Imparare a fotografare: consigli e primi passi

Ci sono molti concetti che un principiante non conosce o trascura al momento di iniziare a fotografare, imparando poco e non riuscendo a migliorarsi. Una piccola guida con le cose basilari da sapere è sempre utile per cominciare nel modo migliore

La fotografia digitale è ormai parte integrante delle nostre vite. Dovunque ci si trovi c’è sempre qualcuno che, con il suo smatphone, una fotocamera compatta o una professionale, sta immortalando qualcosa. Gli automatismi delle fotocamere sono sempre più sofisticati e rendono sempre più facile impostare la macchina fotografica. I componenti elettronici, poi, si evolvono senza sosta e garantiscono foto con colori bellissimi, estremamente nitide e fedeli alla realtà.

Possedere e usare la macchina fotografica, però, non vuol dire saper fotografare. E possedere una macchina fotografica stratosferica non garantisce di fare belle foto. Anzi, spesso non è nemmeno necessario.

Perché fotografiamo?

Se scattiamo solo per acchiappare qualche like sui social, forse non ci serve perdere tempo per imparare a fotografare. Altrimenti, è utile chiedersi quali motivazioni ci spingono a fotografare e a desiderare di fare belle foto. Se vogliamo essere in grado di ottenere sempre le foto che desideriamo, senza dipendere dal caso, allora risulta necessario saper controllare il processo di creazione dell’immagine e saper prevedere a quali risultati porterà.

Cosa dobbiamo imparare?

A seconda di quali sono i nostri obiettivi, imparare a fotografare potrebbe essere un percorso lungo tutta la vita. Esistono però dei settori di apprendimento. Innanzitutto, sarà necessario conoscere la macchina fotografica e tutto l’equipaggiamento che ci serve.

- Dovremo saper conoscere e sfruttare la luce. Per alcuni, la luce è quasi tutto in fotografia.

- Prima di tutto dobbiamo conoscere i principi per il calcolo è l’individuazione della corretta esposizione. Poi potremo concentrarci a studiare la direzione, la forma, il colore, l’intensità della luce e capire come usare queste caratteristiche per veicolare il nostro messaggio.

All’inizio, lavoreremo solo con la luce disponibile, la luce ambientale, prodotta sia dal Sole che dall’illuminazione artificiale. In un secondo momento, potremo approfondire come creare e modellare noi stessi la luce, impiegando uno o più flash o per mezzo di opportuni strumenti di illuminazione da studio.

- Un fotografo deve assolutamente allenare il proprio occhio. Un occhio allenato è in grado di individuare la corretta angolazione da cui scattare una foto, capire quando sia il primo piano che lo sfondo concorrono a formare una bella immagine, cogliere occasioni fotografiche nascoste in ogni angolo, dal più piccolo dettaglio al più ampio panorama. Importante, quindi, è studiare la composizione della foto. 

- Molto utile anche sapere bene come lunghezze focali diverse influiscono sulla resa finale della foto. Inoltre, è necessario saper interpretare, usare e combinare i colori, in quanto anche questi contribuiscono a valorizzare e a rendere inefficace un’immagine.

Ovviamente, un fotografo digitale non può prescindere dal conoscere l’uso di qualche software per la post-produzione o il fotoritocco. L’elaborazione delle immagini può diventare un’attività a sé stante, e ci sono alcune elaborazioni fondamentali che ogni fotografo dovrebbe saper usare:

- bilanciamento del bianco,

- esposizione,

- saturazione,

- curve di viraggio,

- nitidezza,

- rimozione del rumore.

Sapendo agire efficacemente su queste caratteristiche, un fotografo è in grado di far apparire la maggior parte delle sue foto “come quelle dei professionisti”.

Infine, man mano che si accumula esperienza, si possono poi approfondire i vari generi fotografici e imparare le tecniche per immortalare nel miglior modo possibile soggetti disparati in situazioni diverse.

E’ difficile?

È impegnativo, ma alla portata di tutti i volenterosi. Uno dei vantaggi della fotografia digitale è l’aver diminuito la difficoltà per apprendere i rudimenti che ci permettono di passare dal livello di completi principianti a saper scattare in maniera consapevole buona parte delle nostre foto, ottenendo i risultati che vogliamo.

Le facilitazioni che vengono della fotografia digitale, però, sono completamente inutili se non ci applichiamo con metodo, sperimentando, ricordandoci dove abbiamo sbagliato e cosa ha funzionato.

Per fortuna, i libri e i blog di fotografia non mancano. Usiamo al meglio il tempo che possiamo dedicare alla fotografia e i risultati non tarderanno ad arrivare.

Corsi di fotografia a Piacenza

- SpazioDue

- Svep

- Corso di fotografia Piacenza

- Digital camera school

- Il tempo ritrovato

- TimeLab

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dallo styling al marketing, Tutor inaugura il primo corso piacentino per acconciatori professionali

  • Iscrizioni scuola dell’infanzia 2020/21: date e domanda

  • Università: in Italia nei prossimi anni mancheranno ingegneri, architetti, scienziati e statisti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento