, salite a bordo per un incredibile viaggio verso i confini della pura poesia. "Dividerete la 

luce in arcobaleni, gli occhi in un cartoccio, pieno di piccoli asteroidi di emozione! "
Si alza il sipario sul circo all'arrovescia. Beffe e umorismo che in realtà rivelano una grande tenerezza per i saltimbanchi di ogni genere. Un universo in cui il grottesco sfida l'immortale o le trapeziste si esercitano su un attaccapanni e in cui ci si chiede ingenuamente "in che cestino abbiamo buttato i clown usati?"
Intanto che il cavallo nano compie il suo giro di pista.
Fare brillare la polvere più forte delle paillettes è la scommessa di questo Bord De Piste!
Ci incanteranno sabato 29 e domenica 30 luglio
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento