«Alla Stazione Ferroviaria di Piacenza è sparito anche il garibaldino»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

Niente da fare, neppure questa Amministrazione Comunale riesce a riportare un pò d'ordine a Piazzale Marconi. Che dire? I roboanti slogan elettorali sulla sicurezza, l'ordine, le passeggiate trionfali di Via Alberoni si scontrano con il caos. E' mai possibile che non si riesca a tenere l'ordine in un fazzoletto di terra che è la stazione ferroviaria di Piacenza? Occupazione sistematica da parte di frotte di stranieri, che oggi chiamarli clandestini dopo l'operazione Bellanova Italia Viva sembra diventare un insulto al buon senso. Manco il soldato garibaldino, riesce con la sua forza a uscire fuori dalle sterpaglie a lui riservate, come premio per il suo eroismo. Al di là dei soliti proclami politici è necessario che questa, come altre città in Italia metta in campo deib Volontari per la Sicurezza. La nostra disponibilità è immediata. Decine e decine di carcasse di biciclette gettate nel giardino antistante la stazione,molte altre occupano le rastrelliere che dovrebbero servire ai numerosi pendolari piacentini. Biciclette per lo più rubate che il Comune non rimuove perchè non fanno profitto, ma scassano mica poco la pazienza per non dire altro di NOI PIACENTINI.

FORZA NUOVA PIACENZA, MAURIZIO CALLEGARI

Torna su
IlPiacenza è in caricamento