Casapound denuncia: «Criminalità e degrado nei quartieri»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

«L'episodio avvenuto alla Baia del Re – afferma Pietro Pavesi, responsabile provinciale di CasaPound Italia Piacenza – di due nordafricani sorpresi con droga nelle loro biciclette, conferma quanto denunciamo da tempo, ossia che il giro di criminalità legato al mondo dello spaccio non è più circoscritto al solo quartiere Roma, ma riguarda l'intera città». «Quel che è grave – sottolinea Pavesi – è che questi individui sono liberi di girare indisturbati per parchi, anche in mezzo a bambini e residenti e nell’impossibilità di fermarli una volta per tutte. Emblematico il caso del nigeriano, richiedente asilo e già coinvolto in altri episodi di degrado, che colpì a bottigliate un connazionale, catturato dopo giorni di latitanza ma liberato per un documento non tradotto».

«Sebbene appunto il problema risiede nella giustizia e in leggi talvolta incomprensibili – conclude Pavesi - perlomeno chiediamo l'istituzione di presidi fissi ed un rafforzamento dei controlli, aspettando che si decida una volta per tutte di espellere gli stranieri che delinquono e il diniego alla richiesta di asilo per i medesimi».

Torna su
IlPiacenza è in caricamento