Tributo Anmil, venerdì 28 giugno il ricordo delle Vittime del Lavoro

"Milestone plays Motown" è il titolo del concerto che verrà proposto venerdì 28 giugno in Piazza Cavalli a ricordo di tutti coloro che sul lavoro persero la vita o l'integrità fisica

Il Tributo Anmil alle Vittime del Lavoro, giunto alla diciottesima edizione, è un concerto dedicato alle troppe persone che ogni anno sul lavoro perdono la vita o l’integrità fisica. Anmil, Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati ed Invalidi del Lavoro, da più di settant’anni è impegnata nella sensibilizzazione della cittadinanza e dell’opinione pubblica circa la prevenzione degli infortuni sul lavoro e la cura della sicurezza.

Negli anni, sul palco di Anmil si sono esibiti artisti di fama nazionale, tra i quali Enrico Ruggeri, Gianna Nannini, I Nomadi, Eugenio Finardi, Alberto Fortis ed il noto artista piacentino Daniele Ronda.

“Ogni morto sul lavoro rappresenta una sconfitta – interviene Giovanni Ferrari, Presidente Territoriale Anmil Piacenza – non solo per Anmil che da sempre combatte contro l’incertezza del lavoro sicuro, ma per l’intera comunità. Anche un momento come quello del concerto che si terrà venerdì 28 giugno serve per ricordare ogni singolo lavoratore che ha perso la vita. Non dimentichiamo inoltre – aggiunge in conclusione Ferrari - che dall’inizio dell’anno ci sono state già quattro morti nella nostra provincia”.

Organizzato con la Collaborazione del Comune di Piacenza e della Fondazione Anmil e con il sostegno economico di Confindustria Piacenza, Cementirossi spa, Cgil, Cisl, Bullasportwear e Confcooperative, il Tributo Anmil ospiterà il concerto dal titolo “Milestone plays Motown”, che porterà in Piazza Cavalli alcuni tra i più grandi successi dell’etichetta discografica di Detroit che, a partire dal 1959, produsse molti artisti destinati a diventare icone della musica Soul e R&B.

Ad aprire la serata, dalle 19,30 si avrà l’esibizione piano solo e voce di Marco Ray Mazzoli “Boogie & blues”. Saranno presenti stand gastronomici con salumi e birra grazie alla collaborazione delle Pro Loco di Lugagnano Val d’Arda e Borla di Vernasca, nonchè ai volontari del Circolo Ricreativo Culturale Quartiere IV della Farnesiana.

MILESTONE PLAYS MOTOWN

Il concerto dal titolo “Milestone plays Motown” porterà in Piazza Cavalli alcuni tra i più grandi successi dell’etichetta discografica di Detroit che, a partire dal 1959, produsse molti artisti destinati a diventare icone della musica Soul e R&B.

Marvin Gaye, Diana Ross, Lionel Ritchey, Steve Wonder, The Jackson Five e moltissimi altri cantanti raggiunsero il successo proprio grazie alla casa di produzione nata nella “Città dei motori”, la “Motor Town” per eccellenza, vale a dire Detroit. Intere generazioni sono cresciute accompagnate dai successi della “Motown Records Inc!"

La Milestone School of Music, scuola di musica nata all’interno del Piacenza Jazz Club, ma da sempre aperta a tutti i generi musicali, dal pop, al rock, al funky, ha preparato un evento volto a celebrare uno dei momenti più ricchi della storia della musica mondiale.

Sul palco si esibiranno i docenti della Milestone School of Music, musicisti che in molti casi vantano curriculum artistici di eccezione, uniti dalla passione per la musica di qualità, anche quando, come in questo caso, “commerciale”.

Nell'ambito di “Milestone plays Motown” canteranno Debora Lombardo e Miriam Amato, docenti di canto, e suoneranno Silvio Piccioni, docente di chitarra, Giovanni Guerretti, docente di pianoforte e tastiere, Alex Carreri, docente di basso elettrico e contrabbasso, Luca Mezzadri e Marco Camia, docenti di batteria e percussioni, Gianni Satta, docente di tromba e Andrea Zermani, docente di saxofono e clarinetto.

Alcuni tra i migliori allievi della Milestone School of Music condivideranno il palco con i propri maestri in una serata volta al divertimento con musica di altissima qualità. Madrine d’eccezione del concerto saranno Golden Din Din e Sara Sable, due frizzanti “spiriti” della musica che guideranno il pubblico tra “Baby Love” e “Dancing in the street”, con ironia e simpatia travolgenti.

Marco “Ray” Mazzoli Piano solo e voce – boogie & blues

Marco "Ray" Mazzoli è un pianista, cantante e compositore di musica blues, un genere che interpreta in molteplici stili, sfumature e accezioni (dal blues tradizionale, allo swing e al rhythm & blues), proponendo un vasto repertorio che include sue composizioni originali e rivisitazioni in stile blues di brani noti al grande pubblico.

Oltre al disco “My piano & me we’ve got rhythm” registrato a fine maggio negli studi Nadir di Genova, che uscirà in settembre/ottobre, ha all’attivo 7 CD, di cui 5 su un proprio progetto o come solista: “Happy to Play the Blues” (2009, MAP – Milano), “Live (and Alive) Blues” (2010, MAP – Milano), “Blue
Ray” (2014, MAP – Milano), “All Colours of Blues” (2015, MAP – Milano), “My Big Fat Blues” (2018, Nadir Music – Genova, registrato con i Big Fat Mama, la storica blues band genovese).

Tra le sue numerose collaborazioni sono da ricordare quelle con la Family Style Blues Band, con il grande bluesman bianco James Harman (che Mazzoli ha accompagnato nel suo “Italian Tour” del 2010, insieme alla Family Style Blues Band), con la stella internazionale del Jazz Mattia Cigalini (che ha partecipato, in qualità di special guest a tre dei CD di Mazzoli), con il chitarrista blues Marco Limido, con l’armonicista e cantante Franco Limido, con le cantanti Renata Tosi e Sabrina Colombo (con la quale ha realizzato il disco “Sabrina Colombo & Louisiana Blues Trio in Blues”, 2017, Genova, “I Consonanti Music Project” insieme al Louisiana Blues Trio) con i Big Fat Mama (con i quali, oltre ad aver realizzato il suo ultimo disco, “My Big Fat Blues”, ha anche collaborato, come pianista, hammondista e corista, alla realizzazione e registrazione del disco “Greetings from the Coast”, 2018, Nadir Music, Genova),

Con la sua band, il Louisiana Blues Trio, un gruppo nato recentemente presso il Louisiana Jazz Club di Genova, Marco “Ray” Mazzoli propone un vasto repertorio di blues in tutte le sue accezioni, e di swing in stile “Anni ’30” e “Anni ‘40” che include sia composizioni originali di Mazzoli che classici del genere. La band, oltre a Mazzoli al pianoforte e voce, vede Marco Battelli (musicista che ha all’attivo collaborazioni con grandi jazzisti di fama internazionale) al contrabbasso e, alla batteria Tassilo Burckard, musicista che ha costruito la sua straordinaria carriera con artisti del calibro di Nino Ferrer, Bobby Solo, Santino Rocchetti).

Nel progetto solista “Marco Ray Mazzoli Piano Solo & Voice – Boogie & Blues”, Mazzoli fa molto leva sulla forza espressiva del pianoforte, sulla suggestione delle “blue notes” e sull’energia del Boogie e dello Swing, proponendo un repertorio che include sue composizioni originali, classici del blues e del jazz tradizionale, rivisitazioni in stile blues di brani noti al grande pubblico.
Marco “Ray” Mazzoli Mazzoli ha partecipato a numerose rassegne e festival blues e a vari programmi radiofonici e televisivi di reti locali e nazionali.

Potrebbe interessarti

  • Instagram senza più 'like': ecco cosa sta succedendo

  • Le proprietà benefiche dove non te le aspetti: il gin tonic

  • «Pendolari "sequestrati" sul nuovo treno Rock»

  • L'aceto e i suoi utilizzi meno noti

I più letti della settimana

  • Via Mazzini, muore neonato di tre mesi

  • Muore schiacciato dal furgone che si ribalta

  • E' un giardiniere 48enne di San Giorgio l'uomo morto schiacciato dal suo furgone

  • Travolta da un treno nella notte, muore a 25 anni

  • Getta la fidanzata dall'auto in corsa: «Morirai in un incidente». Stalker arrestato dalla Polizia locale

  • Auto si ribalta nel canale dopo il frontale con un furgone: tre feriti, uno grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento