A teatro con mamma e papà, "Fagioli"

La rassegna di teatro per famiglie "A teatro con mamma e papà" prosegue domenica 17 febbraio alle ore 16.30 al Teatro dei Filodrammatici. Per la prima volta ospiti della rassegna I Teatri Soffiati / Finsterrae Teatro con Fagioli, dalla celebre fiaba inglese “Jack e il fagiolo magico”, di e con Giacomo Anderle e Alessio Kogoj, uno spettacolo che unisce teatro d’attore, narrazione, animazione d’oggetti, magia e clownerie, adatto a un pubblico di ogni età.

Protagonisti due stravaganti vagabondi contastorie, sempre sospesi tra la ricerca di qualcosa da mettere sotto i denti e la voglia inesauribile di giocare.
Pasta e fagioli: un piatto antico, di cui s’ignora con esattezza “luogo e data di nascita”, ma di cui ognuno custodisce la ricetta vera e originale. Un piatto povero ma gustoso e nutriente, che ha rifocillato e sostenuto innumerevoli generazioni. Così è per le fiabe, nate non si sa come, non si sa dove, costante alimento dell’immaginario di grandi e piccini.

Anche Eso e Fedo, due orfanelli già ospiti del pio ospizio di Marshalsea ed ora irrimediabilmente votati al vagabondaggio, sono cresciuti a fiabe e favole, scoprendo in esse fondamentali insegnamenti per la vita. Raggiunta la maggiore età, i due percorrono sicuri le vie del mondo arrangiandosi alla bell’e meglio e cercando di tirar su qualche soldo con il loro ricco repertorio di storie. E poco importa se alla morale delle favole si aggiungono altri insegnamenti raccolti strada facendo e se i racconti si condiscono con la fame che non dà loro tregua. E così, manco a dirlo, può succedere che i fagioli del piatto si mescolino a quelli della fantasia, dando vita ad un racconto che, se non riempie proprio la pancia, di sicuro scalda i cuori.

“Jack e la pianta di fagioli” è un racconto popolare inglese di cui si conoscono numerosissime varianti. Jack è un bambino povero e apparentemente di poco cervello che, arrampicandosi su una magica ed enorme pianta di fagioli, arriva fino alla casa di un orco, dove sono custodite grandi ricchezze. Rivelando una notevole astuzia e intraprendenza il bambino riuscirà a impossessarsi di un sacco di monete d’oro, di una gallina dalle uova d’oro e di un’arpa fatata.

Terminato il racconto, lo spettacolo si conclude con la distribuzione di un fagiolo ad ogni spettatore. Forse tra tutti quei fagioli c’è anche qualche fagiolo magico, e in quel caso i fortunati potranno salire e prendere qualche “souvenir”. Se invece non si troverà alcun fagiolo magico, non c’è problema, concludono i due orfanelli. Ci si ritroverà tra un po’ di tempo, tutti insieme per una bella feijoada e sarà comunque una bella festa.

Il prossimo spettacolo

Sabato 6 aprile ore 20.30
Teatro dei Filodrammatici

Chiuderà l’edizione 2018/2019 un appuntamento serale, per il debutto della nuova produzione 2019 di Teatro Gioco Vita, “Il barone di Munchausen” dal testo di Rudolf Eric Raspe e dai disegni di Lele Luzzati, con Valeria Barreca, adattamento teatrale e regia di Tiziano Ferrari, scene di Nicoletta Garioni, musiche di Nicola Piovani, sagome di Federica Ferrari e Nicoletta Garioni (dai disegni di Lele Luzzati), costumi Tania Fedeli, luci Anna Adorno. “Le avventure del mitico Barone di Munchausen” sono ispirate alla vita di un militare tedesco realmente esistito, famoso per i suoi surreali racconti. Probabile che, discorrendo la sera con gli amici, si dilettasse a raccontare le proprie imprese esagerando, gonfiando e più spesso inventando di sana pianta. Ma c’è molto di più del banale fanfarone che racconta panzane inverosimili con la più assoluta serietà: il Barone ci presenta le sue incredibili storie per metterci in guardia contro il ridicolo che inevitabilmente ricade su chi racconta frottole. A 40 anni dalla prima edizione (“Il barone di Munchausen” è stato il primo spettacolo d’ombre di Teatro Gioco Vita), si vuole rendere omaggio al percorso fatto in questi anni attraverso le ombre con un unico intento: raccontare storie.

PREZZI E INFORMAZIONI

A TEATRO CON MAMMA E PAPÀ

Bambini/ragazzi: euro 7 intero, euro 6 ridotto fratelli/sorelle (gratuito fino a 3 anni non compiuti senza posto a sedere).

Giovani/adulti: euro 9 intero, euro 8 ridotto nonni/nonne.

Prevendita presso la biglietteria di Teatro Gioco Vita (Via San Siro 9, Piacenza - Telefono 0523.315578 -  biglietteria@teatrogiocovita.it), orari di apertura dal martedì al venerdì ore 10-16. Il giorno dello spettacolo la biglietteria funziona unicamente nella sede della rappresentazione a partire dalle ore 15.30 (Teatro Filodrammatici, via San Siro 9, tel. 0523.315578).

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Teatro President, "Happy Days"

    • 3 marzo 2019
    • Teatro President
  • Fiorenzuola d'Arda, "W lo Swing italiano" al Teatro Verdi

    • dal 8 al 10 marzo 2019
    • Teatro Verdi
  • Teatro Trieste Trentaquattro, Godiva e il senso erotico - Golden Din Din

    • 23 febbraio 2019
    • Teatro Trieste Trentaquattro

I più visti

  • Palazzo Farnese, mostra-evento "Annibale. Un Mito Mediterraneo"

    • dal 16 dicembre 2018 al 17 marzo 2019
    • Palazzo Farnese
  • Santa Maria in Cortina, "Il pozzo di Sant'Antonino. Un segreto sotterraneo"

    • dal 22 dicembre 2018 al 17 marzo 2019
    • Chiesa di Santa Maria in Cortina
  • Proposte FAI 2019, "FAI una camminata!"

    • 24 febbraio 2019
    • Piazza Trento (ritrovo)
  • Fiorenzuola d'Arda, "Festival dell'Anolino" e "Aspettando l'Anolino"

    • dal 1 febbraio al 10 marzo 2019
    • varie location
Torna su
IlPiacenza è in caricamento