homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Apre con l’Alzabandiera il grande Campo provinciale degli scout

Vicino a Marsaglia una cittadella di 500 persone che per dieci giorni vivranno insieme l'avventura scout. Un raduno di grandi proporzioni che sul territorio piacentino non veniva organizzato da 24 anni

Gli scout piacentini arrivati a Marsaglia

Si è aperto l'1 agosto, con la cerimonia ufficiale dell’alzabandiera, il quarto Campo di Zona Agesci che riunisce a Castelvetto di Metteglia (Marsaglia) oltre 430 ragazzi e ragazze scout dagli 11 ai 16 anni, gli esploratori e le guide. Un raduno di grandi proporzioni che sul territorio piacentino non veniva organizzato da 24 anni e che ha l’obiettivo di far vivere ai ragazzi un’esperienza di avventura e comunità condivisa con tutti gli scout del territorio. Sette pullman carichi di ragazzi sono partiti all’alba dal parcheggio dello Stadio e da Fiorenzuola e Castelsangiovanni, per confluire tutti negli ampi spazi verdi che circondano il piccolo paesino di Castelvetto, situato a 1000 metri di altitudine, nel Comune di Marsaglia.

Giunte sul posto le squadriglie di ragazzi, aiutati dai loro capi, hanno montato le tende, circa 70, i tavoli e le cucine di legno e cordini, su cui si faranno da mangiare durante tutta la durata del soggiorno e che saranno base di partenza per dieci intense giornate di avventure in stile scout. A dare il benvenuto ai ragazzi, durante la cerimonia inaugurale, sono stati i responsabili degli esploratori e delle guide (E/G) Laura Torretta e Stefano Cerra e l’assistente ecclesiastico don Piero Bulla, che hanno invitato tutti i presenti a vivere con entusiasmo e in ‘stile scout’ questa esperienza di fratellanza così rara nel percorso scout. L’ultimo Campo di Zona risale infatti a 24 anni fa.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Affronta i ladri a mani nude e li mette in fuga

    • Sport

      Sei Giorni, sono ancora Viviani e Scartezzini i leader della classifica

    • Cronaca

      Urta un tubo del gas e provoca una fuoriuscita, evacuate le abitazioni vicine

    • Fiorenzuola

      Carbonext, i comitati: "Trasparenza e partecipazione: si renda veloce l'accesso agli atti e ai documenti"

    I più letti della settimana

        Torna su
        IlPiacenza è in caricamento