Castelsangiovanni, il Pd: «Stragliati dimentica mezza tangenziale»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

«A seguito dell’ennesima risposta arrogante ed offensiva dell’assessore Stragliati, desideriamo farle notare alcuni aspetti che, per evidente opportunismo o per poca competenza, lei omette. Innanzitutto il quadro da lei dipinto sullo stato del progetto Tangenziale Nord di Castel San Giovanni non svela nulla di nuovo e non colma la nostra “crassa ignoranza” come Stragliati con eleganza sostiene. Ha banalmente illustrato il lavoro svolto dall’Amministrazione Capelli la quale aveva raggiunto lo stato di progetto definitivo appunto nel 2011 e solo per quanto riguarda il ramo Ovest. In pratica Stragliati ha confermato ciò che sapevamo: siamo fermi al 2011 e metà opera, l’intero ramo Est, non è nemmeno idealmente concepita. La domanda alla quale Stragliati non risponde è perchè il progetto sia ancora a quello stadio. Ha solo sbandierato il lavoro di un’altra Amministrazione (Capelli) e fornito informazioni non veritiere parlando di quanto comunicato in Regione. Non rende conto dei motivi per i quali in sei anni l’Amministrazione Fontana di cui lei è membro non ha fatto nulla per completare il progetto e sottoporlo in modo adeguato agli organi competenti. Perchè anziche’ programmare e progettare si sono limitati, come vedremo, a interventi interlocutori e non sostanziali occupandosi solo di accusare altri enti per le carenze infrastrutturali di Castel San Giovanni? Come mai, nonostante il progetto sia ormai “in mano al Comune da 9 anni” (grazie all’Amministrazione Capelli), non lo hanno sviluppato? Possibile che in sei anni non si siano accorti che manca completamente il ramo Est (metà dell’opera!), senza il quale la realizzazione del ramo Ovest sarebbe solo un’altra delle opere incomplete o inutilizzabili alle quali l’amministrazione comunale ci sta abituando (vedasi la ormai emblematica ciclabile)? Un elenco di allegati (noto a tutti) di per se’ non significa nulla e imbarazza leggere espressioni quali ‘progetto definitivo praticamente esecutivo’ riferendosi a elaborati vecchi di nove anni relativamente a un progetto la cui metà è mancante (ramo Est appunto): o è definitivo o è esecutivo e se ne manca una metà di certo è incompleto nonostante sei anni di tempo e parte del lavoro già svolto dall’Amministrazione precedente. Stragliati si prepari meglio prima di insultare gli interlocutori giacche’ fare domande non è segno di “crassa ignoranza”; dare risposte sbagliate, parziali e arroganti invece potrebbe esserlo. Così come rilasciare affermazioni fuorvianti che, grottescamente, confermano la superficialità con cui in campagna elettorale Stragliati sta utilizzando questo argomento. Ci riferiamo all’affermazione secondo la quale “Il progetto è stato presentato in ogni salsa alla Regione e, tramite la Provincia, al Ministero (prima nel settembre 2017 e quindi ancora nel novembre 2019)”. Stragliati parla della lettera inviata in Regione nella quale si descrivono genericamente intenti (magari con qualche dettaglio tecnico sparso qua e là), si accoglie con favore l’interesse e il sostegno del presidente Bonaccini e si propone di rivedersi per portare avanti il tutto (novembre 2019)? Oppure si riferisce alle schede inviate dalla Provincia in cui si chiede alla Regione di fare presenti al Ministero le esigenze del territorio nel computare gli oneri di compensazione relativi alle concessioni per A21? Nobili gesti, ma nessuno di questi è la presentazione di un progetto né alla Regione, ne’ al Ministero. Tant’è che agli uffici competenti della Regione non risulta pervenuto, secondo le modalità corrette e con i contenuti adeguati per essere ammesso a una programmazione finanziaria, alcun progetto per la Tangenziale Nord di Castel San Giovanni. Stragliati sa che per presentare un progetto infrastrutturale, che possa essere inserito in piani Regionali e accesso a fondi, occorre seguire canali e procedure ben precisi? Sa che occorre documentazione corretta e aggiornata (non documentazione vecchia di nove anni)? Soprattutto sa che la tangenziale di Castel San Giovanni consta di due rami e che è imbarazzante che se ne siano scordato uno? Il Partito Democratico (come già mostrato sempre a Castel San Giovanni in un recente passato) non dice il falso; piuttosto siamo convinti, e lo rammentiamo a Stragliati, che informarsi e informare correttamente sia prima di tutto compito di chi amministra».

Il circolo del Partito Democratico di Castelsangiovanni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento