Caso Allegri, Idv: "Chiediamo un consiglio provinciale per fare chiarezza"

Samuele Raggi, capogruppo dell'Idv in Provincia, chiede a Trespidi di riferire in un consiglio ad hoc "cosa ha detto ai magistrati in merito al caso Allegri"

Ieri pomeriggio, 29 marzo, il presidente della Provincia Massimo Trespidi avrebbe avuto un colloquio con il pubblico ministero Antonio Colonna che coordina le indagini sull'ex assessore provinciale Davide Allegri (FOTO).

IL COLLOQUIO - I contenuti dell'incontro non sono noti, ma pare che Trespidi abbia voluto parlare al magistrato proprio in relazione all'attività investigativa in corso sull'ex membro della sua giunta, dimessosi improvvisamente, e tra mille polemiche, il 21 settembre del 2010, chiudendo bruscamente un'esperienza di quindici mesi a capo dell'assessorato all'ambiente.

IL CASO ALLEGRI - L'ex assessore, militante della Lega Nord, risulta iscritto al registro degli indagati con l'accusa di concussione e abuso di ufficio. Reati che la procura e i carabinieri del comando provinciale di Piacenza ipotizzano siano stati commessi da Allegri nel duplice ruolo di assessore provinciale all'ambiente e assessore all'urbanistica di Cortemaggiore. Incarichi dai quali il militante del Carroccio ha rassegnato le dimissioni.

LA RICHIESTA DELL'IDV - Samuele Raggi, capogruppo dell'Italia dei Valori nell'ente di via Garibaldi chiede un consiglio provinciale ad hoc sul caso dell'ex assessore provinciale della Lega Nord Davide Allegri, dopo che il presidente della Provincia Massimo Trespidi è stato ascoltato in procura di Piacenza, assieme a Patrizia Barbieri, per riferire della questione che vede Allegri indagato per concussione ed abuso di ufficio.

'TRESPIDI RIFERISCA IN CONSIGLIO' - E dichiara: "Il Presidente Trespidi convochi l'aula e venga in consiglio provinciale a riferire su questo scandalo, su cui ha sempre rifiutato di rispondere adducendo ogni tipo di incredibile e patetica giustificazione che apre fortissime perplessità sulla capacità dello stesso Trespidi di svolgere in modo adeguato il proprio ruolo di Presidente della Provincia di Piacenza". 

'DIMISSIONI SOSPETTE' - "Fino ad ora il presidente Trespidi ha cercato goffamente di chiamarsi fuori dal caso Allegri, anche se le dimissioni improvvise del leghista sono sembrate subito molto sospette. Perchè Trespidi è stato ascoltato in procura? - prosegue Raggi - Il caso politico è molto grave perché gravi sono le accuse che pendono sul leghista Allegri, le peggiori per un amministratore pubblico".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

'SI RENDA CONTO ALLA CITTA' - "E' però Trespidi il presidente della Provincia ed ha scelto lui di nominare assessore Allegri. Quindi è a lui che i cittadini giustamente chiedono conto, visto che ha precise responsabilità politiche di ciò che sta avvenendo, con tutto questo via vai di assessori fra via Garibaldi e la procura. Ed è indiscutibilmente responsabile anche di ciò che è avvenuto sotto il suo naso e nella sua giunta. Per quanto riguarda la Lega, ogni commento è superfluo: dopo i casi Maloberti e Allegri, c'è solo da vergognarsi, ma non erano quelli di 'Roma ladrona?'".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto nella notte: muore un uomo, ferita una 40enne

  • Trovato morto vicino al suo camion, indagini in corso

  • Rischia di annegare in una piscina da giardino, bimbo di 2 anni gravissimo

  • Donna scomparsa, salvata sotto il diluvio dopo otto ore di ricerca

  • Non ce l'ha fatta il bambino di 2 anni salvato dall'annegamento in una piscina da giardino

  • Esce di casa e scompare nel nulla, al via le ricerche di una 45enne

Torna su
IlPiacenza è in caricamento