menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius epifaniacarnevalesan-valentinofesta-donnafesta-papapasqua1-maggiofesta-mammaferragostohalloweennatalecapodannochildrenlocation-maps

Ferzan Ozpetek spalanca le porte del cinema a Nina Zilli

"Mi vuole Ferzan Ozpetek - dice all'Ansa la cantante piacentina che a Sanremo 2010 ha vinto il premio della critica Mia Martini -: sta scrivendo una parte, spero piccola, per me nel suo prossimo film"

"Mi vuole Ferzan Ozpetek - dice all'Ansa la cantante piacentina Nina Zilli (nome d'arte di Maria Chiara Fraschetta) che a Sanremo 2010 ha vinto il premio della critica Mia Martini con L'uomo che amava le donne -: sta scrivendo una parte, spero piccola, per me nel suo prossimo film. Ma io non sono un'attrice, quello è un altro mestiere, non credo di essere all'altezza. Ferzan però mi rassicura, mi dice che ho talento e che lui mi aiuterà".

IL FILM -  Il film, come annunciato a dicembre dal regista che sta scrivendo la storia con Ivan Cotroneo, sarà "una commedia drammatica come la vita, una nuova storia corale". Le riprese sono previste per settembre. "Ci sono quattro donne, un matrimonio e la Turchia", dice la Zilli, "ed è tutto quel che so per il momento". La cantante è tentata dalla proposta "prestigiosa", ma "al tempo stesso terrorizzata e infatti anche se Ferzan va avanti come un treno io non ho ancora detto un vero sì. Che non sembri snobismo, tutt'altro, ho paura vera".

IL REGISTA - Ozpetek, che prepara il debutto nella regia lirica con l'Aida di Giuseppe Verdi, la direzione musicale di Zubin Mehta e la produzione del Maggio Musicale Fiorentino per l'inaugurazione del festival 2010, ha conosciuto la Zilli per Mine Vaganti affidandole il motivo principale della colonna sonora, quel 50mila che ha dato grande popolarità all'artista. Con il nuovo film, ancora prodotto da Fandango, continua il sodalizio con Ivan Cotroneo con cui aveva scritto Mine Vaganti, mentre il viaggio in Turchia sarà un ritorno alle origini per il regista, nato a Istanbul nel '59 e trasferitosi a Roma nel '76 per studiare storia del cinema alla Sapienza.

Fonte: Ansa

Potrebbe interessarti

Commenti (3)

  • Cambiare "premio" Il Nome della persona di riferimento era "nota menagramu"

  • ma son l'unico a cui Nina Zilli fa semplicemente venir voglia di cambiare canale/stazione radio (beh quella no,ascolto solo Virgin Radio)?

Più letti della settimana

  • Incidenti stradali

    Si schianta in auto mentre torna da allenamento, muore atleta 18enne

  • Incidenti stradali

    Incastrato nel furgone dopo il tamponamento, grave un uomo

  • Incidenti stradali

    Via Gorra, sbanda con l'auto e si ribalta in mezzo alla strada

  • Cronaca

    Calci e grida contro la caserma dei Pontieri, giovane finisce all'ospedale

Torna su