Candidato sindaco, il Pd punta tutto su Paolo Rizzi

Il Partito Democratico esce allo scoperto: è il docente dell'Università Cattolica la figura più unitaria per le Amministrative 2017. La segreteria: «Il partito si mette a disposizione per lui»

Il prof. Paolo Rizzi

Il Partito Democratico svela ufficialmente le sue intenzioni. Lo fa con poche righe, in una nota, firmata dal segretario provinciale Loris Caragnano e da quello cittadino Paolo Sckokai. È Paolo Rizzi, docente di economia all’Università Cattolica di Piacenza, il candidato in pectore per la carica di sindaco. «Oggi – informa la segreteria stessa - si è chiuso il mandato che la direzione ci aveva dato per l’individuazione del candidato Sindaco: abbiamo lavorato, con un confronto ampio e articolato, per una candidatura di profilo civico, autorevole, competente, capace di interpretare una progettualità innovativa per tutta la città e di costruire un’ampia coalizione civica di centro sinistra. Con questo spirito di servizio tutto il Pd, in modo unitario, si mette a disposizione per sostenere la candidatura del prof. Paolo Rizzi, nell’auspicio che questa ipotesi si possa concretizzare nei prossimi giorni».

Tradotto: Rizzi si prende qualche giorno di tempo per dare il suo ok definitivo alla candidatura. Il Pd rimane in attesa di scoprire la decisione del suo candidato preferito, anche se dagli ambienti del partito trapela un cauto ottimismo. Il docente rimane l’unica carta che potrebbe raccogliere la condivisione di tutte le anime del partito. Ecco motivata la volontà di investire tutto su di lui e uscire allo scoperto. Qualora non andasse in porto l’operazione-Rizzi, la scelta ricadrebbe su Christian Fiazza. Il presidente del consiglio comunale ambisce al ruolo, ma non si è mai sbilanciato più di tanto e sembrerebbe favorevole alla candidatura di Rizzi. Di diverso orientamento il terzo pretendente: l’assessore Stefano Cugini. Abbandonato il gruppo renziano per Orlando di recente, Cugini ha visto proprio oggi aprire su Facebook una pagina di suoi sostenitori “Io sto con Cugio”. Segno tangibile di un sogno – quello di diventare il candidato sindaco del centrosinistra – ancora aperto, e di una rottura - quella con la segreteria e con la maggioranza del partito - che fino a qualche tempo nessuno si sarebbe sognato. Ora la palla è passata a Rizzi. Sarà lui a comunicare a breve il suo impegno – o meno – come potenziale successore di Paolo Dosi.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Avatar anonimo di Non plus ultra
    Non plus ultra

    Anch'io sono pessimista come Valla. Del resto, non è che negli altri - frammentatissimi - schieramenti brilli qualche stella di prima grandezza. Città destinata ad una lenta decadenza. Siamo già sul fondo? Scaveremo.

  • ma siamo alla follia, il Pd presenta una persona sconosciuta come candidato a Sindaco? ma cosa crede che i Piacentini voti no a scatola chiusa.....

    • a proposito di sconosciuti, ma tu per caso avevi mai sentito nominare il candidato Marini che si è ritirato solo pochi giorni fa ?

    • Lo voteranno, i piacentini non amano le novità, stesso luogo di villeggiatura tutti gli anni.....

Notizie di oggi

  • Politica

    «I cittadini attendono risposte concrete da 15 anni. Noi gliele daremo»

  • Cronaca

    Il mega concerto di Vasco su maxi schermo in piazza? Un’ipotesi sul tavolo di Comune e questura

  • Politica

    Ecco il nuovo Consiglio comunale di Piacenza

  • Economia

    «Le battaglie per difendere gli imprenditori sono interesse generale del paese»

I più letti della settimana

  • Il nuovo sindaco di Piacenza è Patrizia Barbieri

  • Ecco il nuovo Consiglio comunale di Piacenza

  • «I cittadini attendono risposte concrete da 15 anni. Noi gliele daremo»

  • Quattro candidati di Trespidi: «Ora sosteniamo Barbieri»

  • Affluenza, alle 23 ha votato il 46,96%

  • Barbieri: «Dalla sinistra attacchi inqualificabili anche personali. Noi pensiamo ai piacentini»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento