Galleria Alberoni, mostra evento "L'ultimo albero"

Una mostra diffusa in più prestigiose sedi, tra città e provincia, e un percorso artistico culturale fatto di incontri, concerti, conversazioni, conferenze, visite guidate speciali, laboratori, biciclettate ed altro ancora. Un vero e proprio festival per riflettere sui cambiamenti climatici in corso, i segreti della natura e le responsabilità dell’uomo.

Tutto questo è L’ultimo albero, mostra evento che accompagnerà la vita culturale e artistica di Piacenza e provincia da ottobre 2019 fino a giugno 2020. Un percorso di nove mesi che vuole suscitare una riflessione tra i cittadini sull’etica del vivere tra natura e disincanto, per una maggiore consapevolezza nei confronti di un patrimonio che tutti siamo chiamati a custodire. Come singoli e come comunità.

Protagonista dei percorsi espositivi è l’arte naturale di Romano Bertuzzi, artista piacentino, ma attivo sia in Italia che in Europa.

Saranno proprio le sue opere naturali a costituire la principale sezione di ogni mostra e a proporre uno sguardo alla materia della natura per coglierne l’anima nascosta, interpellando al contempo il visitatore sul delicato tema della salvaguardia del pianeta e sui preoccupanti cambiamenti climatici che lo minacciano.

Contraddistingue la mostra evento l’esteso gruppo di Istituzioni ed Enti che hanno partecipato alla sua ideazione e alla sua realizzazione.

L’ultimo albero è infatti promosso da, Opera Pia Alberoni, Biffi Arte, Comune di Piacenza – Piacenza Musei in rete, Società Meteorologica Italiana.

Con il Patrocinio di: Regione Emilia Romagna, Provincia di Piacenza, Diocesi di Piacenza-Bobbio, WWF Italia, Ordine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Piacenza, Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della provincia di Piacenza.

In collaborazione con: Università Cattolica del Sacro Cuore, Comune di Calendasco, Comune di Castell’Arquato, SVEP Centro di Servizio per il volontariato di Piacenza, Associazione La Ricerca, GEOCART, Associazione Velòlento, Infoambiente

Con il sostegno di: Twin pack, SD Impianti tecnologici, Sintic Informatica e Internet, Parchi del Ducato, Consorzio di bonifica di Piacenza.

Il titolo

Un albero bianco di oltre sette metri di altezza con un nido alla sua sommità, caduto sulle colline piacentine, recuperato e interamente dipinto di bianco dall’artista Romano Bertuzzi, opera centrale del percorso espositivo alla Galleria Alberoni, è divenuto l’icona della mostra evento e ha ispirato il titolo di un percorso culturale di riflessione sui cambiamenti climatici e le responsabilità dell’uomo che vuole appunto scongiurare la profezia dell’ultimo albero.

Un secondo albero con nido, di dimensioni più ridotte, ma altrettanto suggestivo, ritrovato e dipinto di bianco da Romano Bertuzzi, sarà esposto alla Galleria Biffi Arte.

I Luoghi della mostra

Galleria Biffi Arte

19 ottobre - 1 dicembre 2019

In mostra, negli spazi dell’Antico Nevaio, una serie di lavori a grafite, tecnica di elezione di Romano Bertuzzi: ciottoli fluviali e cortecce rinascono sulla carta, pelle misteriosa e numinosa di una natura solo in apparenza fossilizzata. E nel cuore del percorso espositivo, un’istallazione d’eccezione: un albero, bianco, tiene stretto tra le fronde un nido.

Biblioteca Passerini Landi

23 ottobre – 23 novembre 2019

Attraverso stampe, cartoline e libri un ideale viaggio sul territorio di Piacenza alla scoperta dell’Albero. Dai salici e pioppi del Po, passando agli alberi da frutto della collina e della montagna per arrivare agli alberi dei giardini della città. Con una rarità di eccezionale valore: i libri di legno utilizzati nel Settecento.

Galleria Alberoni

26 ottobre - 8 dicembre 2019

Un albero bianco di oltre 7 metri con nido dell’artista Romano Bertuzzi, le cortecce e altre figure naturali e particolari di alberi create dalla perizia della sua matita, un tronco e un grande nido ritrovati e dipinti di bianco dall’artista, l’antica e mai esposta collezione di fogli lignei raccolti nel Settecento dal botanico e artista Fra Zaccaria, presentata al pubblico per la prima volta e affiancata ad altri preziosi oggetti della collezione naturalistica del frate botanico quali le cortecce da lui raccolte e tre deliziosi quadretti realizzati dallo stesso frate, l’uno raffigurante anatomie di piante e gli altri due contenenti epidermidi vegetali lavorate; alcuni rami e tronchi malati, concessi in prestito dalla Facoltà di Agraria dell’Università Cattolica del Sacro Cuore a ricordarci la fragilità del pianeta, il film d’animazione L’uomo che piantava gli alberi di Frédéric Back, vincitore del Premio Oscar nel 1988, allestito in mostra.

Numerosi eventi (incontri, laboratori, visite speciali, concerti, biciclettate) per riflettere sui cambiamenti climatici e sulla tutela di quella straordinaria opera d’arte che è il Creato animeranno la Galleria Alberoni durante il periodo di mostra. Tra questi citiamo il doppio appuntamento con Luca Mercalli, celebre climatologo, noto volto televisivo e uno dei massimi esperti italiani del clima che cambia, che incontrerà la cittadinanza la sera del 20 novembre e gli studenti delle scuole piacentine la mattina del 21 novembre, celebrando così a Piacenza la Giornata Nazionale degli alberi.

 Museo Civico di Storia Naturale

16 novembre 2019 - 19 gennaio 2020

Un percorso attraverso gli erbari storici del museo a partire dalla Flora Italiae Superioris del 1820 fino alle raccolte più recenti mette in risalto la ricca biodiversità tra l’Appennino e il Po. All’ingresso l’installazione “La Garzaia” di Romano Bertuzzi presenta in chiave concettuale il rapporto tra ardeidi che nidificano sulla stessa pianta.

Biblioteca di Calendasco

21 novembre 2019 - aprile 2020

Percorsi di lettura sul tema alberi/contrasto ai cambiamenti climatici. Progetto di "Social mapping": costruzione della mappa degli alberi del paese. Una mostra fo­tografica sulle piante.

Museo Geologico di Castell’Arquato

26 aprile - 28 giugno 2020

Il dialogo fra “L’ultimo albero”, disegni di cortecce, particolari di ciottoli e alcuni dei reperti più significativi del museo riguardanti antiche foreste pietrificate invitano ad una riflessione sui cambiamenti climatici e sul ruolo che l’uomo ha nella salvaguardia degli habitat naturali del pianeta.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Vigoleno, Presepio meccanico elettronico dal 1989

    • Gratis
    • dal 22 dicembre 2019 al 26 gennaio 2020
    • Borgo di Vigoleno
  • Biblioteca Passerini Landi, "Absorta est mors in victoria"

    • Gratis
    • dal 20 novembre 2019 al 31 gennaio 2020
    • Biblioteca Passerini Landi
  • Galleria Studio C, "Maestri del contemporaneo in mostra"

    • Gratis
    • dal 18 al 30 gennaio 2020
    • Galleria d'Arte Contemporanea STUDIO C

I più visti

  • Scopripiacenza, "Costruite da Dio"

    • 26 gennaio 2020
    • Chiesa della Sacra Famiglia
  • Museo di Storia Naturale, Laboratori didattici "Gioca e impara"

    • Gratis
    • dal 26 ottobre 2019 al 16 maggio 2020
    • Museo di Storia Naturale
  • Cortemaggiore, la stagione teatrale al Teatro Duse

    • dal 19 ottobre 2019 al 19 aprile 2020
    • Teatro Duse
  • Over 65, al Politeama la rassegna Cinema d'Argento

    • Gratis
    • dal 20 novembre 2019 al 25 marzo 2020
    • Cinema Multisala Politeama
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    IlPiacenza è in caricamento