Al Municipale il Concerto di Pasqua dell'Orchestra Sinfonica della Rai

La bacchetta di James Conlon e il ritorno dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai sabato 20 aprile al Teatro Municipale di Piacenza per l'atteso Concerto di Pasqua

Sarà l'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai protagonista del Concerto di Pasqua, in programma sabato 20 aprile alle ore 21 al Teatro Municipale. Ormai presenza consolidata e di assoluto prestigio nelle ultime Stagioni concertistiche della Fondazione Teatri di Piacenza, l'Orchestra Rai sarà guidata in quest'occasione dalla bacchetta del suo celebre direttore principale,  James Conlon, in arrivo per la prima volta al Municipale.

Il programma del concerto celebra la Pasqua con un tributo al misticismo wagneriano e  alla ritualità ortodossa di Rimskij-Korsakov: da Parsifal di Richard Wagner si ascolteranno il Preludio che apre l'Atto I, il drammatico Preludio all'Atto III, l'Incantesimo del Venerdì Santo, la solenne Marcia e il Finale, impregnato di altissima sacralità; seguiranno l'Ouverture dalla grande opera romantica Tannhäuser, per poi passare a Nikolaj Rimskij-Korsakov con  l'Ouverture "La grande Pasqua russa" op. 36.

Lo statunitense Conlon è direttore principale dell’Orchestra Sinfonica della Rai dall’ottobre 2016. È direttore musicale dell'Opera di Los Angeles. Dal 1976 a oggi ha diretto più di 270 opere al Metropolitan di New York e calcato i più prestigiosi palcoscenici internazionali: Teatro alla Scala di Milano, Staatsoper di Vienna, Teatro Mariinskij di San Pietroburgo, Royal Opera House di Londra, Teatro dell’Opera di Roma, Maggio Musicale Fiorentino e Opera di Chicago. Nel 2016 ha celebrato il decimo anniversario all’Opera di Los Angeles, dove ha diretto opere di 22 compositori diversi e 24 nuove produzioni. In ambito sinfonico, si segnalano inoltre collaborazioni con l’Orchestre Symphonique de Montréal, la National Symphony di Washington, la New World Symphony di Miami, l’Orchestra Filarmonica Slovena, la Deutsches Symphonie-Orchester Berlin, l’Orchestre National de France; la direzione del concerto di Capodanno alla Fenice di Venezia; la partecipazione al Festival dei Due Mondi di Spoleto. La particolare attenzione riservata ai lavori meno noti di compositori oscurati dal nazismo gli è valsa diversi riconoscimenti, tra cui il Premio Zemlinsky nel 1999 per aver portato la musica del compositore dimenticato all’attenzione internazionale. La sua ricca discografia vanta incisioni per Bridge, Capriccio, Decca, EMI, Erato e Sony Classical, nonché l’assegnazione di quattro Grammy Awards. Nel maggio 2018 è stato insignito dell'onorificenza di Commendatore della Repubblica Italiana.

L'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai è nata nel 1994; i primi concerti furono diretti da Georges Prêtre e Giuseppe Sinopoli. Da allora all'organico originario si sono aggiunti molti fra i migliori strumentisti delle ultime generazioni. Altre presenze significative sul podio sono state, tra gli altri, Carlo Maria Giulini, Wolfgang Sawallisch, Mstislav Rostropovič, Myung-Whun Chung, Riccardo Chailly, Lorin Maazel, Zubin Mehta, Valery Gergiev. Grazie alla presenza dei suoi concerti nei palinsesti radiofonici (Radio3) e televisivi (Rai1, Rai3 e Rai5), l’OSN Rai ha contribuito alla diffusione del grande repertorio sinfonico e delle pagine dell’avanguardia storica e contemporanea, con commissioni e prime esecuzioni che hanno ottenuto riconoscimenti artistici, editoriali e discografici. Tra gli impegni istituzionali che la vedono protagonista, si annoverano i concerti di Natale ad Assisi trasmessi in mondovisione e le celebrazioni per la Festa della Repubblica. Numerosi e prestigiosi anche gli impegni all’estero.

Per informazioni e biglietti: Biglietteria del Teatro Municipale di Piacenza, via Verdi 41

Potrebbe interessarti

  • Instagram senza più 'like': ecco cosa sta succedendo

  • Le proprietà benefiche dove non te le aspetti: il gin tonic

  • «Pendolari "sequestrati" sul nuovo treno Rock»

  • L'aceto e i suoi utilizzi meno noti

I più letti della settimana

  • Via Mazzini, muore neonato di tre mesi

  • Muore schiacciato dal furgone che si ribalta

  • E' un giardiniere 48enne di San Giorgio l'uomo morto schiacciato dal suo furgone

  • Travolta da un treno nella notte, muore a 25 anni

  • Getta la fidanzata dall'auto in corsa: «Morirai in un incidente». Stalker arrestato dalla Polizia locale

  • Auto si ribalta nel canale dopo il frontale con un furgone: tre feriti, uno grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento