Cerignale, confermato Castelli: «L’obiettivo più importante rimane la lotta allo spopolamento»

Alta Valtrebbia: il sindaco uscente Massimo Castelli ha ottenuto 75 voti, contro i 9 della lista civetta di Roberto Nistri

Massimo Castelli

Il primo sindaco eletto del territorio Piacentino, nella tornata elettorale del 26 maggio, è Massimo Castelli, confermato sindaco di Cerignale. In Alta Valtrebbia la sua lista “Insieme ancora per Cerignale” – civica ma legata al campo del centrosinistra (Cerignale è l’unico comune in cui il Pd alle Europee è arrivato davanti alla Lega) ha ottenuto la guida del Comune con 75 voti (89,28%), contro i nove (10,71%) dello sfidante Roberto Nistri della lista “Nistri sindaco”. La compagine di Nistri era chiaramente una lista civetta, organizzata per evitare il pericolo di commissariamento del comune in caso di sconfitta. Castelli è soddisfatto del risultato. «Nelle piccole comunità è una elezione che ha il significato di unire e non dividere. Siamo stati votati perché possiamo dare il massimo per Cerignale. Proseguiremo l’attività amministrativa a favore della montagna per mantenere i servizi soprattutto a favore di anziani e giovani. Tante partite si giocano fuori dal comune di Cerignale, in collaborazione con altri enti come la Provincia e la Regione. L’obiettivo più importante è mantenere gli abitanti a vivere sul territorio. Fra un po’ non ci saranno davvero più sindaci e consiglieri comunali di Cerignale, perché non ci saranno più residenti. Lo spopolamento rimane il tema prioritario della nostra agenda politica. Su questo ci concentreremo sicuramente nei prossimi cinque anni».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 22 anni dopo lo schianto contro un terrapieno, trovata dopo diverse ore

  • «Lavoratrice instancabile e solare». Filoteea muore a 22 anni

  • Tamponamento tra due tir in A1, muore un uomo

  • Massimo scrive di una busta misteriosa: un affare li avrebbe potuti dividere e lui l'ha uccisa?

  • «Salvini con il rosario in mano? A Cortemaggiore si è anche inginocchiato in chiesa, magari facessero tutti così»

  • Massimo la uccide e poi le scrive su WhatsApp. Perazzi chiamò due volte i carabinieri

Torna su
IlPiacenza è in caricamento