A Bobbio i ragazzi delle scuole si prendono cura degli alberi

Si è svolta oggi la "Festa dell'albero e della natura - diamo radici al futuro", organizzata anche quest'anno con il patrocinio della Regione Emilia Romagna a cura della Comunità Montana dell'Appennino Piacentino

L'alzabandiera a Bobbio

Questa mattina 23 ottobre, presso il comprensorio della pista per lo sci nordico nella Località Ceci - Le Vallette di Bobbio, si è svolta la “Festa dell’albero e della natura – diamo radici al futuro”. L’evento, organizzato anche quest’anno con il patrocinio della Regione Emilia Romagna a cura della Comunità Montana dell’Appennino Piacentino, ha visto grande partecipazione da parte di tutti i ragazzi delle scuole elementari e medie dell’Istituto Comprensivo di Bobbio, circa 360.  Presenti all’evento l’assessore Bursi della Provincia di Piacenza, il presidente della Comunità Montana dell’Appennino Piacentino Castelli, il sindaco di Bobbio Rossi, il dott. Paratici del Comitato Provinciale Paralimpico, il dott. Meles presidente del Comitato Provinciale di Piacenza Alpi Centrali – FISI, il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Bobbio Cap. Fabio Longhi, il Comandante Provinciale del Corpo Forestale di Piacenza Dott. Compagnin, delegazioni dei Vigili del Fuoco e della Croce Rossa Italiana, nonché i presidenti dello Sci Club di Bobbio dott. Labirio e dello Sci Club Monte Penice dott. Gini.

Gli alunni e le autorità hanno dato avvio alla mattinata con l’alzabandiera, accompagnato dal canto dell’Inno Nazionale a cura di tutti gli alunni delle scuole, dopodiché insieme alla Preside Prof. Adele Mazzari ed agli insegnanti, i giovani hanno trascorso un paio d’ore nel verde dell’appennino bobbiese mettendo a dimora oltre 300 nuovi alberi, verificando l’attecchimento e la crescita di quelli piantumati l’anno prima a cui erano ancora apposti i nomi di chi li aveva interrati.

Nel corso della mattinata sono state anche inaugurate due bacheche, poste all’ingresso del comprensorio e realizzate a cura della Comunità montana con la collaborazione dei Carabinieri della Compagnia di Bobbio e del Corpo Forestale dello Stato, sulle quali sono richiamate le fondamentali norme di sicurezza relative agli impianti sciistici, quelle preventive antincendio ed i rischi connessi al muoversi nei boschi di montagna. «La mattinata ha sottolineato il grande successo dell’impegno corale di tante persone che amano l’ambiente e la nostra montagna», ha evidenziato con un po’ di emozione il presidente Castelli, ed il vociare dei bambini e ragazzi ha risuonato forte nella valle in una mattina di sole e cielo limpido ed azzurro, che attende ora la neve, abbondante, per avviare la stagione dello sci nordico piacentino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzino finisce in Po, un passante si butta e lo salva appena in tempo

  • Schianto sulla strada della Mottaziana, gravi due giovani

  • Giordania, ingegnere piacentino muore colpito da alcuni massi a Petra

  • «Il mito della Lancia Delta non passerà mai di moda»

  • Ricoverato uomo affetto da meningococco , l'Asl: «Per chi è entrato in contatto serve la profilassi»

  • Nella notte fatti saltare due bancomat in pochi minuti, commando in fuga

Torna su
IlPiacenza è in caricamento