Medicina potenziativa, sabato 27 convegno nazionale a Piacenza

Organizzato da OMCeO Piacenza e FNOMCeO. Sarà presente la Presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Roberta Chersevani

Se negli anni ’70 del secolo scorso si diceva che “la medicina ha fatto più progressi negli ultimi 30 anni che nei precedenti tremila”, da qualche tempo si sta facendo largo l’idea che la medicina stia facendo un balzo straordinario in grado di cambiare la qualità della stessa “cura”. L’avvento delle cellule staminali e di molti altri interventi è tale da far pensare che la medicina non si limiti più alla “terapia” dei processi morbosi ma che possa spingersi a “potenziare” il processo vitale, aprendo prospettive del tutto nuove e al limite dell’immaginabile.

La medicina potenziativa sarà al centro del Convegno Nazionale “Dalla cura del malato alla "cura" del sano” organizzato dall’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Piacenza e dalla Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, con la collaborazione scientifica della Società Bio-Giuridica Piacentina, in programma sabato 27 maggio dalle ore 8.30 alla Sala degli Arazzi del Collegio Alberoni (Via Emilia Parmense 77 - Piacenza).

La “cura del sano” è un’estensione della normale terapia e in linea con essa, o segna invece una svolta radicale nella pratica clinica e richiede nuovi strumenti di analisi? Questi, insieme alla questione etica e deontologica, alcuni dei temi al centro del confronto che vedrà la partecipazione dei vertici della Federazione Nazionale con la Presidente Roberta Chersevani.  Interverranno Mario Jori, Professore Ordinario f.r. Filosofia del Diritto, Università Statale di Milano (“L’uomo del futuro sarà ancora “umano”?”), la Presidente FNOMCeO Roberta Chersevani (“Il codice di deontologia medica tra malato e quasi malato”), lo storico della medicina Giorgio Cosmacini (“Cosa vuol dire curare: dalla malattia alla cura”), Maurizio Mori, Professore Ordinario Bioetica, Università di Torino (“Il diritto all’immortalità in una prospettiva laica”), Adriano Pessina, Professore Ordinario Filosofia Morale, Università Cattolica, Milano (“Il diritto all’immortalità in una prospettiva religiosa”).

A seguire l’intervento del Presidente OMCeO Rimini, Coordinatore Consulta deontologica nazionale FNOMCeO, Maurizio Grossi (“La medicina potenziativa: scienza, diritto, bioetica”), e una tavola rotonda nel corso della quale Filippo Anelli (Presidente OMCeO Bari, Consulta deontologica nazionale FNOMCeO), Maurizio Benato (Membro Comitato Nazionale Bioetica), Giorgio Berchicci (Presidente OMCeO Isernia, Consulta deontologica nazionale FNOMCeO), Claudio Buccelli (Professore Ordinario Medicina Legale, Università di Napoli, Membro Consulta deontologica nazionale FNOMCeO) e Stefano Falcinelli (Presidente OMCeO Ravenna, Consulta deontologica nazionale FNOMCeO) si confronteranno sui seguenti temi: L’obbligazione del medico “potenziativo” è di mezzi o di risultato?; L’obiezione di coscienza è invocabile nel caso di una richiesta “potenziativa”?; Gli articoli 73 e 76 del CDM a confronto.

ISCRIZIONI - L’iscrizione al convegno è gratuita e va effettuata entro le ore 14 di giovedì 25 maggio 2017. I medici di medicina generale, i pediatri di libera scelta e tutti i medici dipendenti dell’AUSL di Piacenza, possono iscriversi inviando una mail a: convegni@ordinemedici.piacenza.it .

Tutti gli altri medici e odontoiatri devono invece iscriversi tramite l’area “registrazione ai corsi” del sito dell’AUSL di Piacenza, www.ausl.pc.it, che prevede la registrazione e l’acquisizione delle credenziali di accesso (username e password) per l’iscrizione agli eventi. I convegnisti che non si registreranno secondo le modalità indicate, potranno partecipare in qualità di uditori ma non otterranno i crediti ECM. Per l’evento è stato richiesto l’accreditamento ECM per le professioni di Medico Chirurgo (90 posti) e Odontoiatra (10 posti).

Programma

Allegati

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tamponamento tra due tir in A1, muore un uomo

  • Precipita nelle acque del Po, salvato appena in tempo

  • «Mi aveva preso in giro: non le servivo più, poi l'ho afferrata per il collo»

  • Travolto da un furgone mentre attraversa la Provinciale sulle strisce, grave un bambino

  • Auto avvolta dalle fiamme, conducente scende appena in tempo e si salva

  • Dopo un folle inseguimento tra la gente si scaglia contro i carabinieri: arrestato

Torna su
IlPiacenza è in caricamento