Barbieri vuole incontrare Auchan. Foti al Governo: «Un nuovo ponte sul Po è tra i piani?»

Il sindaco cerca il confronto con la società “Auchan” dopo le polemiche delle scorse settimane. Il deputato di Fd’I interroga il Governo Conte sulla possibilità di un nuovo ponte con la Lombardia

il centro commerciale Auchan

Piacenza e la sponda lombarda. Rapporto piuttosto conflittuale negli ultimi tempi. Ma dai rapporti tesi delle ultime settimane si può ripartire. Di recente le cronache politiche hanno evidenziato le polemiche sul cartello autostradale “Piacenza Nord”, che verrà trasformato Patrizia Barbieri-52in “Basso lodigiano”. Da Piacenza la proposta è quella di una doppia intestazione: sia “Basso lodigiano” che “Piacenza Nord”. In seguito la diatriba si è allargata. Il consigliere comunale e deputato di Fratelli d’Italia Tommaso Foti se l’è presa con la società Auchan e il comune di San Rocco per l’assunzione di soli lodigiani nei nuovi spazi che il centro commerciale inaugurerà nei prossimi mesi. I nuovi assunti, secondo un accordo preso tra la società francese e gli enti locali lodigiani, saranno spartiti a metà tra residenti del comune di San Rocco e residenti nella provincia di Lodi. Stando a quanto stabilito, un residente di Piacenza non potrebbe essere assunto nei nuovi store. In tutto questo, l’allargamento di Auchan prevede diverse opere di compensazione per San Rocco al Porto, nessuna per la vicina Piacenza, che fa confluire migliaia di clienti dal ponte di Po.

Pare che il sindaco Patrizia Barbieri, dopo gli scambi di vedute a distanza tra Foti (che ha provocato lanciando l'ipotesi della chiusura del ponte) e gli amministratori del comune di San Rocco al Porto, abbia l’intenzione di confrontarsi con la società Auchan e riportare le criticità per la città di Piacenza a fronte degli accordi presi. L’allargamento del centro commerciale – verranno inaugurati nuovi negozi e store – porterà sicuramente un aumento di clienti e, di conseguenza, traffico stradale. Se San Rocco si sta attrezzando per agevolare il traffico, il rischio – segnalato da Foti – è di trovarsi alcune arterie stradali, nella prossimità del ponte di Po, intasate di auto che intendono “sbarcare” a San Rocco per raggiungere il centro commerciale. Al momento i contatti non sono ancora stati avviati, ma Barbieri non intende dare per morto questo problema.

 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (13)

  • Sarà che io sono piuttosto orgogliosa, ma questo atteggiamento mi sembra questuante. Per me non è "il modo", bisogna trovarne un altro!!!!!! Più sicuri di noi stessi!!!!! Per cominciare io non andrei a compromessi tra Piacenza nord o meno!!!!! Quella è l'uscita PIACENZA NORD e tale deve rimanere!!!! E POI VEDIAMO!!!! Sarà qualcun altro a chiedere un tavolo di confronto.

    • Non mi sembra il caso di battere i pugni sul tavolo: l'autostrada non è dei piacentini e, volendo guardare, l'uscita è in territorio lodigiano. Insisterei piuttosto sulla logica, perché l'indicazione anche di Piacenza è utile ai tanti diretti nella nostra provincia.

      • Ma certamente! l'autostrada non è dei piacentini, ma quel cartello non è stato messo lì PER PURO CASO! : è stato messo, temporibus illis, giusto per PIACENZA. Vogliamo parlare se non di " diritti acquisiti" almeno di un' INDICAZIONE STRADALE CORRETTA: Ergo, se pur non in territorio piacentino logica vuole che prima di toglierlo, PER FAVORE, si faccia una doverosa riflessione! ( secondo il mio modesto parere)

        • Chiedo scusa, ma secondo Lei riveste "logica" il fatto di uscire a Piacenza e ritrovarsi a Guardamiglio?

          • Potremmo mettere il cartello "BASSO LODIGIANO, quasi Piacenza"

    • Spezzeremo le reni ai Sanrocchini!!!

  • Non capisco perché la questione del secondo ponte sul PO sia ridicola.

    • a te sembra essere una persona seria uno che presenta una interrogazione al ministro delle infrastrutture e dei trasporti esordendo con la lunga storiella di un progetto di massima della fine degli anni '80 e di cui da oltre dieci anni nessuno parla più??? A me quella lunga e monotona storiella, che ha occupato tutta la seconda pagina dell’articolo, è sembrata ridicola, ma anche penosa,specialmente in considerazione del contesto in cui tutta la storiella è stata riesumata

      • Caso mai fanno ridere tutti quelli che fino al 2008 si muovevano per il nuovo ponte e poi è tutto svanito. Ad ogni modo, per le nuove opere pubbliche se non ci si agita nessuno ci pensa. Credo che prima o poi questo ponte si farà (diventerà sempre più indispensabile) quindi un politico che disseppelisce la faccenda (sia pure con pochissime possibilità di successo a breve) fa sempre meglio di chi tace. (un politico di qualunque colore, ovviamente)

    • Ma nooo... ci mancherebbe altro... dopo la metro di superficie, dopo i cittadini torturati dai questuanti e dopo la chiusura del ponte per farla in barba ai perfidi Lodigiani il secondo ponte è quasi una boccata di ossigeno....

  • Ex nihilo, nihil

  • quando sento certe battutacce che ultimamente Foti ci regala sempre più spesso, mi viene da pensare che si tratti di qualcosa di ridiculus. Nell'attuale caso concreto direi invece, passando all’inglese, che si tratta di una questione very ridi@#?*%$us

  • parturient montes, nascetur ridiculus mus

Notizie di oggi

  • Politica

    Europee, nel Piacentino la Lega al 45%. Pd al 19,4%, 5 Stelle al 9,7%

  • Politica

    Elezioni, seggi chiusi. Alle Comunali affluenza definitiva del 67%, alle Europee del 64%

  • Politica

    Via Taverna, lunghe code al seggio di voto dei cittadini romeni per Europee e Referendum

  • Economia

    Il presidio dei lavoratori di Mercatone Uno prima dell’incontro al Ministero

I più letti della settimana

  • Elezioni Amministrative, si vota in 30 comuni: ecco i candidati sindaco e le liste

  • Giro d’Italia nel Piacentino, gli orari del passaggio della carovana rosa

  • Tampona un'auto, grave motociclista sbalzato nel fosso

  • Travolto e ucciso da una lastra di acciaio: era in pensione ma lavorava a chiamata

  • «Ecco com'è facile comprare droga in stazione». Blitz di Brumotti a Piacenza

  • San Protaso e la Felina: i canali esondano, allagamenti e danni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento