Teatro Trieste 34, rassegna di danza "InSincronia"

L’Associazione Culturale Piacenza Kultur Dom, in collaborazione con le direttrici artistiche Ottavia Marenghi (direttrice della Scuola di danza classica Petit Pas) e Claudia Passaro (direttrice della compagnia Incongruo Rapportarsi), ha organizzato per la stagione 2013/2014 InSincronia, Prima Rassegna di Danza Contemporanea al Teatro Trieste 34 a  Piacenza.

L’idea è nata dall’esigenza di rispondere alle richieste di un pubblico, che guarda sempre più con interesse il mondo della danza, in particolare quello della danza contemporanea. Pubblico formato non solo da giovani ballerini o studenti di tale disciplina, ma anche da semplici appassionati del settore o da chiunque voglia avvicinarsi a questo affascinante mondo.

Musica, corpi, linee, forza e dinamica diventano una cosa sola durante la danza. Ma la danza è solo sincronia di corpi che si muovono in armonia? No, non solo! La danza può affrontare nuove sfide, andare oltre al conosciuto ed evolversi verso qualcosa di nuovo, entusiasmante, energico e non “in-sincronia”.

SABATO 29 MARZO ORE 21.00: Compagnia LINEE DISTORTE

Per prenotazioni a servizio abbonamenti: Teatro Trieste 34 - Telefono 328 7776566 - Mercoledì 16.00 – 18.00 Sabato 16.00 – 18.00

insincronia 29 marzo per mail-3

LiNeE DiStOrTe  nasce all’inizio del 2013. Compagnia indipendente, svolge un lavoro di ricerca per un teatro di danza nell’ambito contemporaneo.

Fondata da Roberta Agrestini, Cristina Conti, Antonio Marino, Alessandro Pustizzi, la compagnia pone l’attenzione su un lavoro meramente fisico, che va ad interrogare la danza come lavoro del corpo, mutazione e metamorfosi. E' il movimento che si adatta al corpo e non viceversa. Il gesto che risolve, il gesto che indaga. Il corpo come elemento vivo, protagonista, lente di ingrandimento sul pensiero del nostro tempo. La danza diventa teatro quando, parla di presente, e quindi di strade, gente, occhi, pensieri, sensazioni. Indagare, seminare, ricercare, i germogli del terreno di Linee Distorte che si avvale di quattro giovanissimi danzatori di estrazione diversa ma stretti in un unica e imprescindibile visione. Da qui il nome “linee distorte” in quanto come tali passano infinite in un Punto nel quale si confrontano e convergono partendo dall'esigenza che li spinge verso questa ricerca e condivisione. Un lavoro che non vuole essere categorizzato, per giungere a un rinnovo continuo, interrogandosi sul senso remoto della danza.

Roberta Agrestini - Inizia il suo percorso dalla formazione classica, studiando con Paola Sorressa e perfezionandosi in numerosi stage con note personalità della danza tra cui: Patrizia Salvatori, Stefania Brugnolini, Robert North, Bella Rachinskaia, Clarissa Mucci, Sean Wood. Segue corsi di  jazz, hip hop, ma la danza contemporanea inizia ad avvicinarsi al suo modo di concepire il movimento. Studia contact improvvisation con Paola Sorressa, si perfeziona studiando Cunningham con Flaviana Conti e Stefania Brugnolini, studiando con Loris Petrillo, Enzo Celli, Ludovic Party, Franca Ferrari, Rossella Fiumi, Bradley Shelver, Taila Beck, Thierry Vergè, Fritz Ludin e Betty Jones. Vince numerosi concorsi come il “David di Michelangelo” a Fiuggi. All’età di diciassette anni si perfeziona come stagista nella compagnia “Mandala” di Paola Sorressa. Partecipa alla rassegna “Crusching Test” per giovani coreografi presso l’Accademia Nazionale di Danza. Danza in numerosi spettacoli patrocinati dal comune di Ladispoli come “L’infinito è blu sopra le nuvole” di Andrea Gherardi. Prende parte alla produzione dello spettacolo “Giselle” ideato da Enzo Celli, allo spettacolo “Processi In Versi” ideato da Massimiliano Varrese. Porta in scena la sua prima produzione coreografica “Attraverso Picasso, Dinamiche Altamente Instabili”. Partecipa allo spettacolo “Pinocchio” Di Massimiliano Varrese, patrocinato dal ministero dei beni culturali.  Nel 2013 si Laurea all’Accademia Nazionale di Danza e entra a far parte della compagnia Linee Distorte.

Antonio Marino -  Inizia il suo percorso formandosi come attore seguendo vari stage in giro per l’Italia, prendendo parte a spettacoli quali L’Avaro di Molière, Amleto e il Cyrano de Bregerac. Inizia a danzare più tardi, spinto dall’esigenza di comunicare le proprie sensazioni anche attraverso il corpo. Segue corsi di hip hop e Break dance, ma è la danza contemporanea che più si avvicina al suo modo di concepire il movimento. Dal 2011 è un danzatore della compagnia “Botega” diretta da Enzo Celli, prendendo parte a spettacoli quali “Giselle” e “Fragile” ispirato ai diari di Nijinskj, con il quale debutta al “Russian Drama Theatre”di Ufa, Republic of Bashkortostan, Russia, al “Na Strastnom” Theatre di Mosca e al “D.N.A” di New York per il concorso APAP. Prosegue il suo percorso con la compagnia “Cie Twain dance physical Theatre” diretta da Loredana Parella debuttando al teatro “Cantieri Florida” di Firenze e il “Nuovo teatro Abelliano” di Bari con lo spettacolo “Lei e Tancredi” denunce di corpi parlanti. Segue regolarmente lezioni di tecnica Release e floor work con Marta Ciappina e Loredana Parrella presso lo Ials di Roma. Nell’Agosto 2012 viene selezionato al workshop con “DV8 physical dance Theatre”. Danzatore per l’evento “Synestesia” interazione estemporanea tra musica elettronica e danza contemporanea al museo d’arte contemporanea “Macro” di Roma per “La notte dei Musei 2013”. Continua la sua ricerca teatrale scrivendo una drammaturgia inedita dal titolo "Sempre Uniti", “Miglior spettacolo” al concorso “Il palco e i suoi linguaggi 2011” dove musica, danza e teatro si fondono per trovare nuovi stimoli e nuove chiavi interpretative.
Dal Maggio 2013 è parte del gruppo Linee Distorte.

Alessandro Pustizzi - Il suo percorso di danzatore contemporaneo viene contaminato quando nel 2008 va a vivere in Francia. Prendendo parte alla formazione per danzatori contemporanei "Coline", diretta da Bernadette Tripier, una delle più prestigiose formazione/compagnia nel sud della Francia. Approfondendo così il linguaggio contemporaneo, attraverso lo studio principale di tecniche come Cunningham e Limon. Molte collaborazioni con coreografi e insegnanti, tra i più illustri: Louise Burns (Merce Cunningham Dance Company) Michael Swennen (Limon Dance Company) Urs Stuffer, dalla quale apprende la tecnica del Contact Improvvistation, instancabile seguace di Steve Paxton, padre di questa tecnica. Con Yuval Pick, Shlomi Tuizer, Emanuel Gat, Ex Danzatori della compagnia Israeliana Batsheva inizia il suo percorso di conoscenza della contemporanea Israeliana, molto fisico e teatrale allo stesso momento. Con questi ultimi prende parte a creazioni con le rispettive compagnie, Emanuel Gat Dance ed Affari Esteri, sviluppano così un proprio linguaggio di movimento ed improvvisazione. Altre sono successivamente le collaborazioni a creazioni e pies, con: Mathilde Monnier, Michal Keleminis, George Appaix. Nel 2010 tornando in Italia lavora con Botega Dance Company di Enzo Celli, dove continua a sviluppare un lavoro molto fisico e dove prende parte ad altre creazioni. Ad oggi ha sviluppato un suo linguaggio di movimento ed improvvisazione qualitativo, tiene classi professionali presso L'opifico di Roma ed insieme ad Antonio Marino, Cristina Conti e Roberta Agrestini ha formato la Compagnia Linee Distorte.


Cristina Conti Dopo una prima formazione, Cristina Conti studia e lavora con la danzatrice Elisabetta Minutoli, della quale è attualmente assistente alla scuola You Can Dance di Roma. Dal 2009 entra nella compagnia Botega Dance Company diretta dal coreografo Enzo Celli con la quale di esibisce al festival della Versiliana e in teatri come il Vespasiano di Rieti e il Malibran di Venezia. Dal settembre del 2011 all’aprile del 2012 si trova a New York City, con lo scopo di incrementare la propria formazione artistica. Prende parte allo Student International Program, un corso professionale organizzato da una delle scuole più in vista sul panorama artistico newyorkese, Peridance Capezio Center diretta da Igal Perry. Qui studia danza classica, moderna e contemporanea e partecipa a workshop con Drew Jacopy, Christopher Roman (Forsythe improvisationMethods) Emery LeCrone, Michele Oliva, Sidra Bell. A New York fonda e dirige artisticamente una giovane compagnia: Avir Dance Company. La compagnia debutta all’opening night di uno dei festival più famosi per la danza newyorkese,il Cool2012 New York Dance festival diretto da Young Soon Kim ( WHITE WAVE John Ryan Theather) portando in scena “WAS”. Tornata in Italia viene selezionata per partecipare al workshop per soli professionisti della compagnia DV8 Phisical Theatre.


 


 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Arena Daturi, Cinema sotto le Stelle 2019

    • dal 1 luglio al 3 settembre 2019
    • Arena Daturi
  • Rassegna Piazza Grande Tour, edizione 2019

    • dal 18 luglio al 6 ottobre 2019
    • varie location, come da programma
  • Borgo Faxhall, Mercatino del Borgo

    • Gratis
    • dal 7 settembre al 29 dicembre 2019
    • Borgo Faxhall
  • Appennino Festival, viaggio musicale nel '500 e '600 europeo

    • solo oggi
    • Gratis
    • 21 agosto 2019
    • Chiesa di San Bartolomeo
Torna su
IlPiacenza è in caricamento