Approvato il bilancio comunale per il rotto della cuffia

Solo 17 voti per il documento: le assenze dall’aula rischiano di far andare sotto il bilancio. Blitz dell’opposizione che non interviene in dichiarazione di voto per misurare la temperatura della maggioranza

L'assessore Paolo Passoni e il dirigente Vittorio Boccaletti

Dopo la sua presentazione e discussione generale, una seduta di discussione sugli ordini del giorno e due sedute dedicate ai numerosi emendamenti presentati dall’opposizione, è stato approvato nella serata del 4 febbraio il bilancio previsionale 2020 del Comune di Piacenza. Bilancio approfondito in ogni dettaglio grazie ai tanti emendamenti, ma che ha visto un finale a sorpresa. Il documento è stato infatti approvato per il rotto della cuffia. Il bilancio portato in aula dall’assessore al bilancio Paolo Passoni ha raccolto soltanto 17 voti. Con 16 sarebbe stato bocciato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel momento delle dichiarazioni di voto, intorno alle 21.30, diversi consiglieri di maggioranza si erano presi una pausa. La discussione, iniziata alle 14, sembrava “andare per le lunghe”. Per questo c’è chi si è assentato momentaneamente dall’aula per fare “un break”. L’opposizione, fiutando il possibile colpaccio, ha così rinunciato a prendere la parola. I numeri della maggioranza erano traballanti. L’unico consigliere ad aver fatto l’intervento conclusivo – la dichiarazione di voto – è stato il capogruppo di Fratelli d’Italia Giancarlo Migli. Dopo di lui l’opposizione ha tentato il blitz. Nessuno si è iscritto a parlare – rinunciando così al proprio intervento – per provare a misurare la temperatura alla maggioranza. Il presidente del Consiglio comunale Davide Garilli è stato così costretto a procedere con la votazione. Che ha assegnato solo 17 voti a favore del bilancio, anche perché il leghista Nelio Pavesi – che aveva già palesato il suo malumore in precedenza – si è astenuto. Decisivo il voto a favore di Antonio Levoni (Liberali), da tempo in rotta con il sindaco Patrizia Barbieri e con il resto del centrodestra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piacenza, tutte le attività commerciali che sono aperte e fanno consegna a domicilio

  • «Un anziano ammalato di Covid in gennaio a Piacenza potrebbe essere il paziente 1». Inchiesta di Report in una clinica piacentina

  • Coronavirus, la situazione nei comuni del Piacentino aggiornata al 31 marzo

  • Provincia in lutto, se ne è andata Roberta Solari

  • Coronavirus e decessi, i numeri non tornano: se le vittime fossero molte di più?

  • Covid-19, Piacenza piange altre 26 vittime, il totale sale a 495

Torna su
IlPiacenza è in caricamento