Bibbiano, Callori: «Il Pd cerca di occultare responsabilità oggettive, ma non può negare gli abusi»

«Il Partito democratico fa quadrato intorno al cosiddetto ‘sistema Bibbiano’ e a chi ne ha consentito l’insediamento in Emilia-Romagna. Difende a spada tratta il sindaco dem della località reggiana, accusato di falso e abuso d’ufficio, che è stato scarcerato, ma andrà comunque a processo»: lo afferma il capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione

Callori

«Il Partito democratico fa quadrato intorno al cosiddetto ‘sistema Bibbiano’ e a chi ne ha consentito l’insediamento in Emilia-Romagna. Difende a spada tratta il sindaco dem della località reggiana, accusato di falso e abuso d’ufficio, che è stato scarcerato, ma andrà comunque a processo»: lo afferma il capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Fabio Callori. 

«Capiamo i dirigenti dem emiliano-romagnoli: andare a elezioni regionali con il fardello del ‘sistema Bibbiano’ non giova. Ma il partito di Stefano Bonaccini sbaglia ugualmente. La difesa del sindaco non può e non deve nascondere gli abusi, reali e provati, commessi in nome di una visione ideologica misandrica che punta a distruggere la famiglia tradizionale e che mette in pratica le teorie di un sedicente ‘guru’ che ha dettato legge, per anni, in materia di affidi e di abusi su minori determinando decine di casi dove i bambini sono stati strappati alla famiglia con false accuse o dubbie interpretazioni di maltrattamenti. Con l’aggravante che queste interpretazioni e pratiche distorte erano attuate dal sistema pubblico e dai suoi assistenti sociali, che dovrebbero, al contrario, agire per il bene della collettività. Dunque, se il sindaco è stato rimesso in libertà, questo non significa che non si debbano isolare, perseguire e condannare i fatti gravissimi di cui si sono macchiati alcuni assistenti sociali con il benestare delle amministrazioni di appartenenza», continua. «Certo la cortina di protezioni rispetto ai servizi sociali coinvolti appare compatta e ci sono ambienti che tentano di minimizzare, di metterci una pietra sopra. Ricordiamo, a questo proposito, il ‘caso’ gravissimo del Forteto, in Toscana. Una sorta di fotocopia del ‘sistema Bibbiano’. Anche al Forteto, per anni, sono state nascoste verità orribili, abusi sui ragazzi accolti, coperti da un’ipocrita e interessata cortina di silenzio. Anche lì, come nel ‘sistema Bibbiano’, la tutela dei minori è passata in seconda linea rispetto all’autotutela di amministrazioni e della politica che hanno finto di non vedere. Crediamo che il Pd acquisirebbe più credibilità se, contestualmente all’enfatica difesa del sindaco di Bibbiano, si ergesse a primo accusatore di un ‘sistema’ di cui ha consentito, di fatto, l’insediamento in Emilia-Romagna».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzino finisce in Po, un passante si butta e lo salva appena in tempo

  • «Il mito della Lancia Delta non passerà mai di moda»

  • Ricoverato uomo affetto da meningococco , l'Asl: «Per chi è entrato in contatto serve la profilassi»

  • Schianto sulla strada della Mottaziana, gravi due giovani

  • Nella notte fatti saltare due bancomat in pochi minuti, commando in fuga

  • «Su Tik Tok combatto il bullismo: la vita è più importante di chi ci odia perché diversi»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento