Centro Salute Donna, al via il progetto di umanizzazione pittorica

Presentati due nuovi mammografi digitali e il primo dei tanti ambienti che saranno decorati ispirandosi a uno dei simboli cari alle donne: i fiori

Sala delle rose

Al Centro Salute Donna di piazzale Torino sono stati presentati nel pomeriggio di venerdì 16 giugno due nuovi mammografi digitali e l'ambulatorio delle Rose, la prima realizzazione del progetto di umanizzazione pittorica sostenuto dall'associazione Armonia Onlus. L'evento, realizzato in collaborazione con Avo e Lega Tumori, ha coinvolto tutte le figure impegnate nella Breast Unit, un’equipe multidisciplinare di professionisti con esperienze e competenze specifiche in ambito senologico.

I due mammografi digitali sono dotati di una tecnica innovativa: la tomosintesi, l’ultimo ritrovato tecnologico in caso di noduli dubbi alla mammella. «Le donne che si sottopongono allo screening o che accedono alla nostra struttura con un’urgenza vengono sottoposte a questo esame, che è una piccola stratigrafia della mammella che dà una visione accurata del nodulo o della distorsione» specifica la dottoressa Rosella Scianchi, responsabile del Centro Salute Donna. Nel 2017 già 11mila donne hanno aderito alla campagna di prevenzione rispondendo all’invito allo screening dell’ASL di Piacenza. Sia I tre punti screening di Piacenza, Fiorenzuola e Castel San Giovanni sono dotati delle medesime attrezzature d’avanguardia.

Il progetto di umanizzazione pittorica del centro sarà realizzato da Sally Gallotti, designer per healthcare e cartoonist, con l’obiettivo di migliorare l’accoglienza alle donne in momento molto delicato quale può essere quello dell’esame al seno. Gli ambulatori saranno oggetto di un intervento decorativo che, grazie all’utilizzo di colori e immagini, cercherà di migliorare le condizioni psicologiche ed emotive delle utenti in un momento così delicato e critico. Il tema scelto per la decorazione delle è quello dei fiori, un simbolo che parla alla donna: ciascun ambulatorio sarà caratterizzato da specie diversa di fiore e da un profumo ad esso correlato. «Il primo dipinto realizzato, quello della sala delle Rose - spiega la designer -  prende spunto da alcune rose che abbiamo fotografato in studio. Abbiamo cercato di restituire alla donna del reparto di radiologia senologica un ambiente che è legato ai fiori, proprio perché la donna qui sarà trattata come un fiore. Quindi ho lavorato su un’immagine metaforica per un centro di eccellenza con uno staff di qualità che ora potrà avere anche un ambiente rassicurante per le pazienti che vi entrano».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato senza vita il fungaiolo disperso in Valdaveto

  • Il "Borgo dei borghi" 2019 è Bobbio

  • Lo abbraccia e lo rapina del Rolex da 30mila euro

  • Gli alpini invadono Piacenza: la festa è grande!

  • Piacenza e provincia: gli eventi da venerdì 18 a domenica 20 ottobre

  • Cisterna trascinata dalla piena, vigili del fuoco e pontieri in azione per il recupero

Torna su
IlPiacenza è in caricamento